Novembre 27, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il presidente tedesco Steinmeier visita Kiev – DW – 25/10/2022

Il presidente tedesco Steinmeier visita Kiev - DW - 25/10/2022

Martedì il presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier è arrivato a Kiev.

Questa è la prima visita di Steinmeier in Ucraina dall’invasione russa del 24 febbraio.

“Il mio messaggio agli ucraini è che non vi sosteniamo semplicemente. Continueremo a sostenere l’Ucraina economicamente, politicamente e militarmente”, ha detto il presidente dopo il suo arrivo.

Steinmeier ha detto che il suo messaggio ai tedeschi a casa era: “Non dimentichiamo cosa significa questa guerra per il popolo qui in Ucraina. Quanta sofferenza e quanta distruzione c’è. Il popolo ucraino ha bisogno di noi”.

“Era importante per me, soprattutto ora a questo punto di attacchi aerei con droni, missili da crociera e missili, inviare un messaggio di solidarietà agli ucraini”, ha aggiunto.

Il presidente si è anche detto “molto felice” di essere nel Paese e ha elogiato “il coraggio, la fermezza e la forza d’animo degli ucraini”.

Il presidente tedesco Steinmeier visita Kiev

Per guardare questo video, abilita JavaScript e considera l’aggiornamento a un browser web Supporta video HTML5

Steinmeier, in una conferenza stampa successiva, ha ribadito il sostegno della Germania all’Ucraina, aggiungendo che Berlino avrebbe continuato a sostenere il Paese.

“Oggi ho potuto guardare questa guerra attraverso gli occhi dell’Ucraina per un giorno”, ha detto Steinmeier. “Ammiro la sincera ammirazione per il coraggio, la determinazione e la volontà di libertà degli ucraini”.

Il presidente tedesco avrebbe dovuto arrivare in Ucraina giovedì scorso. Ma il volo è stato cancellato in breve tempo a causa della tesa situazione della sicurezza, poiché Kiev è stata bombardata da missili e aerei russi.

Un funzionario del suo ufficio ha detto che le autorità di sicurezza tedesche e il ministero degli Esteri avevano consigliato a Steinmeier di non andare, ma che la visita sarebbe stata presto riprogrammata.

Tuttavia, altri leader hanno continuato a visitare Kiev. Ad esempio, il presidente svizzero Ignazio Cassis ha visitato la capitale ucraina lo stesso giorno in cui Steinmeier avrebbe dovuto essere lì.

Il conflitto tra Ucraina e Germania: il problema è risolto?

Per guardare questo video, abilita JavaScript e considera l’aggiornamento a un browser web Supporta video HTML5

Riunioni in un rifugio antiaereo

Steinmeier ha tenuto colloqui con funzionari ucraini durante un attacco aereo russo sulla città di Koryukivka, a nord-est di Kiev, secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa tedesca DPA.

I funzionari hanno tenuto la loro riunione all’interno di un rifugio antiaereo, dove il presidente ha trascorso la prima ora e mezza della sua visita alla città. L’aviazione ucraina ha affermato che l’allarme è stato lanciato dal lancio da parte della Russia di circa 10 droni da combattimento progettati dall’Iran in Bielorussia.

“Ci ha dato un’idea particolarmente vivida delle condizioni in cui le persone vivono qui”, ha affermato Steinmeier citato da DPA.

Visita fallita ad aprile

Steinmeier stava già programmando un viaggio a Kiev ad aprile, con i presidenti di Polonia, Lituania, Estonia e Lettonia. Tuttavia, l’invito di Steinmeier è stato respinto dal governo ucraino, adducendo come motivo la sua posizione filo-russa negli ultimi anni.

La posizione ucraina ha fatto arrabbiare i politici tedeschi. Lo stesso Steinmeier aveva precedentemente ammesso di aver commesso errori sulla politica nei confronti della Russia.

Solo all’inizio di maggio Steinmeier e il suo omologo ucraino, Volodymyr Zelensky, hanno finalmente liberato l’atmosfera diplomatica con una telefonata. Il presidente ucraino ha invitato personalmente Steinmeier a visitare l’Ucraina.

Da allora, molti politici tedeschi si sono recati nel paese dilaniato dalla guerra, incluso il cancelliere Olaf Schulz.

dh/rt (dpa, Reuters)

READ  Il nazionalista irlandese Sinn Fein ottiene una vittoria storica alle elezioni dell'Irlanda del Nord