Ottobre 6, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La Cina impone sanzioni al viceministro lituano per aver visitato Taiwan

La Cina impone sanzioni al viceministro lituano per aver visitato Taiwan

L’emblema dello stato della Lituania presso la sua ambasciata a Pechino, Cina, 15 dicembre 2021. REUTERS/Carlos Garcia Rollins

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

PECHINO (Reuters) – Il ministero degli Esteri cinese ha dichiarato venerdì di aver imposto sanzioni al viceministro dei trasporti e delle comunicazioni lituano, Agni Vaisikevisiot, per la sua visita a Taiwan, l’ultimo sviluppo di una lite diplomatica tra Pechino e l’Unione europea.

Il ministero degli Esteri ha affermato che la Cina sospenderà anche gli affari con il ministero di Vasikowice e la cooperazione nei trasporti con la Lituania, una piccola repubblica baltica.

Il ministero dei Trasporti e delle Comunicazioni lituano ha dichiarato di essersi rammaricato per l’annuncio della Cina.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

“Pechino sceglie di continuare e intensificare il corso delle azioni illegali contro uno Stato membro dell’UE”, ha affermato il ministero lituano in una nota a Reuters.

“Questo non solo favorisce lo sviluppo delle relazioni della Cina con il mondo democratico, ma riflette anche la politica dichiarata finora da Pechino di non ostacolare lo sviluppo di relazioni reciprocamente vantaggiose con Taiwan, una delle economie più avanzate del mondo”.

La Cina rivendica Taiwan come suo territorio e si oppone ai politici stranieri che visitano l’isola. Taiwan governata democraticamente respinge le accuse della Cina.

Sabato il ministero degli Esteri di Taiwan ha denunciato le sanzioni, dicendo che equivalgono a “vendetta irrazionale” da parte della Cina.

“Taiwan si impegna a continuare a fare del suo meglio per aiutare la Lituania ad affrontare l’irragionevole e arbitraria repressione del governo cinese”, ha affermato il ministero in una nota.

READ  Doppio arcobaleno su Buckingham Palace dopo la morte della regina Elisabetta II: 'un simbolo duraturo'

Il recente rafforzamento delle relazioni lituane con Taiwan ha fatto arrabbiare Pechino e ha portato a un calo quasi nullo delle esportazioni lituane verso la Cina nel primo trimestre di quest’anno.

Vaisukevisiot ha dichiarato venerdì su Twitter di aver visitato tre città e due porti marittimi e di aver tenuto 14 riunioni a Taiwan in cinque giorni.

“Una settimana fruttuosa a Taiwan, cercando più strade per la collaborazione di LT Transport con TW Shipping, Shipping and Aviation”, ha scritto su Twitter, riferendosi a Lituania e Taiwan come loro abbreviazioni.

Vaisiokivisiot ha visitato Taiwan pochi giorni dopo la visita del presidente della Camera degli Stati Uniti Nancy Pelosi. In risposta alla visita di Pelosi, la Cina ha lanciato vaste esercitazioni militari intorno a Taiwan, imponendo sanzioni a Pelosi e restrizioni commerciali con Taiwan.

Quando Jovita Neleubsen, viceministro dell’Economia e dell’innovazione della Lituania, ha visitato Taipei a giugno, ha affermato che la Lituania prevede di aprire un ufficio di rappresentanza a Taiwan a settembre.

La Lituania è stata sottoposta a continue pressioni cinesi per revocare la decisione dello scorso anno di consentire a Taiwan di aprire un’ambasciata de facto nella capitale, Vilnius, con il proprio nome.

La Cina ha declassato le relazioni diplomatiche con la Lituania e ha fatto pressioni sulle multinazionali affinché troncassero i legami con essa.

A gennaio, l’Unione europea ha lanciato una sfida all’Organizzazione mondiale del commercio accusando la Cina di pratiche commerciali discriminatorie nei confronti della Lituania e sostenendo che ciò minaccia l’integrità del mercato unico del blocco.

La Cina ha affermato di aver sempre aderito alle regole dell’OMC e che il suo problema con la Lituania è di natura politica piuttosto che economica.

Rapporti aggiuntivi di Yu Lun Tian a Pechino e Augustus Stankevicius a Vilnius; Segnalazione aggiuntiva di Ben Blanchard a Londra. Montaggio di Mark Heinrich, Paul Simao e William Mallard

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.