Febbraio 2, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Le auto elettriche stanno decollando, ma quando seguirà il riciclaggio delle batterie?

“Stiamo svezzando la nostra intera società dai combustibili fossili e dalla densità di carbonio: non possiamo sottovalutare la portata di questa sfida”, ha affermato Gavin Harper, ricercatore presso l’Università di Birmingham in Inghilterra che studia il riciclaggio delle batterie. “La domanda sarà assolutamente enorme.”

Ma nonostante tutto l’ottimismo, questa nuova attività deve affrontare una sfida enorme: poche batterie saranno disponibili per il riciclaggio per un decennio o più. Tesla, che domina il settore delle auto elettriche, ha iniziato a vendere auto nel 2008 e nel 2017 ha venduto meno di 100.000 veicoli all’anno. Ci sono altre fonti di riciclaggio oggi, compresi gli ibridi e l’elettronica di consumo, ma l’offerta è limitata e la raccolta può essere difficile.

Ciò ha lasciato i riciclatori in una posizione difficile. Devono investire in impianti, macchinari e lavoratori o rischiano di perdere terreno rispetto alla concorrenza. Ma se investono troppo in fretta, potrebbero rimanere senza soldi prima che molte vecchie batterie raggiungano le banchine di carico.

ha affermato Eric Fredrickson, amministratore delegato delle operazioni di Call2Recycle, un programma senza scopo di lucro che aiuta i riciclatori a trovare vecchie batterie.

Le aziende devono anche sapere come trovare, raccogliere e smontare le batterie. Devono lavorare con molti demolitori, discariche e gruppi senza scopo di lucro. Poiché le batterie sono soggette a incendi e sono confezionate e realizzate in modo diverso da modello a modello, separarle può essere complicato e pericoloso.

Tra le aziende di riciclaggio delle batterie spicca Redwood. La società è stata fondata da JB Straubel, un ex dirigente senior di Tesla, e ha raccolto oltre 1 miliardo di dollari dagli investitori, ha affermato la società. Redwood si considera principalmente un produttore di materiali per batterie – realizzati con metallo recuperato o estratto – e ha stabilito partnership di riciclaggio con Ford Motor, Toyota, Volkswagen e Volvo. Redwood ricicla anche i rottami di un impianto di batterie gestito da Panasonic e Tesla vicino a Reno, Nev.

READ  L'inflazione non diminuirà presto se il rally di martedì continua

In un terreno pianeggiante e polveroso vicino a quella fabbrica, Redwood sta costruendo un campus di 175 acri. Lì, l’azienda recupera il metallo dalle vecchie batterie e produce materiali per le nuove batterie. Redwood ha annunciato la scorsa settimana che avrebbe speso almeno 3,5 miliardi di dollari in un altro campus della Carolina del Sud, in un’area del Paese che sta rapidamente diventando un centro per la produzione di batterie e auto elettriche.