Dicembre 4, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il gigantesco razzo lunare Artemis I della NASA sarà sottoposto a un altro test prima del lancio a giugno

Il gigantesco razzo lunare Artemis I della NASA sarà sottoposto a un altro test prima del lancio a giugno
Il Nasa Il team si sta preparando a riportare la pila da 322 piedi (98 metri) di razzi Artemis I, incluso lo Space Launch System e la navicella spaziale Orion, sulla piattaforma di lancio del Kennedy Space Center in Florida alla fine di questo mese.

Il test critico, noto come addestramento all’usura bagnata, simula ogni fase di un lancio senza che il missile lasci la rampa di lancio. Questo processo include il caricamento del carburante, l’esecuzione di un conto alla rovescia completo per simulare il lancio, il ripristino dell’orologio del conto alla rovescia e il drenaggio dei serbatoi dei missili.

Dopo tre tentativi di prove in aprile, il 26 aprile il gruppo missilistico è stato restituito al Vehicle Assembly Building per affrontare i problemi sorti durante i tentativi di test.

Finora, il team sta lavorando per sostituire una valvola di ritegno difettosa nello stadio superiore del razzo che ha causato la fuoriuscita di elio e riparare la fonte della perdita di idrogeno nella coda. Nel frattempo, Air Liquide, che fornisce azoto gassoso alla rampa di lancio, sta aggiornando la configurazione della sua pipeline per supportare il test e il lancio di Artemis I.

Durante l’ispezione della valvola di ritegno, il team ha trovato un piccolo pezzo di gomma che ne impediva la corretta tenuta, ha detto Jim Frey, amministratore associato per la direzione della missione di sviluppo dei sistemi di esplorazione della NASA, durante una conferenza stampa giovedì.

Frey ha detto che non sono stati riscontrati problemi con la valvola e gli ingegneri stanno studiando la fonte della gomma perché inizialmente non faceva parte della valvola. Il team ha anche ristretto le potenziali cause della perdita di idrogeno.

READ  Un nuovo processo può rendere i materiali sintetici trasparenti o addirittura completamente invisibili

Una volta che la pila di razzi tornerà sulla piattaforma di lancio a fine maggio, ha detto Frye, ci vorranno dai 12 ai 14 giorni prima che il razzo subisca un’altra prova, che potrebbe avvenire all’inizio di metà giugno.

“Abbiamo lavorato molto per preparare il razzo a tornare sulla rampa di lancio”, ha affermato Cliff Lanham, direttore senior delle operazioni sui veicoli per il programma dei sistemi di esplorazione della terra della NASA presso il Kennedy Space Center. “La sosta a VAB è un punto di sosta Per tornare, fai quello che dobbiamo fare e torna al consiglio il prima possibile. Quindi stiamo lavorando sodo per raggiungere questo obiettivo”.

La NASA mette il razzo lunare Artemis in fasi critiche prima del lancio

Il team di Artemis sta ora esaminando le finestre di lancio per inviare Artemis I nel suo viaggio sulla luna a fine estate: tra il 26 luglio e il 9 agosto, dal 23 agosto al 29 agosto e dal 2 settembre al 6 settembre.

“Vogliamo anche essere realistici e sinceri con te, poiché potrebbe essere necessario più di un tentativo per ottenere le azioni di cui abbiamo bisogno per ottenere un conteggio dei lanci più fluido che ci dia le migliori possibilità di creare le nostre finestre di lancio”, ha affermato Free.

Una volta che la pila di razzi Artemis avrà completato le prove, tornerà all’edificio in attesa del giorno del lancio.

C’è una lunga storia dietro l’arduo processo di test di nuovi sistemi prima del lancio di un razzo, e ciò che il team Artemis deve affrontare è simile a quello che hanno dovuto affrontare i team Apollo e Shuttle Castle, inclusi molteplici tentativi di test e ritardi prima del lancio.

READ  Sono state rivelate le principali differenze tra i cervelli degli esseri umani moderni e quelli di Neanderthal

I risultati dell’allenamento in abiti bagnati determineranno quando Artemis I si imbarcherà in una missione oltre la Luna e ritornerà sulla Terra. Questa missione lancerà il programma Artemis della NASA, che dovrebbe riportare gli esseri umani sulla luna e far atterrare la prima donna e la prima persona di colore sulla luna entro il 2025.