Settembre 28, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La guerra tra Russia e Ucraina: aggiornamenti in tempo reale – The New York Times

La guerra tra Russia e Ucraina: aggiornamenti in tempo reale - The New York Times
a lui attribuito…Timothy A. Clary/AFP – Getty Images

L’amarezza e l’acrimonia dell’invasione russa dell’Ucraina si sono riversate ancora una volta sui campi da tennis agli US Open giovedì, quando Victoria Azarenka della Bielorussia ha battuto l’ucraina Marta Kostyuk in due set 6-2 6-3.

Kostyuk, che ha dichiarato la sua convinzione che i giocatori provenienti da Russia e Bielorussia dovrebbero essere banditi dal praticare questo sport, ha rifiutato di stringere la mano ad Azarenka dopo la sua sconfitta, scegliendo di fare clic con Azarenka solo quando è finita.

Ad aprile Kostyuk e molti altri giocatori ucraini hanno chiesto alle organizzazioni di governo del tennis di chiedere ai tennisti russi e bielorussi se hanno sostenuto la guerra e di denunciarla se non l’hanno fatto. In assenza di pubblicità contro la guerra, Kostyuk e altri giocatori ucraini hanno affermato che i giocatori di Russia e Bielorussia dovrebbero essere banditi da qualsiasi evento internazionale.

“Arriva un momento in cui il silenzio è un tradimento, e ora è il momento”, si legge nella dichiarazione dei giocatori.

Parlando ai giornalisti in una conferenza stampa post-partita, Kostyuk ha chiarito che non le interessa stringere la mano a giocatori che non si sono espressi contro la brutalità della guerra. Ha anche criticato i giocatori russi e bielorussi per non aver comunicato con i giocatori ucraini, molti dei quali non sono stati in grado di tornare a casa da quando la Russia ha invaso il loro paese a febbraio.

Kostyuk ha scritto ad Azarenka prima della partita per dirle che non le avrebbe stretto la mano dopo la partita, ma i due non hanno parlato in anticipo.

READ  Boris Johnson difende le sue azioni mentre altri alleati conservatori se ne vanno

Era la seconda volta in due settimane che Kostyuk inseguiva Azarenka, che è apparsa più volte negli ultimi anni con il presidente bielorusso Alexander Lukashenko. La scorsa settimana, Kostyuk ha spinto i funzionari della US Tennis Association a vietare ad Azarenka di partecipare a una mostra a favore dei soccorsi in Ucraina. Giovedì ha difeso quelle azioni, dicendo che avrebbero assomigliato a una presenza tedesca a favore degli ebrei europei durante la seconda guerra mondiale.

Azarenka prevedeva di partecipare al duello fino a quando Kostyuk e altri giocatori ucraini non avessero protestato.

Poco dopo il discorso di Kostyuk giovedì, Azarenka ha tenuto la sua conferenza stampa e ha difeso le sue azioni. Ha detto di aver contattato giocatori dall’Ucraina ma di aver inviato messaggi tramite intermediari con il WTA Tour, che la aiuta a gestirla come membro del consiglio dei giocatori.

“Ho avuto un messaggio molto chiaro fin dall’inizio, che sono qui per cercare di aiutare, e ho fatto molto”, ha detto Azarenka. “Forse non è qualcosa che la gente vede. E non è quello che faccio per questo. Lo faccio per le persone bisognose, o per i piccoli che hanno bisogno di vestiti, o per altre persone che hanno bisogno di soldi o altre persone che hanno bisogno di mezzi di trasporto o altro. Questo è ciò che è importante a me.” a me, per aiutare i bisognosi”.

Azarenka ha detto che se Kostyuk voleva parlarle, era “in qualsiasi momento disponibile ad ascoltare e cercare di capire ed entrare in empatia”. Ha aggiunto: “Penso che l’empatia in un momento come questo sia davvero importante”.

La tensione tra i giocatori dei paesi in guerra è in aumento da mesi.

READ  I capi della finanza del G7 concordano su un tetto per i prezzi del petrolio russo, ma il livello non è stato ancora determinato

Iga Swiatek, la polacca numero 1 al mondo che ha organizzato una raccolta fondi per i soccorsi in Ucraina e ha condannato l’invasione, ha affermato che i leader sportivi hanno perso un’opportunità per gestire queste tensioni quando è scoppiata la guerra.

“In questo momento, credo che sia troppo tardi per risolvere il problema”, ha detto Swiatek giovedì. “In questo momento, è facile dire che potrebbe esserci stata una mancanza di leadership, ma all’epoca non sapevo nemmeno cosa fare”.