Maggio 28, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La US SEC propone di rilasciare una serie di dati sui rischi climatici e sulle emissioni

WASHINGTON, 21 marzo (Reuters) – Lunedì le autorità di regolamentazione dei valori mobiliari statunitensi hanno proposto che le società quotate negli Stati Uniti rilascino i rischi legati al clima e le emissioni di gas serra come parte della spinta del presidente Joe Biden a unire gli sforzi globali per prevenire i disastri legati al clima. .

La Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti ha pubblicato la sua tanto attesa bozza di regolamento in base alla quale le aziende divulgheranno le proprie emissioni di gas serra dirette e indirette, note come emissioni Scope 1 e Scope 2. Le aziende sono tenute a rivelare le emissioni generate dai loro fornitori e partner, note come emissioni Scope 3.

Il presidente della SEC Gary Jensler ha affermato che l’agenzia sta rispondendo alle richieste degli investitori di informazioni coerenti su come il cambiamento climatico influenzerà la performance finanziaria delle società in cui investono. Ma i principali repubblicani hanno accusato il regolatore di aver violato la sua autorità legale e la Camera di Commercio degli Stati Uniti ha promesso di reagire. Parti della regola.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

La bozza di proposta, soggetta a commenti pubblici, potrebbe essere finalizzata entro la fine dell’anno per aiutare gli investitori a ottenere le informazioni che stanno cercando, aumentando al contempo l’onere di rendicontazione per le società statunitensi.

Le aziende devono rivelare “impatti materiali reali o potenziali” sulla loro attività, strategia e prospettiva sui rischi legati al clima, comprese potenziali nuove normative come i rischi fisici e la tassa sul carbonio.

Le aziende che hanno fissato obiettivi di emissione o annunciato altri piani per passare ai combustibili fossili sono tenute a fornire dettagli su come e quando prevedono di farlo. Per saperne di più

READ  Vedi: Logan Paul vince WrestleMania 38, sconfiggendo Ray Mysterio in una competizione di tag team

“Le aziende e gli investitori trarranno vantaggio dalle chiare regole della strada”, ha affermato Jensler.

Il senatore Patrick Dommey, uno dei massimi membri repubblicani della commissione bancaria del Senato, ha definito la sentenza “al di là del lavoro e dell’esperienza della SEC”.

Gli investitori progressisti e aspiranti hanno sottolineato che la SEC ha bisogno delle emissioni di Scope 3 per ritenere le aziende responsabili di tutto il biossido di carbonio e il metano che generano. Le aziende stanno spingendo per una regola più breve, che non aumenti i costi di conformità in modo troppo drastico.

“Questa proposta farà luce sulla priorità del presidente Biden di affrontare il rischio climatico per gli investitori e tutte le sezioni della nostra comunità”, ha affermato Tracy Lewis, consulente politico del Public Citizens Advocacy Group con sede a Washington. “Ci saranno molte critiche”, ha aggiunto.

SEC Scope 3 ha affermato che il requisito includerebbe incisioni in base alle dimensioni di un’azienda e che tutte le informazioni sulle emissioni sarebbero state rese gradualmente tra il 2023 e il 2026.

Non è immediatamente chiaro quante aziende debbano rendere le informative di Scope 3 e spesso hanno il diritto di decidere cosa costituisca ‘materiale’.

La Camera di Commercio, la più grande lobby d’affari del paese, ha definito la proposta altamente raccomandata e si è lamentata del fatto che costringerebbe le aziende a rilasciare informazioni spesso non importanti a scapito di dati più significativi.

“La Corte Suprema ha chiarito che qualsiasi divulgazione richiesta ai sensi dei Security Acts deve essere sottoposta a test materiali e ci opporremo ai termini di questo piano che si discostano da quello standard”, ha affermato Tom Quadman, vicepresidente esecutivo del panel. Una dichiarazione.

READ  Mercato azionario statunitense tra preoccupazioni per l'energia e l'inflazione

Questa regola è stata ampiamente accolta dalla società di investimento, che rappresenta gli investitori globali.

“L’informativa anticipata richiesta dalla proposta fornirà agli investitori informazioni comparabili, coerenti, qualitative e quantitative”.

Sfide legali

Sei fonti hanno detto a Reuters che la scorsa settimana la SEC aveva redatto una bozza contro possibili contestazioni legali.

I gruppi aziendali hanno affermato che non esiste un metodo concordato per calcolare le emissioni di Scope 3, il che potrebbe portare a doppie cifre, e che fornire così tante informazioni sarebbe oneroso e potrebbe portare le aziende a citare in giudizio se i dati di terze parti vanno male.

La SEC, proponendo le informative di Scope 3, sarà protetta da un porto esistente legalmente sicuro per le dichiarazioni di prospettiva delle aziende.

Se ci sono sfide legali alla regola, si potrebbe sostenere che la SEC non ha l’autorità per richiedere i dati sulle emissioni di Scope 3, lunedì il commissario repubblicano separato dell’agenzia Hester Beers ha votato contro.

Secondo alcuni esperti, l’autorità della SEC in questo settore è chiara, con gli investitori che nell’ultimo anno hanno investito oltre 649 miliardi di dollari in tutto il mondo in fondi incentrati sull’ambiente, sulla società e sulla governance, chiedendo dati migliori.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Rapporto Kattanga Johnson a Washington di Michael Price, David Gregorio e Matthew Lewis

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.