Ottobre 7, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Immagini dettagliate della Nebulosa di Orione riprese dal telescopio James Webb

Immagini dettagliate della Nebulosa di Orione riprese dal telescopio James Webb
  • Immagini dettagliate della Nebulosa di Orione sono state riprese dal telescopio James Webb.
  • Più di 100 scienziati provenienti da 18 paesi hanno partecipato alla produzione delle immagini, per AFP.
  • Lo studio della nebulosa aiuta i ricercatori a comprendere meglio la formazione del nostro sistema solare.

Le immagini appena rilasciate catturate dal James Webb Space Telescope, o JWST, mostrano la Nebulosa di Orione, un vivaio stellare situato a 1.350 anni luce dalla Terra, con dettagli sbalorditivi.

Immagini, Rilasciato lunedì da un team di ricercatori internazionali, frutto della collaborazione di oltre 100 scienziati in 18 paesi, Lo riporta l’agenzia France-Presse. Situata nella costellazione di Orione, la Nebulosa di Orione condivide un ambiente simile a quello in cui si formò il nostro sistema solare più di 4,5 miliardi di anni fa.

“Siamo rimasti sbalorditi dalle incredibili immagini della Nebulosa di Orione”, ha detto. “Abbiamo iniziato questo progetto nel 2017, quindi abbiamo aspettato più di cinque anni per ottenere questi dati”. L’astrofisico Els Peters della Western University in Canada, una delle istituzioni coinvolte nel progetto, in una dichiarazione del college.

“Queste nuove osservazioni ci consentono di capire meglio come le stelle massicce trasformano il gas e la nuvola di polvere in cui sono nate”, ha aggiunto.

Mentre i nuclei dei vivai stellari come la Nebulosa di Orione sono impossibili da studiare perché sono ricoperti di polvere di stelle, JWST assorbe la luce infrarossa, consentendo ai ricercatori di vedere attraverso le nuvole di polvere.

La nebulosa di Orione vista dal telescopio spaziale Hubble (a sinistra) e dal telescopio spaziale James Webb (a destra).

La nebulosa di Orione vista dal telescopio spaziale Hubble (a sinistra) e dal telescopio spaziale James Webb (a destra).

NASA, ESA, CSA e PDRs4All ERS Team; Elaborazione delle immagini di Olivier Bernet.


Le immagini sono abbastanza dettagliate da rivelare strutture all’interno della nebulosa a scale paragonabili alle dimensioni del nostro sistema solare.

“Vediamo chiaramente molti filamenti densi. Queste strutture filamentose possono promuovere una nuova generazione di stelle nelle regioni più profonde della nube di polvere e gas. Appaiono anche sistemi stellari che si stanno già formando”, ha affermato Olivier Bernay, ricercatore in francese. Il National Center for Scientific Research, secondo una dichiarazione della Western University.

Ha aggiunto: “All’interno del suo bozzolo, le giovani stelle sono chiaramente osservate con un disco di polvere e gas in cui si formano i pianeti nella nebulosa. Si possono anche vedere piccole cavità scavate da nuove stelle a causa dell’intensa radiazione e dei venti stellari delle stelle emergenti. ” .

in Comunicato stampa dell’Università del MichiganIl capo dell’astronomia del college, Edwin Bergen, ha affermato che lui e altri ricercatori sperano di “ottenere una comprensione dell’intero ciclo di nascita delle stelle” dalle immagini.

“In questa immagine, stiamo osservando questo ciclo in cui la prima generazione di stelle irradia essenzialmente materia alla successiva. Le straordinarie strutture che stiamo osservando spiegheranno in dettaglio come avviene il ciclo di feedback della nascita stellare nella nostra galassia e oltre, ” Egli ha detto.

La nebulosa di Orione interna vista attraverso il telescopio spaziale James Webb.

La nebulosa di Orione interna vista attraverso il telescopio spaziale James Webb.

NASA, ESA, CSA, riduzione e analisi dei dati: PDRs4All ERS Team; Elaborazione grafica di S. Fuenmayor & O. Berné


JWST è stato lanciato a dicembre, JWST è entrato in funzione a luglio e da allora è in produzione immagini fantastiche subordinare Nebulosa Tarantola E il L’aurora boreale di Giove. All’inizio di quest’anno, anche JWST Rilevamento del vapore acqueo Su un pianeta delle dimensioni di Giove a 1150 anni luce di distanza.

Ad agosto, le immagini del JWST sono state combinate con quelle prodotte dal precedente telescopio spaziale Hubble, per formare Nuove fantastiche immagini da Phantom Galaxyche appartiene a una categoria nota come Great Design Spiral.

READ  La NASA chiede proposte per la seconda sonda lunare Artemis