Febbraio 3, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il Michigan vince il titolo Big Ten e ha “piani più grandi” nel College Football Playoff

Il Michigan vince il titolo Big Ten e ha "piani più grandi" nel College Football Playoff

INDIANAPOLIS – Il Michigan è tornato ai playoff del College Football armato dell’esperienza del fallimento e della fiducia che ci attendono risultati migliori.

I Wolverines, seconda testa di serie, sono usciti dalla Purdue all’inizio della seconda metà di sabato per vincere il titolo di campionato Big Ten 43-22 e rivendicare titoli di campionato consecutivi per la prima volta dal 1991 e 1992.

Il Michigan è rimasto perfetto in questa stagione e ha continuato a dominare, superando gli avversari di 347 punti, il miglior differenziale di punti della stagione regolare dal 1905, quando il Michigan era avanti 495-2.

Ma dopo aver sollevato il trofeo del Big Ten Championship, cantato “Mr. Brightside” e festeggiato al Lucas Oil Stadium, i Wolverines hanno immediatamente rivolto la loro attenzione al CFP. Per tutta la bassa stagione, non sono stati motivati ​​da una vittoria sull’Ohio State e dalla vittoria dei Big Ten nel 2021, ma una sconfitta per 34-11 contro la Georgia nelle semifinali del CFP non è mai stata una gara.

“Adoro le nostre possibilità”, ha detto il quarterback JJ McCarthy Egli ha detto. “L’anno scorso, è stata una specie di luci brillanti, tutto nuovo, Big Ten Championship, College Football Playoff. Ma entrare nella bassa stagione, ci ha dato molto slancio. Sapevamo che potevamo arrivarci e potevamo tornare indietro. Tutta questa offseason, è stata tutta questione di vincerla.

“Tutto quello che è successo oggi è fantastico, ma il lavoro non è finito. Abbiamo piani molto più grandi”.

McCarthy, che è passato per 161 yard e tre touchdown nella vittoria su Purdue, è stato il sostituto del Michigan nelle semifinali CFP dello scorso anno. Quel giorno, ha completato sette dei 17 passaggi per 131 yard e l’unico touchdown della squadra.

READ  Jason Tatum dei Boston Celtics è "grato" per aver fatto la prima squadra della NBA, ma vuole regole sul voto

Ma la sconfitta ha riportato lui e i suoi compagni di squadra sul palcoscenico più importante del football universitario.

“Mi ha spinto così tanto che questa vittoria di stasera non sembra davvero niente”, ha detto McCarthy. “È qualcosa che è davvero difficile da fare. Voglio dire, i campionati Big Ten consecutivi sono fantastici, ma quella sensazione che abbiamo avuto l’anno scorso, quella sensazione è assicurarsi che non accada mai più.

“Era solo un’auto e un fuoco dentro di noi si è appena acceso, e sta ancora bruciando.”

Il Michigan saprà più tardi domenica dov’è e il suo avversario nel CFP, ma i Wolverines dovranno probabilmente vincere le semifinali per un altro colpo alla Georgia, il campione nazionale in carica. Se il secondo seme Michigan rimane, probabilmente affronterà l’arcirivale TCU o forse Ohio State, che i Wolverines hanno battuto 45-23 il 26 novembre a Columbus.

“Per favore, portalo avanti”, ha detto McCarthy. “Sarebbe davvero una benedizione se avessimo la possibilità di interpretare di nuovo questi ragazzi”.

estremità stretta Luke Schoonmaker, che aveva 56 yard in ricezione e un touchdown contro Purdue, ha detto che il match di CFP con Ohio State “probabilmente diventerà uno dei migliori di sempre”. Ma il Michigan è pronto ad affrontare qualsiasi avversario, anche la Georgia, dopo una sconfitta che ha lasciato un “gusto pungente” per tutta la stagione.

“Siamo una squadra diversa quest’anno”, ha detto Schoonmaker. “Abbiamo un gruppo di registi su entrambi i lati della palla. Meglio ancora, possiamo giocare tutti insieme e usare tutto quel grande talento”.

Il Michigan ha dovuto svilupparsi verso la fine della stagione dopo un infortunio al ginocchio per brillare di nuovo Blake Corum, che ha subito un intervento chirurgico venerdì e non ha partecipato alla partita per il titolo Big Ten. Senza Corum, i Wolverine si adagiarono Donovan Edwardsche ha costruito sulla sua prestazione di corsa di 216 yard contro Ohio State con 185 yard e un touchdown contro Purdue.

READ  Tua Tagovailoa dei Dolphins fa di tutto per giocare contro i Bengals nonostante gli infortuni alla schiena e alla caviglia

Edwards è stato nominato MVP del torneo. È diventato il primo giocatore del Michigan a registrare 400 yard in ricezione in due partite da Mike Hart, l’allenatore dei running back della squadra nel 2004. L’ultimo giocatore del Michigan a farlo è stato il quarterback Denard Robinson nel 2010. Edwards ha detto che “ha fatto per il grandi momenti”.

“Questo ragazzo si anima davvero nei grandi giochi”, ha detto l’allenatore Jim Harbaugh. “Per tutta la sua carriera, che sia al liceo o all’università, ha raggiunto un altro livello. Lo sta portando ad un altro livello”.

Harbaugh, il cui lavoro è in pericolo per la stagione 2021, ha dichiarato di non aver cambiato il suo approccio, cosa che i giocatori hanno affermato di aver apprezzato durante il turnaround del Michigan. L’obiettivo della squadra ora è quello di ribaltare le sue prestazioni e spingere per il suo primo titolo nazionale dal 1997.

“Vogliamo vendetta. Vogliamo recuperare la corsa dello scorso anno”, ha detto Schoonmaker. “So che tutti ce l’hanno in testa. È fantastico. Non ho parole stasera. Sono così orgoglioso di tutti. Ma nella parte posteriore della testa di tutti, sappiamo cosa dobbiamo fare”.