Dicembre 8, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I timori di recessione sono aumentati quando le azioni sono scese drasticamente

I timori di recessione sono aumentati quando le azioni sono scese drasticamente

Un’ondata di vendite massicce è stata provocata dai timori degli investitori che l’economia globale potesse cadere in una recessione I principali indici azionari hanno tremato venerdì in giro per il mondo.

Il Dow Jones Industrial Average, l’S&P 500 e il Nasdaq hanno perso più dell’1,5% venerdì, con il Dow che ha chiuso al livello più basso dalla fine del 2020. L’S&P è in calo del 23% dal picco di gennaio.

Come scrive Michael George su CBS Saturday Morning, l’aumento dei tassi di interesse con l’obiettivo di abbassare l’inflazione ha un effetto a catena sull’economia. Venerdì alla Borsa di New York, il capo di una società chiamata Sustainable Stock Development ha supervisionato la conclusione di quella che era stata una terribile giornata di 486 punti, preceduta da una settimana terribile.

Il mercato è sceso di oltre 5.000 pips in 12 mesi, con una perdita di oltre 1.000 pips questa settimana. E ci sono altre nuvole temporalesche davanti, secondo l’economista della UC Berkeley James Wilcox.

“È molto probabile che assisteremo a una recessione, e la probabilità che ciò sia davvero aumentata per tutto l’anno, soprattutto dall’estate in cui la Fed è stata molto aggressiva riguardo all’aumento dei tassi”, ha affermato.

E il triplo aumento dei tassi di interesse della Fed nel 2022 ha reso più difficile prendere in prestito per le aziende che vogliono crescere e per i consumatori, in particolare quelli che sperano di possedere una casa. I tassi medi dei mutui a tasso fisso a 30 anni sono aumentati dal 3,3% al 6,7% negli ultimi nove mesi grazie agli aumenti della Fed.

READ  Andy Gacy, CEO di Amazon, ha ricevuto un compenso di 213 milioni di dollari nel 2021

“È molto difficile sapere quanto siano più alti i tassi ipotecari, ma penso che possiamo ancora vedere altri tassi di interesse, tassi di auto, tassi di carte di credito, che renderanno più difficile per le persone acquistare auto nuove o acquistare automobili ,” disse Wilcox. Costoso”.

In tutto questo, venerdì il segretario stampa della Casa Bianca Karen Jean-Pierre si è rivolto all’economia.

“Ecco perché abbiamo approvato questo, ecco perché i Democratici al Congresso hanno approvato la legge sulla riduzione dell’inflazione. A proposito, nessuno dei repubblicani l’ha sostenuta”, ha detto.

La Casa Bianca indica anche i prezzi del gas, che sono scesi drasticamente negli ultimi mesi, e una parte dell’economia che va ancora forte: il mercato del lavoro. Il tasso di disoccupazione era del 3,7%.