Settembre 28, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I lavoratori di Amazon hanno lasciato il lavoro nel principale hub aereo della costa occidentale

I lavoratori di Amazon hanno lasciato il lavoro nel principale hub aereo della costa occidentale
Segnaposto durante il caricamento delle azioni dell’articolo

Dozzine di dipendenti Amazon presso l’hub aereo dell’azienda a San Bernardino, in California, lunedì hanno abbandonato le loro postazioni di lavoro nel bel mezzo di un turno a causa di salari bassi e problemi di sicurezza dovuti al caldo.

Lo sciopero nel sud della California segna la prima azione sindacale coordinata nella crescente divisione del trasporto aereo di Amazon, che utilizza aerei a marchio Prime per trasportare pacchi e merci in tutto il paese come UPS o FedEx. I dipendenti, che sono regolamentati in modo indipendente, hanno affermato di non aver intenzione di tornare al lavoro lunedì, nel tentativo di fare pressione su Amazon per aumentare i salari e migliorare la sicurezza.

Gli organizzatori hanno detto che lunedì pomeriggio si sono presentate più di 150 persone e che i gestori avevano già rallentato alcune operazioni in previsione dell’evento. Sebbene una piccola parte dei 1.500 dipendenti che lavorano al centro abbia lasciato i vari turni, tali tempi di fermo possono causare grattacapi e interruzioni logistiche.

Il portavoce di Amazon Paul Flaningan ha contestato questa cifra, affermando che il numero di lavoratori coinvolti nell’azienda era di circa 74.

Amazon chiama la polizia e licenzia i lavoratori nel tentativo di fermare i sindacati a livello nazionale

L’uscita di scena di lunedì è l’ultimo segnale del sentimento pro-sindacato che si sta diffondendo tra i ranghi di Amazon, questa volta in un punto particolarmente vulnerabile della sua rete logistica. Amazon fa molto affidamento su alcuni hub aerei per mantenere milioni di pacchi in movimento ogni giorno, il che significa che l’impatto di uno sciopero o di un’interruzione dell’attività in una di queste strutture avrà un impatto maggiore rispetto a qualsiasi misura simile in un magazzino regionale.

Anche se Amazon, il secondo più grande datore di lavoro privato della nazione, mette il suo peso contro il lavoro organizzato, cercando, ad esempio, di scrollarsi di dosso i risultati della storica vittoria dell’Amazon Workers’ Union a Staten Island, lo sciopero in California mostra come i lavoratori stanno continuando Organizzarsi in modo indipendente su tutto il territorio nazionale.

Ana Ortega, 23 anni, ha detto che spera che lo sciopero del San Bernardino a cui ha partecipato costringerà Amazon a “fermarsi e pensare a cosa stanno facendo e perché”.

“Con il costo di tutto nelle nostre vite che diventa così costoso, è sempre più difficile sbarcare il lunario”, ha detto Ortega, che guadagna $ 17,30 l’ora. “Non ha senso per le persone che lavorano qui essere in buoni pasto o in difficoltà finanziarie”.

READ  Rogers Network riprende dopo che una grave interruzione ha colpito milioni di canadesi

I lavoratori chiedono anche migliori misure di sicurezza termica poiché la temperatura ha spesso superato i 100 gradi quest’estate, causando malattie legate al caldo in particolare per i lavoratori che si trovano all’aperto per caricare e scaricare gli aerei. Funzionari federali per la salute e la sicurezza sul lavoro di recente Indagine Tre lavoratori di Amazon muoiono nel New Jersey e Espansione della sonda sui problemi di sicurezza nei magazzini Amazon a livello nazionale.

L’Occupational Safety and Health Administration (OSHA) sta indagando sulla morte dei lavoratori di Amazon nel New Jersey

“Apprezziamo e rispettiamo il rapporto diretto che abbiamo con i nostri dipendenti per discutere e indirizzare i feedback”, ha affermato Flaningan di Amazon prima dello sciopero. “Con questa politica della porta aperta, abbiamo molti canali di comunicazione che utilizziamo, comprese le riunioni di All Hands, che ci aiutano ad affrontare le preoccupazioni dei dipendenti”.

Flaningan ha aggiunto che i dipendenti a tempo pieno al San Bernardino Center e in tutta la regione hanno un salario minimo di $ 17 l’ora e possono guadagnare fino a $ 19,25 e ottenere assistenza sanitaria, benefici pensionistici e fino a 20 settimane di congedo parentale. Alla domanda sullo sciopero di lunedì pomeriggio, Flaningan ha affermato che l’azienda rispetta il diritto di lasciare i lavoratori.

Il fondatore di Amazon Jeff Bezos possiede il Washington Post.

L’interruzione del lavoro a San Bernardino fa parte di una più ampia ondata di campagne di organizzazione del lavoro attraverso il paese Nei magazzini Amazon – finora contrassegnati con Vittoria elettorale del sindacato A Staten Island. I risultati sono in un magazzino a Bessemer, Ala. , lei Troppo vicino per chiamare, e sono contestati. C’è anche un magazzino ad Albany, New York chiudere Per registrarsi per votare.

