Dicembre 4, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il funzionario del Cremlino vede la NATO prepararsi alla guerra con la Russia

Sergei Lavrov speaks in Azerbaijan

Venerdì, il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha affermato di crederci Nato e il Unione europea (Unione europea) costruire un’alleanza che potrebbe eventualmente entrare in guerra con la Russia.

I media statali russi hanno riferito che Lavrov ha fatto le osservazioni mentre parlava in una conferenza stampa a Baku, in Azerbaigian, dopo un incontro con il ministro degli Esteri azerbaigiano Jehun Bayramov.

Durante la conferenza con i giornalisti, Lavrov ha discusso giovedì della decisione dell’Unione europea di concedere lo status di candidatura a Ucraina e Moldova. La mossa dell’UE, che è il primo passo nel processo di adesione a pieno titolo, è stata vista come un segno del sostegno dell’Ucraina nella sua guerra con la Russia. (Sia l’Ucraina che la Moldova hanno chiesto di aderire al sindacato poco dopo che la Russia ha iniziato il suo attacco all’Ucraina alla fine di febbraio.)

RTLavrov ha anche confrontato le recenti azioni intraprese dalla NATO e dall’Unione Europea con la strategia utilizzata da Adolf Hitler prima che il dittatore nazista attaccasse l’Unione Sovietica, ha riferito un’agenzia di stampa ufficiale russa.

“Hitler avrebbe mobilitato gran parte, se non la maggior parte, dei paesi europei sotto la sua bandiera per fare la guerra contro l’Unione Sovietica”, avrebbe detto il ministro degli Esteri. Ha aggiunto che “l’Unione Europea e la NATO stanno ora formando un’altra moderna alleanza per affrontare, e alla fine la guerra, con la Federazione Russa”.

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha affermato che la NATO e l’Unione europea stanno formando un’alleanza contro la Russia. Sopra, Lavrov è visto parlare durante una conferenza stampa congiunta con il suo omologo azerbaigiano Jehun Paramov dopo i colloqui del 24 giugno a Baku, in Azerbaigian.
Foto di Aziz Karimov/Getty Images

Venerdì segna la seconda volta che Lavrov ha invocato il nome di Hitler nelle ultime settimane. Il 1 maggio il presidente ucraino ha fatto un confronto Volodymyr ZelenskyÈ un ebreo per il leader nazista. Il ministro degli Esteri israeliano Yair Lapid ha rapidamente denunciato queste dichiarazioni e ha chiesto scuse a Lavrov.

READ  Putin ha detto che la figlia di Dio Ksenia Sobchak sta fuggendo dalla Russia

Lapid ha descritto il confronto di Lavrov tra Zelensky e Hitler come un “orribile errore storico” in un’intervista a un sito di notizie israeliano Ynet. “È un’affermazione palese e imperdonabile”, ha aggiunto.

Mikhail Podolyak, consigliere dell’Ucraina all’ufficio presidenziale, è stato anche tra coloro che hanno criticato Lavrov per aver paragonato Zelensky a Hitler.

“Franche dichiarazioni antisemite di Lavrov, le accuse agli ebrei nella seconda guerra mondiale e l’Olocausto sono un’ulteriore prova che la Russia è il successore legale dell’ideologia nazista. Nel tentativo di riscrivere la storia, Mosca sta semplicemente cercando argomenti per giustificare i massacri di Ucraini”, ha proseguito Podolak Twitter.

Dall’inizio della sua invasione, il Cremlino ha ripetutamente affermato che uno dei suoi obiettivi principali nella conquista del paese vicino è “rimuovere l’igieneUcraina Presidente russo Il presidente russo Vladimir Putin Ha anche usato la possibile espansione della NATO come una delle ragioni per giustificare il conflitto Finlandia e Svezia Entrambi hanno chiesto di unirsi all’alleanza dopo lo scoppio della guerra. Come avvertito Nato e Stati Uniti Sull’essere direttamente coinvolti nella guerra.

NEWSETTIMANA Ho contattato il Cremlino per un commento.