Ottobre 6, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Indonesia esorta il G20 ad aiutare a porre fine alla guerra in Ucraina mentre Lavrov guarda alla Russia

L'Indonesia esorta il G20 ad aiutare a porre fine alla guerra in Ucraina mentre Lavrov guarda alla Russia
  • Il ministro degli Esteri russo partecipa alla riunione del G20 a Bali
  • Il ministro degli Affari esteri dell’Ucraina interviene virtualmente all’incontro
  • L’Indonesia avverte che i prezzi dei generi alimentari colpiranno ancora di più i paesi a basso reddito
  • Il ministro degli Esteri britannico Liz Truss ha fatto un breve viaggio a Bali

NUSA DUA, Indonesia (Reuters) – L’Indonesia ha esortato venerdì il Gruppo dei Venti (G20) ad aiutare a porre fine alla guerra in Ucraina, mentre i ministri degli esteri del gruppo si sono riuniti per un vertice che ha messo nella stessa stanza alcuni dei più accaniti critici dell’invasione russa . Come il diplomatico più anziano a Mosca.

La guerra e il suo impatto sull’economia globale hanno dominato i preparativi per una manifestazione sull’isola indonesiana di Bali, con alti funzionari dei paesi occidentali e del Giappone che hanno sottolineato che non sarà “business as usual” al forum.

Le grida di “quando fermerai la guerra” e “perché non fermare la guerra” sono state ascoltate quando il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha stretto la mano al suo omologo indonesiano, Retno Marsudi, all’inizio dell’incontro.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Sottolineando le tensioni tra la folla, Retno ha detto in precedenza che le controparti del G7 le avevano detto che non potevano partecipare alla cena di benvenuto di giovedì in cui era presente Lavrov.

“È nostra responsabilità porre fine alla guerra prima piuttosto che dopo e risolvere le nostre divergenze al tavolo dei negoziati, non sul campo di battaglia”, ha detto venerdì all’apertura dei colloqui.

Citando la diversità religiosa dell’Indonesia come esempio di come le convinzioni disparate possano coesistere armoniosamente, Retno ha esortato il G20 a “trovare una via da seguire” per affrontare le sfide che si stanno diffondendo nel mondo. Ha detto che le ripercussioni della guerra, inclusi l’aumento dei prezzi dell’energia e del cibo, colpirebbero ancora di più i paesi a basso reddito.

READ  Gaffe dell'FSB, l'eccessiva sicurezza ha portato alla distruzione dei piani di guerra russi in Ucraina

Un alto funzionario del ministero degli Esteri indonesiano ha detto a Reuters che non era prevista una dichiarazione sulla riunione di venerdì.

“Con la Russia presente e coinvolta, dubito sicuramente che ci sarà consenso sull’Ucraina, per esempio”, ha detto un alto funzionario del Dipartimento di Stato americano prima del vertice.

L’invasione russa ha messo in ombra la presidenza indonesiana della più grande economia del G20 quest’anno, con boicottaggi da parte di alcuni membri e un ritiro ad aprile in una riunione dei ministri delle finanze a Washington.

È importante che l’ospite “crei un’atmosfera confortevole per tutti”, ha detto Retno giovedì alla fine, sottolineando che era la prima volta dall’invasione dell’Ucraina il 24 febbraio che tutti i principali giocatori erano seduti nella stessa stanza.

Lavrov si è seduto tra i rappresentanti dell’Arabia Saudita e del Messico alla riunione di venerdì.

La Cina avverte dei pericoli della “nuova guerra fredda”

Un alto funzionario del Dipartimento di Stato americano ha affermato giovedì che è importante prevenire “interruzioni o interruzioni” nell’agenda del G20, assicurando al contempo che non sia successo nulla che possa legittimare il “trattamento brutale” della Russia nei confronti dell’Ucraina. Leggi di più

Dopo le discussioni sulla questione ucraina con il ministro degli Affari esteri indiano S. Jaishankar giovedì, il ministro degli Esteri cinese Wang Yi ha affermato che Pechino si oppone a qualsiasi azione che inasprisca il confronto tra i blocchi e crei una “nuova guerra fredda”.

L’invasione russa, che chiama “operazione militare speciale”, ha causato gravi sconvolgimenti all’economia globale, con il blocco del grano ucraino e le sanzioni sul petrolio e sul gas russi che hanno portato a una crisi alimentare e all’aumento dell’inflazione globale.

READ  Aereo privato Cessna precipita al largo delle coste della Lettonia

L’agenda di venerdì prevede un incontro a porte chiuse con i migliori diplomatici del Gruppo delle 20 nazioni, tra cui Cina, India, Stati Uniti, Brasile, Canada, Giappone e Sud Africa, nonché colloqui bilaterali a margine. Il ministro degli Esteri ucraino dovrebbe parlare virtualmente dell’incontro.

Giovedì Lavrov ha incontrato il suo omologo cinese Wang Yi a Bali, durante il quale ha elogiato Pechino ma ha criticato l’Occidente “apertamente aggressivo”.

Per la prima volta in tre anni, i ministri degli Esteri di Cina e Australia terranno colloqui a margine dell’incontro di venerdì, un segno di disgelo nelle relazioni tese da accuse di interferenze straniere e sanzioni commerciali di ritorsione. Leggi di più

All’incontro di venerdì era assente il ministro degli Esteri britannico Liz Truss, rappresentato da Tim Barrow, il secondo sottosegretario permanente del Ministero degli Esteri. I media hanno affermato che Truss ha interrotto il suo viaggio a Bali poco dopo le dimissioni del primo ministro britannico Boris Johnson.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Segnalazioni aggiuntive di Ryan Wu a Pechino, Kirsty Needham a Sydney e Yudi Kahia Bodeman a Nusa Dua. Scritto da Kate Lamb. Montaggio di Martin Petty, Ed Davies e Raju Gopalakrishnan

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.