L’interruzione coordinata del lavoro a San Bernardino è il culmine di mesi di organizzazione da parte di un gruppo indipendente di lavoratori, che si chiama Inland Empire of United Amazon Workers, formatosi all’inizio di quest’anno. Lo hanno detto i lavoratori Si sono riuniti negli ultimi mesi nelle sale pausa di Air Hub, nelle case dei lavoratori, nei ristoranti e in un centro comunitario a San Bernardino per discutere delle condizioni di lavoro.

READ  Il virus Covid ha colpito l'economia cinese più del previsto

I semi per il gruppo sono stati gettati quest’anno durante una riunione a livello di struttura quando alcuni lavoratori del centro aereo si sono espressi e hanno fatto circolare una petizione sulle difficoltà causate da centinaia di dollari di salari dei singoli lavoratori durante la chiusura inaspettatamente tardiva delle vacanze. 2021.

In risposta, Flaningan di Amazon ha affermato che la società ha cambiato la sua politica globale per le chiusure temporanee e per limitare qualsiasi impatto a un turno non retribuito per periodo di vacanza.

Dopo mesi di organizzazione dentro e fuori il magazzino, a luglio il gruppo ha consegnato una petizione alla direzione del magazzino con più di 800 firme da parte dei lavoratori della struttura. Hanno chiesto aumenti salariali di $ 5 l’ora e una serie di piccoli aumenti per i lavoratori con titoli di lavoro specifici e turni notturni.

“Noi come Amazon Associates lavoriamo duramente per garantire che l’edificio raggiunga i numeri che cerca e lavoriamo insieme per fornire soddisfazione a tutti i nostri clienti”, si legge nella petizione. “[But] Difficilmente possiamo permetterci di vivere nell’economia di oggi”.

I lavoratori di Amazon lanciano una campagna per formare sindacati ad Albany

Secondo la petizione dei lavoratori, l’affitto medio a San Bernardino è di 1.650 dollari al mese, il che significa che i lavoratori a tempo pieno di Amazon Air Center che guadagnano a partire da 17 dollari l’ora devono pagare circa il 75% del loro reddito mensile al netto delle tasse sull’affitto. Il salario minimo legale in California è di $ 15 l’ora; Secondo i ricercatori del Istituto di Tecnologia del MassachussettsTuttavia, il salario di sussistenza nella zona di San Bernardino sarebbe più vicino a $ 18,10 per una persona senza figli.

“Non stiamo facendo abbastanza per fornire nulla”, ha affermato Sarah Fei, l’organizzatore principale dell’Inland Empire Amazon Workers United che smista i pacchi presso l’hub aereo. “Se qualcosa va storto con la mia macchina, non ho risparmi. Non posso permettermi di mangiare cibi sani. Devo comprare crocchette di pollo o pasta”.

Amazon ha convocato riunioni a tappeto presso la struttura il 3 e 5 agosto per affrontare la petizione. I gestori hanno suggerito ai lavoratori di risparmiare denaro utilizzando i mezzi pubblici e di iscriversi a un programma di vantaggi per l’auto condivisa. Hanno anche offerto un aumento di $ 1,50 l’ora sui turni notturni nei giorni feriali e un aumento di $ 2 l’ora sui turni notturni del fine settimana.

READ  Le vendite di case di lusso stanno registrando il calo maggiore dall'inizio della pandemia

Quattro lavoratori coinvolti nell’organizzazione della struttura hanno descritto al Washington Post condizioni di lavoro difficili. Due lavoratori hanno detto di aver avuto epistassi dal caldo quest’estate e un altro ha descritto di aver colpito la testa in un container e di aver provocato una commozione cerebrale.

“Fa davvero caldo ogni giorno quest’estate”, ha detto Daniel Rivera, il leader dello sciopero che scarica i carichi degli aerei. “Dicono che c’è l’aria condizionata, ma puoi sentirla solo in alcune sezioni”.

Flaningan di Amazon ha affermato che l’intero campus di Air Hub dispone di aria condizionata interna e che finora non sono state segnalate malattie legate al calore da aree di carico attive.

Mark Wolfrat, un consulente del settore che segue le strutture di Amazon a livello globale, ha affermato che il San Bernardino Air Center è una delle operazioni logistiche più importanti della nazione per Amazon. La struttura è un hub regionale che indirizza gli ordini dei clienti da tutto il paese agli avamposti della costa occidentale. Dati recenti mostrano che la struttura opera circa sette voli al giorno da e verso la costa orientale, il Midwest, il Texas e il Pacifico nord-occidentale.

San Bernardino e la vicina contea di Riverside hanno più di 35 proprietà amazzoniche. L’azienda è il più grande datore di lavoro privato della regione.

Gli hub aerei sono più importanti per Amazon di intere regioni, ha affermato Wolfrat, di un singolo magazzino in cui l’azienda può recarsi in caso di interruzioni.

I lavoratori del San Bernardino Air Center hanno ricevuto aiuto organizzativo e spazio per riunioni dalle organizzazioni sindacali locali, tra cui il Warehouse Workers Resource Center e Teamsters Local 1932, ma preferirebbero rimanere indipendenti.

I lavoratori che hanno lasciato la struttura di Amazon lunedì non hanno in programma di presentare un’elezione sindacale al National Labor Relations Board, ma hanno detto che avrebbero preso in considerazione la possibilità di candidarsi per un’elezione formale in futuro.

“Staten Island è stata molto stimolante”, ha detto. “La formazione delle corporazioni non è sul tavolo per noi”.