Dicembre 8, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La sterlina è scesa drasticamente rispetto al dollaro dopo il mini budget del governo

La sterlina è scesa drasticamente rispetto al dollaro dopo il mini budget del governo

LONDRA – La sterlina britannica ha toccato il minimo storico lunedì contro il dollaro USA a causa delle preoccupazioni del mercato sui piani del nuovo governo di aumentare la crescita dopo aver svelato la più grande revisione del sistema fiscale degli ultimi 50 anni.

Il forte calo del valore della sterlina ha accresciuto la pressione sul governo britannico alle prese con l’aumento del debito pubblico e una crisi del costo della vita, in mezzo al deterioramento della fiducia degli investitori. Ha anche sollevato la possibilità che la Banca d’Inghilterra intervenisse sui mercati valutari per sostenere la sterlina britannica.

Il calo della sterlina riflette in parte la forza del dollaro USA, che è stato favorito dall’aumento dei tassi di interesse. Ma la sterlina è scesa anche nei confronti dell’euro, indicando preoccupazioni specifiche per l’economia britannica.

Chi è Liz Truss, il nuovo Primo Ministro del Regno Unito?

La sterlina è crollata al minimo storico di 1,0327 dollari negli scambi asiatici all’inizio di lunedì, prima di recuperare terreno e stabilizzarsi intorno a 1,07 dollari, ancora molto al di sotto di dove era venerdì mattina prima che il governo svelasse il suo “mini-budget”.

Naturalmente, una valuta debole non riflette necessariamente un’economia debole. In molti casi, sarebbe vantaggioso, ad esempio, rendere le esportazioni britanniche più convenienti per i consumatori statunitensi, quindi una sterlina debole aumenterebbe le vendite all’estero per le aziende orientate all’esportazione. Ma ciò significa che qualsiasi cosa denominata in dollari, come i costi energetici, aumenterà per i consumatori.

È una buona notizia per i turisti americani nel Regno Unito, che improvvisamente scoprono che i loro dollari vanno molto oltre.

READ  Con Twitter allo sfascio, Mastodon è in fiamme

Tuttavia, in questo caso, sembra riflettere una perdita di fiducia nella capacità del governo di gestire le finanze del Paese.

E il nuovo ministro delle Finanze Kwasi Quarting ha annunciato, venerdì, un pacchetto di tagli alle tasse del valore di 45 miliardi di sterline (48 miliardi di dollari). L’aliquota massima dell’imposta sul reddito è stata abbassata del 45%, i massimali dei bonus bancari saranno eliminati e le tasse sugli acquisti di case ridotte, misure che spesso aiuteranno i cittadini più ricchi nella speranza di aumentare la propria spesa.

Mentre il nuovo primo ministro, Liz Truss, ha promesso tagli alle tasse durante la sua campagna elettorale, l’entità dei tagli ha ancora scioccato molti osservatori economici.

“Nell’attuale contesto economico, è una scommessa enorme”, Ha scritto Thomas Pope, economista dell’Institute of Government. È un grande cambiamento rispetto alle politiche del predecessore di Truss, Boris Johnson, che l’anno scorso ha annunciato aumenti delle tasse per aiutare a pagare la pandemia.

Il nuovo governo britannico spera che, tagliando tasse e regolamenti, sarà in grado di generare una crescita che aiuti a finanziare i servizi pubblici e alla fine a ripagare il debito.

Truss, che ha appena tre settimane nel suo nuovo lavoro, ha difeso il boom del taglio delle tasse.

nei giorni scorsi un’intervistaJake Tapper della CNN ha detto a Truss che i partiti di opposizione britannici affermano che i loro piani stanno “aumentando incautamente il deficit” e che il presidente Biden sta “essenzialmente dicendo che il tuo approccio non funziona”.

La scorsa settimana, Biden cinguettare: “Sono stufo e stanco dell’economia instabile. Non ha mai funzionato”. Si riferiva all’economia dal lato dell’offerta per cui il presidente Ronald Reagan era famoso, che è simile all’approccio di Truss.

READ  CVS e Rite Aid limitano gli acquisti di contraccettivi di emergenza dopo un'elevata domanda

Truss ha risposto nell’intervista: “Il Regno Unito ha uno dei livelli di debito più bassi del G7. Ma abbiamo uno dei livelli di tassazione più alti. Attualmente, abbiamo il livello di aliquota fiscale più alto che abbiamo avuto in 70 anni. E ciò che sono determinato a fare come primo ministro, ciò che il cancelliere è determinato a fare. “Fare è assicurarci di incentivare le aziende a investire. Aiutiamo anche la gente comune con le tasse”.

Truss ha continuato: “Ecco perché non credo sia giusto avere un’assicurazione nazionale più alta e un’imposta sulle società più alta, perché ciò renderà più difficile per noi attrarre gli investimenti di cui abbiamo bisogno nel Regno Unito. E sarà difficile da generare quei nuovi lavori”.