Novembre 30, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La russa Gazprom cancella il dividendo per la prima volta dal 1998

La russa Gazprom cancella il dividendo per la prima volta dal 1998

Gazprom ha registrato profitti record nel 2021 grazie all’aumento dei prezzi delle materie prime.

Alleanza fotografica | Alleanza fotografica | Getty Images

colosso energetico russo Gazprom Giovedì, ha perso più di un quarto del suo valore di mercato dopo che la società statale ha deciso di non pagare i dividendi.

“Gli azionisti hanno deciso che nella situazione attuale non è opportuno pagare dividendi in base ai risultati del 2021”, ha affermato in una nota il vicepresidente di Gazprom Famil Sadygov.

“Al momento, Gazprom dà priorità all’attuazione del suo programma di investimenti, compreso l’ampliamento delle infrastrutture del gas nelle regioni della Federazione Russa e ai preparativi per il prossimo inverno. Inoltre, non c’è dubbio che dobbiamo essere pronti a adempiere ai nostri obblighi di pagare l’aumento delle tasse.

Si dice che la decisione, che ha segnato la prima volta dal 1998 che la società non ha pagato un dividendo, annulli la raccomandazione del consiglio di pagare un dividendo di 52,53 rubli ($ 1) per azione.

Il prezzo delle azioni Gazprom è sceso del 27% prima che la Borsa di Mosca intervenisse per interrompere le negoziazioni.

Gazprom menzionato Profitti record nel 2021 grazie all’aumento dei prezzi delle materie prime, ma una raffica di sanzioni economiche sulla scia dell’attacco russo all’Ucraina minaccia di tagliare le sue entrate.

Nelle ultime settimane, i ridotti flussi di gas russo verso l’Europa attraverso il gasdotto Nord Stream 1 hanno accresciuto i timori di una possibile carenza di approvvigionamento invernale.

Azienda energetica tedesca Uniper Martedì ha ritirato le sue previsioni finanziarie per il 2022 sui vincoli di approvvigionamento di Gazprom, mentre il governo tedesco ha recentemente ritirato annunciare Si stava spostando al cosiddetto “livello di allerta” del piano di emergenza del gas.

READ  I concessionari di auto hanno aumentato i prezzi fino all'82% rispetto alla vendita al dettaglio poiché Ford minaccia di trattenere le auto nuove

Ciò significa che la più grande economia europea sta attualmente affrontando un alto rischio di penuria di gas a lungo termine.

I politici in Europa si stanno affrettando a riempire il deposito sotterraneo con forniture di gas naturale per fornire alle famiglie carburante sufficiente per mantenere le luci e le case calde quando torneranno i freddi mesi invernali.

L’Unione Europea, che riceve quasi il 40 per cento del suo gas attraverso i gasdotti russi, sta cercando di ridurre rapidamente la sua dipendenza dagli idrocarburi russi in risposta all’attacco durato mesi dal Cremlino all’Ucraina.