Settembre 29, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il ritorno di Russell Wilson a Seattle si conclude con una sconfitta

SEATTLE – Non ci volle molto perché i Seattle Seahawks ei loro fan abbandonassero l’era di Russell Wilson. Non importa se ha portato la squadra a una serie di vittorie consecutive in un decennio. Non importa se ha contribuito a garantire l’unico titolo del Super Bowl della squadra.

Seahawks Wilson è stato ceduto ai Denver Broncos in bassa stagione Era frustrato dalla mancanza di sicurezza nella sua ex squadra e dal desiderio di avere voce in capitolo nelle decisioni individuali. Alla fine, il divario tra Wilson e il club aumentò irrimediabilmente.

Quel divario è un grande motivo per cui Wilson, nonostante tutte le sue vittorie in 10 stagioni a Seattle, è stato inondato di fischi dal momento in cui è sceso in campo per il riscaldamento prima che i Broncos giocassero contro i Seahawks nella loro gara di apertura della stagione lunedì. I fischi sono continuati mentre le squadre sono riemerse per il calcio d’inizio e ogni volta che Wilson ha toccato lo snap o lanciato un ricevitore.

I fischi si sono fermati solo quando è stato sostituito da Seattle Sears negli ultimi momenti della partita: la corsa finale di Wilson si è conclusa quando l’allenatore dei Broncos Nathaniel Hackett ha scelto di inviare il kicker Brandon McManus a un tentativo di field goal da 64 yard a 20 secondi dalla fine. Orologio. Con Wilson che guardava da bordo campo, la sua notte finita, McManus ha mancato il calcio, permettendo ai Seahawks di scappare con una vittoria per 17-16.

“Possono tifare per te, possono urlarti contro, possono amarti un giorno e odiarti il ​​giorno dopo”, ha detto Wilson, cercando di dare una svolta positiva alla perdita. “Questo è il gioco.”

READ  Le forze russe sequestrano la più grande centrale nucleare ucraina e spengono l'incendio

Wilson ha messo a tacere i suoi dubbiosi passando per 340 yard e un touchdown, collaborando con i suoi nuovi ricevitori Jerry Judy e Courtland Sutton per grandi guadagni.

Giocando da dietro nel terzo quarto, Wilson ha guidato i Broncos avanti e indietro nella zona rossa. Ma i Broncos sono arrivati ​​​​senza punti quando i running back Melvin Gordon e Javonte Williams hanno armeggiato su una tribuna sulla linea di porta per aiutare i Seahawks a mantenere il vantaggio di 17-13. Anche un’annunciata difesa di Denver ha fatto alcuni favori a Wilson; È stato ripetutamente penalizzato – 12 volte, per 106 yarde – consentendo ai Seahawks di estendere le unità.

Ma Wilson ha detto che non ha avuto problemi con la decisione di Hackett di andare a McManus per vincere la partita.

“Non credo sia stata una decisione sbagliata; Penso che possa farlo”, ha detto Wilson. “Ovviamente col senno di poi, non l’abbiamo fatto, ma se fossimo di nuovo in quella situazione, non avrei dubbi su qualunque cosa abbia deciso”.

Molti grandi quarterback, ovviamente, sono tornati nelle loro prime case con nuovi colori. Brett Favre a Green Bay. Peyton Manning Indianapolis. Tom Brady nel New England. Nella maggior parte dei casi, i fan spesso mettono da parte la loro lealtà tribale – brevemente – per elogiare i loro ex preferiti prima di prenderli in giro all’inizio del gioco.

Wilson era tutt’altro che contento di tornare a Seattle. È stato licenziato due volte e colpito più volte, con grande gioia del pubblico tutto esaurito al Lumen Field. I fan avevano cartelli con su scritto “Show Russ the Boom” e “12 > 3” – un cenno al soprannome dei Seahawks per i loro fan – il 12° uomo – e la maglia n. 3 di Wilson – un cenno alla leggendaria difesa della Legion of Boom di Seattle. .

READ  Sparatoria in una scuola di Parkland: le famiglie delle vittime fanno causa al governo degli Stati Uniti per il fallimento dell'FBI nel fermare l'uomo armato

“Non indosso la mia maglia Wilson perché non è più un Seahawk”, ha detto il detentore dell’abbonamento di lunga data Sean Ray, arrivato con una maglia di Brian Blades in memoria del ricevitore dei Seahawks degli anni ’90. “Un giorno, Wilson tornerà per ritirare il suo numero e la gente impazzirà. Lo indosserò allora.

I fan dei Seahawks apprezzavano così tanto Wilson che consideravano il suo ex sostituto, Geno Smith, come il nuovo salvatore di Seattle. Smith lanciò un passaggio da touchdown da 38 yard al tight end Will Disley sul primo drive dei Seahawks, spingendo la folla a cantare “G-no! Gee-no!” come se fosse un contendente MVP.

“Nella NFL, non si sa mai quando lo slancio cambierà”, ha detto Smith. “Ogni volta che sei a casa, vuoi iniziare il primo drive e scendere e segnare”.

Dopo nove stagioni ben viaggiate ma poco brillanti, di cui due come riserva di Wilson, Smith – che ora gioca per la sua quarta squadra della NFL – ha detto di sentirsi finalmente vendicato.

“Mi hanno cancellato, ma non ho mai risposto”, ha detto dei suoi critici.

Smith completò i suoi primi 13 passaggi, 23 dei 28 complessivi, e finì con 195 yard e due touchdown. A differenza di Wilson, ha lasciato il campo per applaudire.

Nonostante la sua accoglienza favorevole a Seattle, Wilson sembra aver ripreso il controllo a Denver, dove ora gioca per una squadra difensivamente superiore.

Il grido “non mi infastidisce”, ha detto Wilson. “E’ un ambiente ostile. Lo è sempre stato. Ho dato tutto quello che avevo qui ogni giorno.

READ  Musk ha twittato "Love me tender" pochi giorni dopo l'acquisizione di Twitter

Wilson, noto per la sua attenzione ai dettagli, sembra concentrarsi sul Colorado. Entrando nell’atrio del campus dei Denver Broncos, ha toccato il vetro che contiene i tre trofei Lombardi della squadra e si è preso un momento per rifletterci sopra.

Presumibilmente, Wilson si chiede quanto sia determinato a vincere un altro Super Bowl. A luglio, infatti, Wilson ha postato un video di se stesso che si allenava con le scarpette arancioni e blu con il Trofeo Lombardi sulla schiena. Accanto al trofeo c’erano le parole “4th coming soon”.

I nuovi proprietari dei Broncos, la famiglia Walton, erano così fiduciosi nel potenziale di Wilson che lo hanno premiato con un’estensione del contratto di cinque anni del valore di $ 245 milioni questo mese.

A Seattle le ambizioni sono più modeste. Non ci si aspetta che i Seahawks si contendano i playoff nella NFC poiché rivedono il resto del roster oltre il quarterback. Ma sconfiggendo Wilson, Seattle ha fatto il suo primo passo verso una nuova era.

Ben Schiegel Relazione di Englewood, Colo.