Gennaio 28, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il Large Hadron Collider si è riavviato e ha battuto immediatamente un record mondiale

Il Large Hadron Collider si è riavviato e ha battuto immediatamente un record mondiale

Parte dell'LHC al CERN.

Parte di LHC nel 2019.
foto: Ronald Patrizio (Getty Images)

Il Large Hadron Collider del CERN è tornato su Internet la scorsa settimana dopo una pausa di tre anni per manutenzione e aggiornamenti; Ieri, la collaborazione ha annunciato che due fasci di protoni sono stati accelerati a un’energia record di 6,8 tera-elettronvolt (TeV) per fascio.

L’LHC è un collisore di particelle con una circonferenza di circa 17 miglia in Svizzera. Era il Circular Collider Utile nelle scoperte della fisicainclusa la scoperta del bosone di Higgs nel 2012. È stato chiuso due volte per lunghi periodi in modo che gli scienziati possano apportare miglioramenti alla sua efficienza. ultimo spegnimentoche durò tre anni, appena terminato, e la macchina tornò con un’esplosione figurativa.

Jörg Weininger, Head of LHC Beam Operation e LHC Machine Coordinator, ha dichiarato all’a CERN video.

Nel 2009, gli scienziati del Large Hadron Collider (LHC) hanno ottenuto raggi di protoni con un’energia di 1,18 TeV. Da allora, il collisore ha battuto più volte i propri record, poiché il team del CERN ha migliorato la sua capacità di attivare fasci di particelle subatomiche. TUn record di 6,8 TeV è all’incirca l’energia per cui è progettato l’LHC, 7 TeV per raggio.

Aggiornamenti recenti consentono di eseguire esperimenti a energie più elevate e consentono agli scienziati di estrarre più dati dai loro esperimenti. Il prossimo LHC (Operazione 3) dovrebbe diventare operativo questa estate e durare quattro anni. Ciò promuoverà esperimenti integrati come ATLAS e CMS, mentre LHCb – un esperimento Ho individuato una nuova strana particella l’anno scorso– il numero di collisioni aumenterà di un fattore tre, Secondo il CERN. Il Rilevatore di Aliceche studia i plasmi di quark e gluoni, dovrebbe subire 50 volte il numero di collisioni ioniche che si sono verificate in precedenza.

Gli ingegneri del CERN stanno lavorando a un importante aggiornamento del Large Hadron Collider, chiamato LHC High Gloss (HL-LHC)mira ad aumentare la luminosità del collisore di un fattore 10. L’obiettivo è di avere questa iterazione pronta entro il 2029.

Ci sono ancora diversi anni di fisica da fare prima che questi piani a lungo termine si realizzino, ma stanno iniziando con il piede giusto: porre fine all’ibernazione decollando direttamente in uno sprint.

di più: Eh, è divertente: i fisici sono euforici per la nuova misurazione di W Boson

READ  Terremoti in California misteriosamente preceduti da cambiamenti nel campo magnetico terrestre: ScienceAlert