Febbraio 3, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il regista dei White Sox Tony La Russa afferma che la protesta dell’inno nazionale di Gaby Kapler è “inappropriata”

Il regista dei White Sox Tony La Russa afferma che la protesta dell'inno nazionale di Gaby Kapler è "inappropriata"

Mentre La Russa concorda sul fatto che “ci sono molti problemi in questo Paese che devono essere affrontati”, afferma che la posizione di Kapler non è “appropriata”.

“Quello su cui non sono d’accordo è che la bandiera e l’inno non sono i posti giusti per provare a esprimere la tua obiezione”, ha detto La Rossa prima della partita dei White Sox contro i Chicago Cubs di sabato.

“Penso che tu vada dritto al motivo per cui ti infastidisce davvero la direzione del paese.

“Per me, quella non è la bandiera e l’inno nazionale. Penso che abbia senso scoprire quale di questi problemi e parlare dei problemi che non gli sono piaciuti e cosa farebbe al riguardo”.

Kapler ha detto venerdì che salterà l’inno “così posso sentirmi meglio con il nostro paese”.

I suoi commenti sono stati accompagnati da una dichiarazione scritta sul suo sito web in cui condivideva i suoi pensieri dopo l’uccisione di 19 bambini e due insegnanti alla Robb Elementary School di Ovaldi, in Texas, da parte di un uomo armato di 18 anni.

Nel post, Kapler si è chiesto se la leadership del paese sia impegnata a rappresentare i migliori interessi del suo popolo e se gli Stati Uniti siano veramente “la terra dei liberi e la patria dei coraggiosi”.

La Russa ha affermato di rispettare Kapler sia personalmente che professionalmente e concorda sul fatto che “c’è molta preoccupazione” per gli Stati Uniti.

“Non starò mai con l’inno nazionale o la bandiera”, ha detto La Rosa. “Forse solo perché sono più vecchio e perché ho frequentato veterani più della persona media.

“Bisogna capire cosa pensano i veterani quando ascoltano l’inno nazionale, o quando vedono la bandiera e il costo che le loro famiglie hanno pagato.

READ  Albert Pujols è il quarto giocatore a segnare 700 punti in casa

“E se ho capito questo, penso che sia impossibile non salutare la bandiera e ascoltare l’inno nazionale”.

Chiarimento: questa storia è stata aggiornata per fare riferimento direttamente ai commenti di La Rossa.

Kevin Dotson della CNN ha contribuito a questo rapporto.