Luglio 23, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Gli scienziati sperimentano con un vero raggio traente per ripulire la spazzatura spaziale

Gli scienziati sperimentano con un vero raggio traente per ripulire la spazzatura spaziale

Una volta che la loro macchina è accesa, può “trasportare detriti senza mai toccarli”.

Direttamente da Star Trek

Un team di ingegneri sta lavorando su un realistico “raggio traente”, un dispositivo fantascientifico di base nello spazio in grado di spingere e tirare oggetti a distanza senza contatto.

Sorprendentemente, i loro primi concetti di progettazione sembrano effettivamente funzionare, con i ricercatori che calcolano che potrebbero spostare un oggetto multi-tonnellata a un ritmo – certamente molto lento – di circa 200 miglia per un periodo di due o tre mesi.

“Creiamo una forza elettrostatica che è attrattiva o repulsiva”, ha affermato Hanspeter Schaub, presidente del Dipartimento di ingegneria aerospaziale presso l’Università del Colorado Boulder. comunicato stampa. “È simile al raggio traente che vedi in un film di Star Trek, anche se non altrettanto potente.”

Anche se è ancora molto lontano dall’essere un degno prototipo spaziale, un pacchetto trattore realistico potrebbe alla fine essere uno strumento inestimabile per aiutare a ripulire la spazzatura spaziale che inquina le orbite sempre più affollate della Terra, per non parlare di uno di quei rari momenti in cui sembra che la tecnologia reale farsi strada nella fantascienza nell’età dell’oro.

Gli opposti si attraggono

I ricercatori sperimentano i loro progetti utilizzando una grande camera a vuoto specializzata che simula le condizioni dello spazio.

Il loro concetto preferito, qualcosa chiamato “rimorchiatore elettrostatico”, utilizza in qualche modo gli stessi principi che fanno aderire un palloncino ai tuoi capelli dopo che te li strofini sulla testa.

In teoria, a una distanza di circa 50-90 piedi, un’astronave potrebbe usare il dispositivo per sparare un raggio di elettroni contro un grosso pezzo di spazzatura spaziale, creando una carica negativa nei detriti mentre produce una carica positiva nella nave di servizio, avvicinandoli gradualmente.

READ  Il James Webb Space Telescope trova il primo pianeta extrasolare

“Con quella forza attrattiva, puoi praticamente tirare via i detriti senza mai toccarli”, ha detto Julien Hammerl, un ingegnere aeronautico CU Boulder coinvolto nella ricerca. “Si comporta come quella che chiamiamo una corda virtuale.”

Liquidazione immobiliare

Il problema dei detriti spaziali non va sottovalutato. Secondo Schaub, l’orbita geosincrona (GEO), un’area di spazio altamente desiderabile in cui i satelliti possono rimanere in una posizione geostazionaria, sta già esaurendo gli immobili.

“Geo è come il Bel Air dello spazio”, ha descritto Schaub.

Inoltre, la NASA ha recentemente ribadito la gravità del problema della spazzatura spaziale in A Rapporto di marzoche ha concluso che spingere delicatamente i detriti, piuttosto che rimuoverli completamente dall’orbita, potrebbe essere la soluzione più pratica.

Più facile a dirsi che a farsi, e secondo i ricercatori, il contatto fisico con i detriti è un potenziale pericolo, il che rende l’uso del raggio traente un’opzione – diciamo così – interessante.

“Toccare le cose nello spazio è molto pericoloso”, ha spiegato Kylie Champion, una delle ricercatrici coinvolte nel progetto CU Boulder. “Le cose si muovono molto velocemente e spesso inaspettatamente.”

I raggi del trattore possono anche essere uno strumento di pulizia molto più economico, ha aggiunto Schaub, poiché un veicolo dotato di uno può spostare “dozzine di cose nel corso della sua vita”.

“Questo riduce significativamente il costo”, ha aggiunto. Nessuno vuole spendere un miliardo di dollari per spostare la spazzatura.

Altro sulla scienza dura: Gli scienziati hanno radiografato solo un atomo