Luglio 23, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La Corte Suprema rende più difficile per i rivoltosi del Campidoglio accusare Trump di metterli al bando

La Corte Suprema rende più difficile per i rivoltosi del Campidoglio accusare Trump di metterli al bando

WASHINGTON (AP) — Corte Suprema Venerdì, le rivolte del Campidoglio hanno reso più difficile accusare gli imputati di ostruzione, accusa che è stata accusata anche contro l’ex presidente Donald Trump.

Giudici Deciso 6-3 L’accusa di ostruzione ad azioni ufficiali, emanata nel 2002 in risposta allo scandalo finanziario che fece crollare Enron Corp., richiede la prova che gli imputati abbiano tentato di distruggere o distruggere documenti. Solo poche persone Ha preso d’assalto violentemente il Campidoglio Il 6 gennaio 2021 rientri in quella categoria.

La decisione potrebbe essere usata come foraggio per le affermazioni di Trump e dei suoi alleati repubblicani secondo cui il Dipartimento di Giustizia avrebbe trattato ingiustamente gli imputati delle rivolte del Campidoglio.

Non so quale sarà il verdetto della corte Il caso contro Trump A Washington, però L’avvocato speciale Jack Smith L’ex presidente ha detto che non sarà toccato dalle accuse pendenti.

L’alta corte ha rinviato il caso dell’ex agente di polizia della Pennsylvania Joseph Fischer a un tribunale di grado inferiore per decidere se Fischer potesse essere accusato di ostruzione. Fischer è stato accusato di aver sfidato la certificazione del Congresso Vittoria del democratico Joe Biden alle elezioni presidenziali del 2020 Su Trump.

Fischer è una delle circa 350 persone accusate di ostruzione. Alcuni si sono dichiarati colpevoli o sono stati condannati per accuse minori.

Il giudice capo John Roberts ha scritto il parere della Corte, affiancato dai giudici conservatori Samuel Alito, Neil Gorsuch, Brett Kavanagh e Clarence Thomas e dal giudice liberale Katanji Brown Jackson.

Roberts ha scritto che una lettura ampia della legge proibizionista “criminalizzerebbe un’ampia gamma di comportamenti sofisticati, imprigionando attivisti e lobbisti per decenni”.

READ  Il giudice di Maricopa consente il processo per una breve parte del caso elettorale di Kari Lake in Arizona

Il giudice Amy Coney Barrett ha dissentito, affiancato dai giudici Elena Kagan e Sonia Sotomayor.

Circa 170 imputati di Capital Rebellion, tra cui leader di due gruppi estremisti di estrema destra, sono stati accusati di aver ostacolato o cospirato per ostacolare una sessione congiunta del Congresso il 6 gennaio. Ragazzi orgogliosi E Custodi dell’impegno. Molte delle sentenze degli imputati sono state ritardate in attesa di una decisione della giuria sulla questione.

Alcuni ribelli hanno anche ottenuto la scarcerazione anticipata, in attesa di appello per il timore che potrebbero scontare più tempo del dovuto se la Corte Suprema si pronunciasse contro la magistratura. Tra loro c’è Kevin Seyfried, un uomo del Delaware Minacciato un agente di polizia nero Con un palo attaccato a una bandiera di battaglia confederata mentre prendeva d’assalto il Campidoglio. Seefried è stato condannato a tre anni di prigione l’anno scorso, ma un giudice recentemente gli ha ordinato di scontare una pena di un anno in attesa della sentenza della Corte Suprema.

La maggioranza dei giudici delle corti di grado inferiore che sono intervenuti hanno lasciato che l’accusa rimanesse. In essi, il giudice distrettuale americano Daphne Friedrich nominato da Trump ha scritto che “le leggi spesso trascendono il male fondamentale che le anima”.

Ma il giudice distrettuale americano Carl Nichols, un altro nominato da Trump, ha respinto le accuse contro Fischer e altri due imputati, scrivendo che i pubblici ministeri sono andati troppo oltre. Un collegio separato della corte d’appello federale di Washington ha ripristinato l’accusa prima che la Corte Suprema accettasse di occuparsi del caso.

READ  Al via in Cile il referendum sulla costituzione più progressista del mondo Chile

1.400 persone sono state accusate di crimini federali legati alle rivolte del Campidoglio. Circa 1.000 di loro si sono dichiarati colpevoli o sono stati condannati da una giuria o da un giudice al termine di un processo.

L’ufficio del procuratore americano a Washington, che ha trattato i casi del 6 gennaio, ha affermato che nessuno dei condannati o interdetti dalle accuse sarà completamente prosciolto a causa della sentenza. Ciascun imputato ha altri reati o reati minori, o entrambi, hanno detto i pubblici ministeri.

Per circa 50 persone condannate, l’unica accusa era quella di ostruzione, hanno detto i pubblici ministeri. Di questi, circa due dozzine che stanno ancora scontando la pena saranno probabilmente colpiti dalla sentenza.

___

Segui la copertura di AP sulla Corte Suprema degli Stati Uniti https://apnews.com/hub/us-supreme-court.