Febbraio 2, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I proprietari di Tesla in Cina hanno protestato contro improvvise riduzioni di prezzo che avevano perso

SHANGHAI, 7 gennaio (Reuters) – Centinaia di auto Tesla (TSLA.O) I proprietari si sono riuniti negli showroom e nei centri di distribuzione dell’azienda in Cina durante il fine settimana, chiedendo sconti e credito dopo improvvise riduzioni di prezzo che, secondo loro, significavano aver pagato più del dovuto per le auto elettriche che avevano acquistato in precedenza.

Sabato, circa 200 recenti acquirenti di Tesla Model Y e Model 3 si sono riuniti presso un Tesla Delivery Center di Shanghai per protestare contro la decisione della casa automobilistica statunitense di tagliare i prezzi per la seconda volta in tre mesi venerdì.

Molti hanno affermato di ritenere che i prezzi che Tesla ha addebitato per le sue auto alla fine dello scorso anno non sarebbero stati tagliati così improvvisamente o profondamente come la casa automobilistica ha appena annunciato in una mossa per stimolare le vendite e aumentare la produzione nel suo stabilimento di Shanghai. Anche la prevista scadenza dei sussidi governativi alla fine del 2022 ha spinto molti a sospendere gli acquisti.

I video pubblicati sui social media hanno mostrato la folla nei negozi Tesla e nei centri di consegna in altre città cinesi da Chengdu a Shenzhen, suggerendo un più ampio contraccolpo dei consumatori.

Dopo i tagli a sorpresa di venerdì, i prezzi delle auto elettriche di Tesla in Cina sono scesi tra il 13% e il 24% rispetto ai livelli di settembre.

Gli analisti hanno affermato che la mossa di Tesla probabilmente aumenterà le sue vendite, che sono crollate a dicembre, e costringerà anche altri produttori di auto elettriche a tagliare i prezzi in un momento di domanda vacillante nel più grande mercato mondiale di veicoli a batteria.

READ  La polizia di Chicago afferma che un postino della USPS ha rubato un camion postale a South Pulaski nel Little Village dopo un tentativo di aggressione sessuale.

Mentre le case automobilistiche affermate spesso fanno sconti per gestire l’inventario e mantenere le fabbriche in funzione quando la domanda si indebolisce, Tesla opera senza concessionarie e i prezzi trasparenti hanno fatto parte dell’immagine del suo marchio.

“Potrebbe essere una normale pratica commerciale, ma questo non è il modo in cui un’impresa responsabile dovrebbe agire”, ha detto sabato un proprietario di Tesla che ha protestato presso il centro di consegna dell’azienda nel sobborgo di Shanghai di Minhang, che ha dato il suo cognome come Zhang.

Lui e altri proprietari di Tesla, che hanno affermato di aver ricevuto la consegna negli ultimi mesi del 2022, hanno dichiarato di essere frustrati dall’improvviso calo dei prezzi di venerdì e dall’incapacità di Tesla di fornire una spiegazione ai nuovi acquirenti.

La polizia ha facilitato un incontro tra i dipendenti Tesla e i proprietari riuniti, ha detto Zhang, in cui i proprietari hanno consegnato un elenco di richieste, tra cui scuse e risarcimenti o altri crediti. Ha aggiunto che i dipendenti di Tesla hanno accettato di rispondere entro martedì.

Alla protesta di Shanghai sono stati visti circa una dozzina di agenti di polizia e la maggior parte dei video di altre manifestazioni ha mostrato una grande presenza della polizia nei siti di Tesla.

Le proteste non sono un evento raro in Cina, che nel corso degli anni ha visto la gente affluire in massa per questioni come frodi finanziarie o immobiliari, ma le autorità erano in allerta dopo le proteste su larga scala nelle città cinesi e nelle principali università alla fine del l’anno. Novembre contro le restrizioni COVID-19.

‘restituire i soldi’

Sabato sono stati pubblicati anche altri video che sembrano essere dei proprietari di Tesla che protestano.

READ  L'asta eolica offshore della California ha offerto $ 460 milioni il secondo giorno

Un video, che Reuters ha confermato essere stato girato in un negozio Tesla nella città sud-occidentale di Chengdu, mostrava una folla che cantava: “Restituisci i soldi, restituisci le nostre auto”.

Un’altra immagine, che sembra essere stata girata a Pechino, mostra le auto della polizia che arrivano per disperdere la folla fuori da un negozio Tesla.

Reuters non è stato in grado di verificare il contenuto di alcun video.

Sabato un portavoce di Tesla China ha detto a Reuters che Tesla non ha intenzione di risarcire gli acquirenti che hanno preso in consegna la merce prima dell’ultimo taglio di prezzo.

Non ha risposto quando gli è stato chiesto di commentare le proteste.

La Cina ha rappresentato circa un terzo delle vendite globali di Tesla nel 2021 e la sua fabbrica di Shanghai, che impiega circa 20.000 lavoratori, è la sua singola fabbrica più produttiva e redditizia.

Gli analisti sono stati positivi riguardo al potenziale per le riduzioni di prezzo di Tesla di guidare la crescita delle vendite poiché è passato un anno dall’annuncio del suo prossimo nuovo veicolo, il Cybertruck.

“In nessun altro posto al mondo Tesla affronta il tipo di concorrenti che ha qui [in China]ha affermato Bill Russo, presidente della società di consulenza con sede a Shanghai Automobility Ltd.

“Sono in un mercato molto più ampio per i veicoli elettrici con aziende che possono valutare in modo più aggressivo di quanto possano, ancora”.

Nel 2021, Tesla ha affrontato una tempesta di pubbliche relazioni dopo che un cliente scontento è saltato su un’auto allo Shanghai Auto Show per protestare contro la gestione da parte dell’azienda del suo reclamo sui freni della sua auto.

READ  Le scarse prestazioni sono "cattive" nel lungo periodo per i gestori di fondi attivi

Tesla ha risposto chiedendo scusa ai consumatori cinesi per non aver risposto tempestivamente ai reclami.

(Copertina) Di Brenda Goh, Zhang Yan e Casey Hall Montaggio di Kevin Krolicki e Thomas Janowski

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.