Luglio 23, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I rapporti dicono che Google sta lottando per convincere i possessori di iPhone a utilizzare le sue applicazioni

I rapporti dicono che Google sta lottando per convincere i possessori di iPhone a utilizzare le sue applicazioni

Google spende una somma enorme ogni anno per diventare il motore di ricerca predefinito su iOS, ma con un controllo sempre maggiore, l’azienda sta lavorando per convincere i possessori di iPhone a utilizzare le sue app, ma i rapporti indicano che ha difficoltà a farlo.

Il lavoro svolto dal tuo motore di ricerca preferito su iPhone è enorme. Secondo recenti rapporti, Google Spesi fino a 20 miliardi di dollari Si prevede che Google sarà il motore di ricerca predefinito su iOS, e quel numero è destinato ad aumentare poiché questi dati risalgono al 2022. Ma Google è anche sottoposto a una crescente pressione antitrust, che minaccia quella classifica.

Secondo un nuovo rapporto Rapporto da l’informazioneGoogle sta lavorando per aumentare il numero di possessori di iPhone che utilizzano le applicazioni proprie di Google, con l’obiettivo di aumentare il numero di ricerche che non dipendano dall’impostazione di Google come applicazione predefinita sul browser Safari. Sembra che Google sia riuscita a farcela Alcuni L’azienda ha fatto notevoli progressi in questo senso: la percentuale delle ricerche effettuate su Google sull’iPhone dalle proprie applicazioni ha raggiunto solo il 30%, rispetto al 25% circa di cinque anni fa.

Google afferma di voler spostare il 50% delle ricerche da iPhone sulle proprie app.

Ma la società sembra avere difficoltà ad aumentare quel numero. Secondo le fonti che lavorano al progetto, per Google è “molto difficile aggirare il fatto che Safari è preinstallato sui dispositivi Apple”.

Per spingere gli utenti verso Google Apps, secondo quanto riferito, la società ha preso in considerazione per un breve periodo di bloccare le funzionalità basate sull’intelligenza artificiale come le panoramiche AI ​​nelle proprie app e di non mostrarle in Safari. Il rapporto afferma che Google “ha deciso di non compiere questo passo”.

READ  Casuale: Sega festeggia il primo di aprile con l'uccisione di Sonic The Hedgehog

In uno sforzo simile, il rapporto ha rivelato che Google stava lavorando a un progetto in cui le persone potrebbero essere in grado di caricare brevi videoclip, simili nello stile a TikTok o YouTube Shorts, sull’app Google per far apparire i video direttamente nella ricerca. Tuttavia, il progetto ha avuto difficoltà a decollare.

Altro su Google:

Segui Ben: Twitter/X, DiscussioniE Instagram

FTC: utilizziamo i link di affiliazione per guadagnare entrate automatiche. Di più.