Settembre 29, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il Regno Unito conferma l’intenzione di apportare modifiche al protocollo dell’Irlanda del Nord

Truss aveva precedentemente avvertito che il Regno Unito “non aveva altra scelta che agire” se i legislatori dell’UE non avessero mostrato “la necessaria flessibilità” sul codice.

Joanne Schmidts | Fototecnologia | Getty Images

Martedì il ministro degli Esteri britannico Lis Truss ha confermato che il governo intende introdurre una legislazione per apportare modifiche al protocollo dell’Irlanda del Nord “nelle prossime settimane”.

Questo protocollo fa parte dell’accordo commerciale post-Brexit

I commenti di Truss potrebbero aumentare il rischio di ritorsioni da Bruxelles e avviare una guerra commerciale con il più grande conglomerato commerciale del mondo.

“Il nostro desiderio è raggiungere un accordo negoziato con l’UE, per il quale abbiamo lavorato instancabilmente e continueremo a farlo”, ha detto Truss alla Camera dei Comuni britannica.

“Il governo è chiaro che la continuazione del disegno di legge è in linea con i nostri obblighi ai sensi del diritto internazionale ea sostegno dei nostri precedenti obblighi ai sensi dell’accordo del Venerdì Santo di Belfast”, ha affermato Truss, provocando il ridicolo dei legislatori dell’opposizione.

L’annuncio arriva poco dopo il primo ministro Boris Johnson Ha tenuto colloqui di emergenza a Belfast Nel tentativo di alleviare le tensioni sull’etica.

L’accordo è entrato in vigore nel gennaio dello scorso anno a causa della necessità di accordi commerciali speciali dopo l’uscita del Regno Unito dall’UE. Questo protocollo è progettato per evitare la necessità di un confine irregolare tra l’Irlanda del Nord e la Repubblica d’Irlanda, che fa parte del blocco.

Tuttavia, a causa della necessità di alcuni controlli per le merci in arrivo in Irlanda del Nord, i termini del contratto hanno comportato ritardi e aumenti di prezzo.

READ  Il delegato Jim Heckdorn (R-E) muore a 59 anni dalla battaglia contro un cancro ai reni

Sterlina Era stabile dopo l’annuncio. La valuta britannica è stata scambiata l’ultima volta a $ 1,2487 martedì pomeriggio, in rialzo di circa l’1,4% durante la sessione.

‘Questo disegno di legge è legale’

“Il rispetto per lo stato di diritto è nel profondo dei nostri nervi conservatori, ed è insolito che al governo Tory venga ricordato questo”, ha detto al parlamento il legislatore conservatore e presidente della commissione per gli affari dell’Irlanda del Nord Simon Hoare.

I suoi commenti arrivano tra le preoccupazioni sulla legittimità di un disegno di legge se il governo è determinato a violare il diritto internazionale.

Hoare ha promesso fedeltà al governo conservatore per sostenere lo stato di diritto attraverso questa proposta di legge. Truss ha risposto: “Questo disegno di legge è legale nel diritto internazionale e stabiliremo una posizione legale a tempo debito”.

L’Irlanda del Nord è attualmente coinvolta in una crisi di condivisione del potere, con il più grande partito sindacale della provincia che blocca l’elezione del presidente della legislatura di Stormont, bloccando di fatto la formazione di una nuova amministrazione.

Il Partito Democratico Unionista, secondo solo allo Sinn Fein nelle elezioni del 5 maggio, ha sostenuto che i legislatori britannici dovrebbero abolire il codice, sostenendo che è stato istituito un confine doganale attraverso il Mare d’Irlanda e che ciò mina il posto dell’Irlanda del Nord all’interno del Regno Unito.

L’Unione Europea (UE) ha esortato la Gran Bretagna a non intraprendere azioni unilaterali in violazione di parti dell’accordo Brexit con l’Irlanda del Nord, avvertendo di possibili ripercussioni.

Johnson ha affermato che, nonostante la rinegoziazione e la firma del protocollo dell’Irlanda del Nord, “è necessario agire” se l’UE non cambia posizione.

“O non capivano il loro stesso accordo, non erano aperti sulla sua verità o intendevano infrangerlo”, ha detto alla Camera dei Comuni il ministro degli Esteri ombra laburista Stephen Dowdy.

“Il primo ministro ha negoziato l’accordo, lo ha firmato e condotto una campagna su di esso. Deve assumersene la responsabilità e attuarlo”, ha aggiunto.

Gli analisti del Political Risk Advisory Eurasia Group stimano che ci vorranno almeno sei mesi prima che una legislazione consenta al governo di violare unilateralmente il codice, citando l’opposizione alla mossa nella seconda camera del parlamento del Regno Unito, la Camera dei Lord.

Le società dell’Irlanda del Nord “già vacillano”

Il tedesco Olaf Scholz ha chiesto al Regno Unito di astenersi dall’intraprendere un’azione unilaterale sul protocollo, mentre il primo ministro belga Alexander De Croo ha affermato che il mancato rispetto dell’accordo del Regno Unito potrebbe rappresentare un problema significativo per il mercato interno dell’UE.

Nel frattempo, gli Stati Uniti hanno incoraggiato i colloqui tra Gran Bretagna e Unione Europea per risolvere lo stallo.

L’ex primo ministro del Regno Unito Theresa May ha avvertito che la rimozione da parte della Gran Bretagna di parti del codice di condotta britannico potrebbe mettere a repentaglio la reputazione della Gran Bretagna di violare il diritto internazionale.

“Le aziende stanno già vacillando per l’aumento dei costi aziendali”, ha affermato Angela McCowan, direttore dell’Irlanda del Nord per l’industria britannica, in risposta a una dichiarazione del governo del Regno Unito.

“L’ultima cosa che vogliono è maggiore incertezza negli accordi commerciali di fronte alle sfide della catena di approvvigionamento globale. Ora più che mai, il raggiungimento di soluzioni commerciali durature richiede flessibilità e compromessi da entrambe le parti per raggiungere pace e prosperità”, ha aggiunto.