Novembre 29, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Interruzioni di corrente in alcune parti dell’Ucraina dopo i “massicci” attacchi russi | notizie di guerra tra Russia e Ucraina

Interruzioni di corrente in alcune parti dell'Ucraina dopo i "massicci" attacchi russi |  notizie di guerra tra Russia e Ucraina

Centinaia di migliaia di persone sono state tagliate fuori dal potere nell’Ucraina centrale e occidentale dopo che la Russia ha effettuato massicci attacchi con droni e missili, con pesanti combattimenti continuati nelle regioni sudorientali di Luhansk, Donetsk e Kherson mentre la Russia lotta per arginare la rinnovata avanzata dell’Ucraina.

L’aviazione ucraina ha dichiarato sabato in una dichiarazione che la Russia ha lanciato un “ampio attacco missilistico” mirato a “infrastrutture critiche”, ore dopo che le sirene hanno suonato in tutto il paese. Ha detto di aver abbattuto 18 dei 33 missili da crociera lanciati dall’aria e dal mare.

Funzionari locali nelle regioni dell’Ucraina hanno riferito di scioperi agli impianti elettrici e blackout mentre gli ingegneri si affrettavano a riparare la rete danneggiata. Alcuni hanno consigliato ai residenti di accumulare acqua in caso di interruzione.

La Russia ha intensificato i suoi attacchi alle centrali elettriche, ai sistemi di approvvigionamento idrico e ad altre infrastrutture chiave in tutto il paese dal 10 ottobre, distruggendo un terzo delle centrali elettriche ucraine in un’apparente risposta a un attacco al ponte di Crimea, un’importante rotta di rifornimento militare, e la maggior parte recentemente. I progressi compiuti dalle forze ucraine.

(L’isola)

Niente elettricità, niente acqua

Dopo che la prima ondata di missili ha colpito la mattina presto, le sirene hanno suonato di nuovo in tutto il paese alle 11:15 ora locale (08:15 GMT).

Uknergo, l’operatore della rete statale, ha affermato che gli attacchi hanno preso di mira le infrastrutture di trasporto nell’Ucraina occidentale, ma sono state imposte restrizioni all’alimentazione in 10 regioni del paese, inclusa la capitale, Kiev.

L’ammontare del danno è paragonabile o può superare le conseguenze degli attacchi [between] 10-12 ottobre”, ha scritto Uknergo sull’app Telegram, riferendosi alla prima ondata di scioperi al sistema energetico ucraino la scorsa settimana.

READ  Analista: Putin cerca un cambio di regime, che potrebbe invadere l'Ucraina

“Un altro attacco missilistico da parte di terroristi che stanno combattendo contro le infrastrutture e le persone civili”, ha scritto sull’app Telegram il capo di stato maggiore del presidente ucraino, Andriy Yermak.

La città occidentale di Khmelnytskyi, che si trova sul fiume Bug e aveva una popolazione di circa 275.000 persone prima della guerra, non era priva di elettricità, subito dopo che i media locali hanno riportato diverse forti esplosioni.

Il consiglio comunale ha esortato i residenti a fare scorta di acqua, “nel caso scompaia anche entro un’ora”, in un post sui social media sabato.

Il sindaco di Lutsk, una città di 215.000 persone situata nell’estremo ovest dell’Ucraina, sabato ha lanciato un appello simile tramite Telegram. Ha detto che l’alimentazione a Lutsk è stata parzialmente interrotta dopo che i missili russi hanno colpito le strutture elettriche locali.

Le autorità locali hanno detto su Telegram che anche la città centrale di Uman, un importante centro di pellegrinaggio per gli ebrei chassidici che contava circa 100.000 prima della guerra, è stata immersa nell’oscurità dopo che un missile ha colpito una vicina centrale elettrica.

Parlando con Agence France-Presse sabato, Oknergo ha affermato che alcune parti dell’Ucraina hanno ridotto il consumo di elettricità fino al 20%.

“Siamo grati sia alle persone, che hanno ridotto i propri consumi a casa, sia alle aziende, che stanno facendo lo stesso nei loro uffici e luoghi di lavoro. Vediamo risparmi in diverse regioni e in diversi giorni, il livello di riduzione varia”, ha affermato il presidente dell’Oknergo Volodymyr Kudretsky in un commento scritto all’AFP.Il consumo volontario è in media dal 5 al 20 percento.

READ  In viaggio in Medio Oriente, Biden rassicura gli israeliani sui colloqui sul nucleare iraniano

All’inizio di questa settimana, il presidente Volodymyr Zelensky ha invitato i consumatori a limitare il loro consumo di energia tutti i giorni dalle 7:00 alle 11:00 e ad evitare l’uso di apparecchi ad alta intensità energetica come i riscaldatori elettrici.

Combattimenti a Cherson

Nel frattempo, sabato il ministero della Difesa russo ha dichiarato che le sue forze hanno respinto i tentativi offensivi ucraini nelle regioni meridionali di Luhansk e Donetsk e nella regione meridionale di Kherson.

Ha affermato che le forze russe hanno impedito all’Ucraina di sfondare la sua linea di difesa nella regione di Kherson attraverso gli insediamenti di Pyatikatki, Sukhanov, Sablokivka e Bezvodny.

Le autorità ucraine affermano di aver catturato circa 88 città della regione. Al Jazeera non è stato in grado di verificare in modo indipendente i rapporti dal campo di battaglia.

I civili sfollati dalla regione ucraina di Kherson, controllata dalla Russia, arrivano a una stazione ferroviaria nella città di Dzhankoy, Crimea, il 20 ottobre 2022. REUTERS/Alexey Pavlichak IMMAGINI TPX DEL GIORNO
I civili evacuati dalla regione ucraina di Kherson, controllata dalla Russia, arrivano in una stazione ferroviaria nella città di Dzhankoy, in Crimea, il 20 ottobre 2022. [Alexey Pavlishak/Reuters]

Kherson è una delle quattro regioni ucraine annesse illegalmente da Mosca il mese scorso.

Russia e Ucraina si sono anche accusate a vicenda di pianificare l’esplosione di un’enorme diga nella regione di Kherson. Il presidente Volodymyr Zelensky ha affermato che le forze russe stavano piazzando esplosivi nella diga di Nova Kakhovka.

Ha avvertito che la sua distruzione sarebbe stata catastrofica. Nel frattempo, i funzionari russi a Kherson hanno accusato l’Ucraina di aver lanciato missili contro la diga.

Nessuna delle parti ha fornito prove per le loro accuse.

Kimberly Halkett di Al Jazeera ha parlato dalla Casa Bianca al coordinatore per le comunicazioni strategiche del Consiglio di sicurezza nazionale John Kirby, il quale ha affermato che l’attacco della Russia alle infrastrutture civili, comprese le presunte infrastrutture sulla diga, è stato “totalmente inaccettabile”.

READ  Le crescenti perdite russe in Ucraina hanno portato a più domande sulla sua prontezza militare

“È un altro esempio della brutalità russa contro il popolo ucraino che cerca di instillare in loro paura mentre cerca di influenzare la loro capacità di resistere a quello che sarà probabilmente un freddo inverno”, ha detto.