Gennaio 29, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Gli orsi polari canadesi vicino a Polar Bear Cape stanno morendo a un ritmo allarmante, secondo un nuovo studio

I ricercatori hanno riscontrato un allarmante tasso di mortalità tra gli orsi polari Baia di Hudson occidentale in Canada, Un’area che comprende una città definita la “Capitale mondiale dell’orso polare”.

Secondo un nuovo sondaggio del governo, i predatori densamente popolati stanno morendo all’estremità meridionale dell’Artico, e lo stanno facendo a frotte.

Orso femmine e cuccioli Lo studio ha trovato particolarmente difficile sopravvivere.

Madre orso polare (Ursus maritimus) con i cuccioli sul ghiaccio subartico nella baia subartica Bet vicino alla baia di Hudson, distretto di Churchill, Manitoba, Canada settentrionale
(Immagini Getty)

Il nuovo sondaggio ha rilevato solo 618 orsi polari rimasti nell’area nel 2021, in calo rispetto agli 842 orsi trovati nella stessa area nel 2016, quando l’area è stata esaminata l’ultima volta.

National Geographic individua la fotografia straordinaria come “Immagini dell’anno”: ecco 10 fantastici scatti

“Il declino effettivo è molto più grande di quanto mi aspettassi”, ha detto Andrew Desrocher, professore di biologia all’Università di Alberta.

Mentre Derocher studiava la Baia di Hudson Orsi polari Per quasi 40 anni non è stato coinvolto nello studio.

Questo declino è continuato per decenni, hanno scoperto i ricercatori, dimostrando che dagli anni ’80 il numero di orsi nell’area è diminuito di circa il 50%.

Un orso polare nuota per catturare una balena beluga lungo la costa della baia di Hudson vicino a Churchill il 9 agosto 2022.

Un orso polare nuota per catturare una balena beluga lungo la costa della baia di Hudson vicino a Churchill il 9 agosto 2022.
(Oliver Morin/AFP tramite Getty Images)

Hanno detto che questa diminuzione è legata alla scomparsa del ghiaccio, che è essenziale per la loro sopravvivenza.

L’approccio scioccante al volto della star dà filo da torcere ai mostri dell’orrore

READ  Gli assegni blu di Twitter acquistati da funzionari talebani sono stati cancellati

Gli orsi polari vivono sul ghiaccio marino artico – le acque oceaniche ghiacciate – che usano per nuotare e cacciare per il cibo. Il ghiaccio si restringe stagionalmente in estate quando le temperature più calde sono più comuni e si ristabilisce durante questo periodo freddi mesi invernali.

Questo ghiaccio marino si scioglie all’inizio dell’anno e impiega più tempo a congelarsi, ha detto Stephen Atkinson, autore principale dello studio che ha studiato gli orsi polari per più di 30 anni, a causa delle temperature più calde causate da Cambiamento climatico.

“Questi sono i tipi di orsi che abbiamo sempre previsto sarebbero stati influenzati dai cambiamenti nell’ambiente”, ha affermato Atkinson.

Il più antico DNA conosciuto dipinge un’immagine sbalorditiva della vita di due milioni di anni fa

Un orso polare maschio cammina lungo una spiaggia della Baia di Hudson vicino a Churchill, Manitoba, 23 agosto 2010. Gli orsi polari nella Baia di Hudson occidentale in Canada, sul bordo meridionale dell'Artico, stanno ancora morendo a frotte, secondo un nuovo sondaggio del governo pubblicato giovedì , 22 dicembre 2022, Trovato.

Un orso polare maschio cammina lungo una spiaggia della Baia di Hudson vicino a Churchill, Manitoba, 23 agosto 2010. Gli orsi polari nella Baia di Hudson occidentale in Canada, sul bordo meridionale dell’Artico, stanno ancora morendo a frotte, secondo un nuovo sondaggio del governo pubblicato giovedì , 22 dicembre 2022, Trovato.
(Sean Kilpatrick/The Canadian Press via AP)

“Certamente solleva problemi sulla fattibilità attuale”, ha detto Derocher. “Questo è il motore riproduttivo della popolazione”.

Clicca qui per l’app FOX NEWS

Meno ghiaccio e meno orsi polari portano a minori opportunità per gli orsi di accoppiarsi, il che influisce ulteriormente sul loro declino, “perché hai meno giovani orsi che sopravvivono e diventano adulti”, ha detto Atkinson.

L’Associated Press ha contribuito a questo rapporto.