Gennaio 28, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Infezione da COVID di nuovo al di sopra della soglia di rischio elevato in Minnesota

Infezione da COVID di nuovo al di sopra della soglia di rischio elevato in Minnesota

Le infezioni da coronavirus sono nuovamente aumentate al di sopra della soglia di alto rischio in Minnesota, ma i funzionari sanitari sperano che i livelli di immunità al COVID-19 limiteranno il numero di casi che portano al ricovero o alla morte.

Il Minnesota per la prima volta in due mesi ha identificato più di 1.000 infezioni al giorno, nonostante la crescente popolarità dei test rapidi dell’antigene COVID-19 a casa che non sono inclusi nelle statistiche statali. Le 1.003 infezioni tra i campioni raccolti il ​​13 aprile hanno portato il tasso di casi di COVID-19 in Minnesota a 12 ogni 100.000 residenti, al di sopra di una soglia di 10 che indica una diffusione virale significativa.

Dimitri Drikunga, uno specialista in malattie infettive a Minneapolis, in Virginia, ha affermato che le persone sono ansiose di superare la pandemia ma devono comunque prendere precauzioni come rimanere aggiornati sulle vaccinazioni e indossare maschere sui mezzi pubblici, indipendentemente dal fatto che sia obbligatorio o meno. centro medico.

“[The] Il messaggio dovrebbe passare da “stiamo andando avanti” a “stiamo meglio ma siamo ancora a rischio e possiamo essere migliori”.

I ricoveri sono già aumentati in risposta al passaggio dai 183 del 10 aprile ai 215 di mercoledì. Tuttavia, solo 24 dei ricoveri COVID-19 richiedono terapia intensiva e quel numero giornaliero è in calo da metà dicembre.

Il Minnesota ha riportato altri tre decessi per COVID-19 giovedì, ma il numero dei decessi non è aumentato in risposta all’ultimo aumento delle infezioni. Vaccinazioni e infezioni senza precedenti durante l’ondata di Omicron COVID-19 di gennaio hanno lasciato a molti residenti del Minnesota un’immunità almeno temporanea, riducendo il rischio di malattie gravi.

READ  Talebani ordina a tutte le donne afghane di indossare il burqa | Afghanistan

Anche le reinfezioni sono aumentate nelle ultime due settimane, indicando che l’immunità potrebbe diminuire. 119 casi di reinfezione sono stati identificati dai campioni raccolti il ​​13 aprile – più di 1 caso su 10 COVID-19 identificato in quella data. Complessivamente, più di 1,4 milioni di infezioni conosciute in Minnesota includono di nuovo 64.260 infezioni. Il bilancio delle vittime del COVID-19 nello stato ha raggiunto 12.482.

La variante del coronavirus BA.2 rimane responsabile del piccolo ma costante aumento dell’attività COVID-19 in Minnesota nell’ultimo mese. BA.2 è stato trovato nell’84% dei campioni positivi al COVID-19 analizzati mediante sequenziamento genetico nella settimana terminata il 9 aprile, secondo i dati del Dipartimento della Salute del Minnesota pubblicati mercoledì. Ciò rappresenta un aumento rispetto al 61% della settimana precedente.

Il campionamento delle acque reflue nelle Twin Cities ha rilevato anche una maggiore quantità di materiale virale e che una parte maggiore era costituita da BA.2. I risultati aggiornati dell’impianto di trattamento delle acque reflue metropolitane sono previsti venerdì.

L’attività vaccinale contro COVID-19 è aumentata in Minnesota, con 71.962 dosi somministrate nella settimana del 10 aprile, rispetto alle 17.511 nella settimana del 20 marzo.

Tuttavia, lo stato è ancora bloccato al 49% nel tasso di Minnesota 5 e oltre che è aggiornato su un vaccino COVID-19, il che significa che hanno recentemente completato la serie iniziale o hanno ricevuto booster programmati per mantenere l’immunità.

L’aumento della somministrazione del vaccino è in gran parte tra le persone che ricevono un secondo richiamo, che le autorità federali hanno approvato alla fine del mese scorso. I secondi richiami sono consentiti per le persone di età pari o superiore a 50 anni, che hanno un sistema immunitario indebolito o hanno ricevuto solo il vaccino Johnson & Johnson meno efficace.

READ  Analista: Putin cerca un cambio di regime, che potrebbe invadere l'Ucraina

Tutte le contee del Minnesota sono elencate come a basso rischio COVID-19 dai Centers for Disease Control and Prevention, il che significa che non ci sono raccomandazioni per l’uso diffuso e pubblico di maschere all’interno per ridurre la trasmissione del virus. Il Determinazione del rischio CDC Dipende da una combinazione di infezione locale e livelli di ospedalizzazione.

Solo il 27% dei residenti del Minnesota indossa maschere in pubblico la maggior parte del tempo o tutto il tempo, secondo il Dati del sondaggio COVIDcastin calo dal 63% al culmine dell’ondata pandemica di Omicron a metà gennaio.