Novembre 29, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Incredibile esperimento che mostra i bombi “giocare” con le cose

Bumble Bee Flying Flower Close

Il primo studio in assoluto ha mostrato che i bombi “giocano”. L’esperimento, in cui i bombi facevano rotolare palline di legno, è stata la prima volta che il comportamento di gioco di oggetti è stato mostrato in un insetto.

I bombi giocano, secondo una nuova ricerca pubblicata sulla rivista comportamento animale. Questa è la prima volta che un insetto mostra un comportamento di gioco di oggetti, aggiungendo alla crescente evidenza che le api potrebbero provare “emozioni” positive.

Diversi esperimenti sono stati condotti da un team di ricercatori, guidati da scienziati della Queen Mary University di Londra, per testare la loro ipotesi. Hanno mostrato che i bombi facevano di tutto per far rotolare ripetutamente palline di legno nonostante nessun apparente incentivo a farlo.

Secondo i risultati, le api più giovani fanno rotolare più palline rispetto alle api più vecchie. Questi risultati riflettevano il comportamento umano dei bambini piccoli e di altri giovani mammiferi e uccelli che erano i più giocosi. Inoltre, le api maschi facevano rotolare le palle più a lungo delle loro controparti femminili.

Quarantacinque bombi sono stati seguiti nello studio mentre attraversavano un’arena. È stata data loro la possibilità di percorrere un sentiero privo di ostacoli per raggiungere l’area di alimentazione o deviare da questo percorso verso aree con palline di legno. Le singole api hanno ruotato le palle in modo impressionante tra 1 e 117 volte durante l’esperimento. Il comportamento ripetitivo indica che rotolare la palla è stato gratificante.

Ciò è stato supportato da un altro esperimento in cui un diverso gruppo di 42 api ha avuto accesso a due stanze colorate. Una stanza contiene sempre palline in movimento, mentre l’altra stanza non contiene oggetti. Quando successivamente sono state testate e hanno avuto la possibilità di scegliere tra le due camere, poiché nessuna delle due aveva le palle in quel momento, le api hanno mostrato una preferenza per il colore della stanza precedentemente associato alle palle di legno. L’impostazione degli esperimenti ha rimosso qualsiasi idea che le api stessero muovendo le palle per qualsiasi scopo diverso dal gioco. Le palle rotolanti non hanno contribuito alle strategie di sopravvivenza, come ottenere cibo, disordinare o accoppiarsi, e questo è stato fatto in condizioni senza stress.

Lo studio si espande sul lavoro precedente dello stesso laboratorio Queen Mary che ha mostrato che i bombi possono essere addestrati a segnare goal facendo rotolare palle a goal in cambio di una ricompensa alimentare zuccherata. Durante l’esperimento precedente, il team ha notato che i bombi facevano rotolare le palline fuori dall’esperimento, senza ottenere alcuna ricompensa alimentare. La nuova ricerca ha mostrato che le api fanno ripetutamente rotolare le palle senza essere addestrate e senza ricevere alcun cibo per farlo – questo era sia volontario che spontaneo – e quindi simile al comportamento di gioco visto in altri animali.

Samadi Galpayage, primo autore dello studio e dottorando presso la Queen Mary University di Londra, ha dichiarato: “È certamente sorprendente, a volte anche divertente, vedere i bombi mostrare qualcosa di simile ai giocattoli. Si avvicinano e manipolano questi ‘giocattoli’ più e più volte Dimostra, una volta per tutte. Un altro, che nonostante le piccole dimensioni del loro cervello, sono più di piccoli esseri robotici.Potrebbero infatti sperimentare una sorta di stati emotivi positivi, anche se primitivi, come altri grandi animali che sono sottili o non molto sottili. Questo tipo di scoperta ha implicazioni sulla nostra comprensione della coscienza e del benessere degli insetti, speriamo che ci incoraggerà a rispettare e proteggere la vita sulla Terra più che mai”.

Il professor Lars Chitka, professore di ecologia sensoriale e comportamentale alla Queen Mary University di Londra, capo del laboratorio e autore del recente libro The Bee Brain, ha dichiarato: “Questa ricerca fornisce una forte indicazione che i cervelli degli insetti sono molto più sofisticati di quanto potremmo immagina. Ci sono molti animali là fuori che giocano solo per divertimento, ma la maggior parte degli esempi proviene da piccoli mammiferi e uccelli.

“Stiamo producendo una quantità sempre crescente di prove a sostegno della necessità di fare tutto il possibile per proteggere gli insetti a milioni di miglia di distanza dalle creature spericolate e prive di emozioni tradizionalmente ritenute”.

Riferimento: “I bombi giocano?” Di Heroni Samadi Galbage Donna, Quinn Solvey, Amelia Kowaluska, Carly McKella, Hadi Mabodi e Lars Schitka, 19 ottobre 2022, comportamento animale.
DOI: 10.1016 / j.anbehav.2022.08.013

READ  Gli astronomi hanno scoperto il buco nero più vicino sulla Terra: nel cortile cosmico