Febbraio 2, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il giapponese Ispace Lander decolla verso la luna a bordo di un rover degli Emirati

Il giapponese Ispace Lander decolla verso la luna a bordo di un rover degli Emirati

Un altro giorno, un altro lancio di razzi da parte di SpaceX e un altro veicolo spaziale diretto verso la Luna. Tutto ciò suona familiare in questi giorni.

SpaceX ha già lanciato il razzo Falcon 9 più di 50 volte quest’anno. L’Artemis I della NASA, un volo di prova senza equipaggio che è un precursore delle future missioni degli astronauti, è vicino al ritorno sulla Terra dopo Gira intorno alla luna. CAPSTONE, un piccolo CubeSat sponsorizzato dalla NASA, è ancora in orbita attorno alla luna dopo il suo lancio a giugno. robot Orbiter sudcoreano, Danorialla luna in agosto.

Ma il lander lunare, che è stato sollevato domenica da un razzo Falcon 9 da Cape Canaveral, in Florida, non è una missione della NASA. Invece, è noto come M1, ed è di una piccola azienda giapponese, Ispace. I carichi utili sull’M1 includono un rover degli Emirati Arabi Uniti e un piccolo robot simile a Transformer a due ruote per l’Agenzia aerospaziale giapponese.

Mentre la missione decolla alle 2:38 ET, dovrai aspettare fino ad aprile per vedere se questi esploratori robotici ce la faranno, diventando potenzialmente il primo carico trasportato con successo sulla superficie lunare da una compagnia privata.

L’azienda ha iniziato come concorrente per il Google Lunar X Prize, un concorso che offriva un premio di 20 milioni di dollari per il primo veicolo spaziale privato ad atterrare sulla luna, percorrere 500 metri e trasmettere video dalla superficie lunare.

A quel tempo, il gruppo giapponese, noto come Team Hakuto, era concentrato sullo sviluppo di un rover e doveva fare affidamento su una squadra in competizione dall’India per cavalcare sulla superficie della luna. Se ciò funzionasse, i due rover correrebbero per vedere quale potrebbe percorrere per primo 500 metri.

READ  Le esplosioni di supernova rivelano dettagli minuziosi sull'energia oscura e sulla materia oscura

in ogni caso, il Il Premio Lunar X è scaduto prima che una delle due squadre arrivi alla rampa di lancio. Tuttavia, un concorrente israeliano, SpaceIL, ha lanciato la sua imbarcazione nel 2019 Il lander lunare si è schiantato sulla superficie della luna.

Il gruppo noto come Team Hakuto si è evoluto in Ispace, attirando investimenti significativi, e la società prevede di lanciare una serie di allunaggi commerciali nei prossimi anni.

I carichi utili della missione di domenica includono il modulo lunare Rashid dal centro spaziale Mohammed bin Rashid a Dubai. un robot lunare a due ruote dell’agenzia spaziale giapponese JAXA; Modulo di test della batteria allo stato solido della candela NGK; un computer di volo ad intelligenza artificiale; e telecamere a 360 gradi di Canadensys Aerospace.

Come reliquia dell’eredità del Lunar X Prize, porta anche una targa incisa con i nomi delle persone che hanno fornito supporto al crowdfunding e un disco musicale con una canzone eseguita dalla rock band giapponese Sakanaction.

Il lander della compagnia giapponese non è l’unico passeggero del volo di domenica. Il carico utile secondario su Falcon 9 è una piccola missione della NASA, la Lunar Flashlight, che mira a entrare in un’orbita ellittica attorno alla luna e utilizzare un laser a infrarossi per esplorare i crateri profondi e oscuri nelle regioni polari della luna.

Come tante recenti missioni lunari, M1 sta facendo un viaggio tortuoso ed efficiente dal punto di vista energetico verso la luna e non atterrerà, nel cratere dell’Atlante nell’emisfero settentrionale della luna, fino alla fine di aprile. Il percorso a basso consumo di carburante consente alla missione di imballare più carico utile e trasportare meno carburante.

READ  Gli scienziati hanno finalmente sequenziato l'intero genoma umano

Come parte della missione Artemis I, la navicella spaziale Orion della NASA ha viaggiato e poi ha orbitato intorno alla luna. Tornerà sulla Terra più tardi domenica, con un tuffo nell’Oceano Pacifico.

Una piccola missione finanziata dalla NASA chiamata CAPSTONE è recentemente arrivata per esplorare un’orbita in cui la NASA ha in programma di costruire una base lunare dove gli astronauti si fermeranno nel loro viaggio verso la luna.

E anche se non è ancora arrivato, il mese prossimo la luna riceverà un terzo nuovo visitatore. Danuri, una sonda spaziale sudcoreanaSono stati lanciati ad agosto e dovrebbero entrare in orbita lunare il 16 dicembre. Il veicolo spaziale aiuterà a sviluppare la tecnologia per le future missioni coreane e trasporta anche strumenti scientifici per studiare la composizione chimica e il campo magnetico della luna.

Programma della NASA chiamato Commercial Lunar Payload Services, o CLPSNon vedeva l’ora di inviare esperimenti sulla superficie lunare. Le prime due missioni, da Intuitive Machines di Houston e Astrobotic Technology di Pittsburgh, prevedono di essere lanciate il prossimo anno dopo significativi ritardi. Il lander Intuitive Machines, che può essere lanciato già a marzo, può battere Ispace per raggiungere la luna perché utilizza una traiettoria veloce di sei giorni.

Poiché non è una società statunitense, Ispace non ha potuto partecipare direttamente al programma della NASA. Tuttavia, fa parte di un team guidato da Draper Technologies a Cambridge, nel Massachusetts, che ha vinto la missione CLPS della NASA. Questa missione dovrebbe essere lanciata nel 2025.

READ  Mistero cosmico: gli astronomi catturano una stella morente che sputa anelli di fumo