Novembre 30, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La maggior parte degli ucraini è favorevole a combattere per la vittoria in guerra: un sondaggio

La maggior parte degli ucraini è favorevole a combattere per la vittoria in guerra: un sondaggio

La stragrande maggioranza degli ucraini è favorevole a continuare a combattere la guerra contro la Russia fino alla vittoria, Secondo Gallup poll.

Il sondaggio pubblicato martedì ha mostrato che il 70% degli ucraini sostiene la lotta contro la Russia fino a quando l’Ucraina non vincerà la guerra, mentre solo il 26% afferma di essere favorevole a negoziare la fine della guerra il prima possibile.

Gli intervistati hanno riscontrato un forte sostegno alla guerra tra tutti i principali gruppi demografici, ma alcuni gruppi sostengono più di altri il proseguimento dei combattimenti finché necessario.

Più di tre quarti degli uomini sostiene la lotta per la vittoria, mentre il 64% delle donne ha affermato lo stesso. Otto ucraini su 10 con quattro anni di istruzione dopo l’immatricolazione sostengono il proseguimento della guerra, mentre più di due terzi di quelli con un’istruzione secondaria o meno lo fanno.

Il sostegno alla guerra è più forte nelle parti occidentali del paese, vicino alla capitale Kiev, e nelle parti centrali e settentrionali dell’Ucraina.

Almeno tre quarti degli ucraini sostengono il proseguimento della guerra in queste regioni, ma una maggioranza più piccola del 56% e del 58% nell’est e nel sud, dove la Russia ha invaso, ha affermato di sostenere il proseguimento della guerra.

Più del 90 per cento di coloro che hanno affermato di sostenere la lotta per la vittoria ha affermato che il successo significherebbe che l’Ucraina reclamerà tutti i territori che la Russia ha occupato dal 2014, inclusa la Crimea.

La Russia ce l’ha Importanteere Ucraina Ha effettuato attacchi missilistici e droni per più di una settimana dopo l’esplosione su un ponte che collega la Russia alla Crimea, che la Russia ha attribuito all’Ucraina. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato che un terzo delle centrali elettriche del Paese è stato distrutto, provocando diffusi blackout.

Rapporti multipli hanno detto che la Russia Affidarsi ai droni iraniani di attaccare l’Ucraina, un’affermazione che il portavoce del Cremlino ha rifiutato di confermare.

L’Ucraina ha rivendicato migliaia di chilometri quadrati del suo territorio dalla Russia durante la sua controffensiva nell’ultimo mese e mezzo.