Luglio 16, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Just Stop Oil sta pianificando un’estate di proteste negli aeroporti

Just Stop Oil sta pianificando un’estate di proteste negli aeroporti

Un portavoce dell’Airport Operators Association (AOA), l’ente commerciale degli aeroporti del Regno Unito, ha affermato che gli attivisti di Just Stop Oil hanno infranto la legge tagliando le recinzioni per ottenere l’accesso all’aeroporto di Stansted.

Un portavoce del gruppo di attivisti per il clima ha dichiarato: “Siamo pienamente consapevoli che gran parte di ciò che facciamo è illegale, e questo è l’obiettivo”.

L’AOA ha continuato: “Tali azioni all’aeroporto sono pericolose e minacciano la sicurezza dei passeggeri e dei dipendenti.

“Invece di impegnarsi in acrobazie controproducenti e dirompenti, invitiamo i gruppi ambientalisti a collaborare con l’industria per comprendere e sostenere il duro lavoro che l’aviazione sta svolgendo per decarbonizzare le sue attività, dall’utilizzo di fonti energetiche più verdi per le operazioni aeroportuali al rifornimento sostenibile dei nostri aerei.

“Ciò garantirà che il Regno Unito mantenga la sua reputazione di luogo accogliente, amichevole e accessibile per turisti e imprese, e sosterrà i posti di lavoro, i mezzi di sussistenza e le vacanze da cui tutti dipendiamo”.

La polizia dell’Essex ha successivamente affermato che due donne erano state arrestate con l’accusa di danni criminali e interferenza con l’uso delle infrastrutture nazionali dopo che la vernice arancione era stata spruzzata su due aerei.

All’inizio di questa settimana, altri due attivisti di Just Stop Oil sono stati arrestati e rilasciati su cauzione dopo aver lanciato polvere di vernice arancione a Stonehenge.

Il gruppo in seguito affermò che la vernice si sarebbe lavata via con la pioggia, ma English Heritage espresse preoccupazione per i potenziali danni al monumento vecchio di 5.000 anni e per i rari licheni che crescevano sulle pietre.

Rowling, l’autrice di Harry Potter, in seguito ha deriso il gruppo sui social media, dicendo: “L’opinione pubblica si sta certamente muovendo, soprattutto verso la conclusione che siete finanziati dalle Big Oil”.

READ  Il fondatore del miliardario Paul Mitchell sta investendo in barriere coralline artificiali