Ottobre 1, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I Celtics affermano che la sospensione dell’allenatore Ime Udoka è una questione di “coscienza”

Boston La decisione dei Celtics di sospendere l’allenatore Ime Udoka per la stagione 2022-23 è arrivata dopo un’indagine durata un mese da parte di uno studio legale indipendente, ha dichiarato venerdì il proprietario di maggioranza della squadra Wik Kruisbeck in una conferenza stampa.

Kruisbeck ha citato “motivi di privacy” nel rifiutarsi di approfondire la natura della cattiva condotta di Udoka, sebbene abbia riconosciuto che c’erano “un paio di violazioni” della politica della squadra. Una persona che non era autorizzata a parlare pubblicamente ha detto che Udoka aveva una relazione inappropriata con un membro femminile del team.

“È un momento di preoccupazione, riflessione e azione”, ha affermato Kruisbeck, a cui si è unito il presidente delle operazioni di basket della squadra, Brad Stevens. “Abbiamo valori forti al Celtics e stiamo facendo tutto il possibile per sostenerli qui”.

Udoka, 45 anni, è stato sospeso dalla squadra giovedì dopo aver allenato i Celtics alle finali NBA nel suo primo anno la scorsa stagione. Stevens ha detto che Joe Mazulla, uno degli assistenti di Udoka, servirà come allenatore ad interim della squadra in questa stagione.

Kruisbeck ha affermato che la sua convinzione è che la situazione che coinvolge Udoka non indichi un problema più grande all’interno dell’azienda. Kruisbeck ha detto che Udoka era l’unica persona punita o rimproverata.

“Facciamo di tutto per condurre l’azienda con i valori fondamentali del rispetto e della libertà da molestie o attenzioni indesiderate sul posto di lavoro – o almeno per una lunghezza adeguata,” ha affermato Kruisbeck. Organizzazione” nelle prossime settimane.

Gruesbeck ha detto che la giuria si è consultata con una giuria di ufficiali e ha chiesto il contributo di un legale esterno prima di determinare la sentenza di Udoka. La sospensione di Udoka rimarrà non pagata.

READ  Il Regno Unito conferma l'intenzione di apportare modifiche al protocollo dell'Irlanda del Nord

“Sembrava giusto, ma non c’erano linee guida chiare per tutto questo”, ha detto Kruisbeck. “È davvero solo coscienza e sentimento”.

Kruisbeck ha affermato che non è stata presa alcuna decisione sul futuro a lungo termine di Udoka.

I funzionari dell’equipaggio hanno appreso durante l’estate che “c’era una situazione” che li ha portati a mantenere uno studio legale per indagare sulla condotta di Udoka, ha detto Kruisbeck. Lo studio legale ha rilasciato i suoi risultati al team mercoledì, ha detto Kruisbeck.

“L’indagine ha avuto alcuni colpi di scena e ci è voluto del tempo per sviluppare tutti i fatti”, ha detto.

Kreuzbeck ha ammesso che i giocatori dei Celtics sono “preoccupati” per la situazione – “Non è uno sviluppo gradito”, ha detto – anche se si aspetta che si uniscano e giochino duro in questa stagione.

Udoka ha uno stretto rapporto con molti giocatori. Stevens ha detto che sarebbe stato un errore aspettarsi che tutto andasse come al solito all’inizio del ritiro la prossima settimana.

“Non ignorerò il fatto che ci sono emozioni umane ovunque”, ha detto Stevens.

Nella tarda serata di mercoledì sono emerse vaghe informazioni sulle condizioni di Udoka. Da allora, molte persone sui social media hanno pubblicato i nomi e le foto delle donne che lavorano ai Celtics, commentando i loro corpi e altri aspetti del loro aspetto e ipotizzando se le donne fossero coinvolte con Udoka.

“Abbiamo molte donne di talento nella nostra organizzazione e ho pensato che fosse molto difficile per loro ieri”, ha detto Stevens, aggiungendo: “Come organizzazione, penso che abbiamo la responsabilità di assicurarci di essere lì. Supportali ora, perché molte persone sono state ingiustamente trascinate dentro. .

READ  Serena Williams è di nuovo fuori dal primo round a Wimbledon