Novembre 27, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’inflazione nel Regno Unito raggiunge il massimo da 40 anni al 9,1%

L'inflazione nel Regno Unito raggiunge il massimo da 40 anni al 9,1%

Secondo un nuovo sondaggio, più di quattro persone su cinque nel Regno Unito sono preoccupate per l’aumento del costo della vita e per la loro capacità di permettersi beni di prima necessità come cibo ed energia nei prossimi mesi.

Tulga Akmen | Afp | Getty Images

LONDRA – L’inflazione nel Regno Unito ha raggiunto il 9,1% su base annua a maggio poiché l’aumento dei prezzi di cibo ed energia continua ad esacerbare la crisi del costo della vita del Paese.

L’aumento del 9,1% dell’indice dei prezzi al consumo, pubblicato mercoledì, è stato in linea con le aspettative degli economisti in un sondaggio Reuters e leggermente al di sopra dell’aumento del 9% registrato ad aprile.

I prezzi al consumo sono aumentati dello 0,7% su base mensile a maggio, leggermente in aumento Le aspettative sono per un aumento dello 0,6% ma ben al di sotto dell’aumento mensile del 2,5% di aprile, indicando che l’inflazione sta rallentando leggermente.

Nelle sue comunicazioni a fianco dei numeri di mercoledì, l’Office for National Statistics del Regno Unito ha affermato che la sua stima indicava che l’inflazione “avrebbe potuto essere più alta per l’ultima volta intorno al 1982, con stime che andavano dall’11% circa a gennaio a circa il 6,5% a dicembre”.

I maggiori contributi in aumento al tasso di inflazione sono venuti da alloggi e servizi domestici, in particolare elettricità, gas e altri combustibili, insieme ai trasporti (principalmente carburanti e auto usate).

L’indice dei prezzi al consumo, incluso il costo degli alloggi degli occupanti (CPIH), è arrivato al 7,9% nei 12 mesi fino a maggio, rispetto al 7,8% di aprile.

“I prezzi più elevati degli alimenti e delle bevande analcoliche, rispetto al calo dello scorso anno, hanno portato al maggior contributo al rialzo alla variazione dei tassi di inflazione sia CPIH che CPI per i 12 mesi tra aprile e maggio 2022 (0,17 punti percentuali per il CPI), ha affermato il Census Bureau nel suo rapporto.

READ  I lavoratori del Massachusetts di Trader Joe votano per aderire al sindacato in un negozio

Il Banca d’Inghilterra la settimana scorsa Effettuato un quinto aumento consecutivo dei tassi di interessesebbene non sia stato all’altezza dei forti rialzi osservati negli Stati Uniti e in Svizzera, poiché cercano di domare l’inflazione senza aggravare l’attuale rallentamento economico.

Il tasso di interesse della banca chiave rimane attualmente al massimo da 13 anni dell’1,25% e la banca prevede che l’inflazione CPI supererà l’11% entro ottobre.

L’Energy Regulatory Authority del Regno Unito ha alzato del 54% il limite ai prezzi dell’energia per uso domestico dal 1° aprile per accogliere i prezzi dell’energia all’ingrosso più elevati, compresi gli aumenti record dei prezzi del gas, e non ha escluso ulteriori aumenti del limite nelle sue revisioni regolari quest’anno.

crisi del costo della vita

I dati sull’inflazione pubblicati mercoledì hanno ricordato le sfide che la banca centrale, il governo, le imprese e i consumatori devono affrontare, ha affermato Paul Craig, portfolio manager di Quilter Investors.

“È deludente che la crisi del costo della vita non sarà di breve durata, e questo alla fine lascia la Banca d’Inghilterra bloccata tra una roccia e un luogo duro”, ha detto Craig.

“Mentre gli Stati Uniti hanno riconosciuto la necessità di agire in modo duro e rapido sui tassi di interesse, la Banca d’Inghilterra continua a operare a un ritmo più lento, cercando di non spingere l’economia in recessione in un momento in cui le imprese e i consumatori si sentono in difficoltà”.

Tuttavia, ha osservato che l’attuale strategia della banca fa ben poco per impedire la fuga dell’inflazione, il che significa che “le decisioni più difficili verranno prese molto presto”, poiché la banca ha già accennato a un rally ancora più grande nella sua prossima riunione.

READ  Il rally del mercato azionario crolla quando la Fed Powell suggerisce aumenti più lenti, ma rialzo dei tassi di picco

Un recente sondaggio mostra che un quarto dei britannici ha saltato i pasti Con le pressioni inflazionistiche e la crisi alimentare che si fondono in quelle che Andrew Bailey, governatore della Banca d’Inghilterra, ha descritto come aspettative “spaventose” per i consumatori.

Insieme agli shock esterni che devono affrontare l’economia globale – come l’aumento dei prezzi di cibo ed energia durante la guerra in Ucraina e i problemi della catena di approvvigionamento dovuti ai continui colli di bottiglia della pandemia di Covid-19 – il Regno Unito sta anche affrontando le pressioni interne, come lo smantellamento del governo. Sostegno finanziario storico per l’era della pandemia e gli effetti della Brexit.

Gli economisti hanno anche notato segni di inasprimento delle condizioni del mercato del lavoro e una compensazione dell’inflazione core nell’economia in generale. Il Regno Unito è attualmente impegnato con massicci scioperi ferroviari nazionali e Lo ha detto martedì alla CNBC l’economista vincitore del premio Nobel Christopher Pissarides Il mercato del lavoro è “peggiore degli anni ’70”.

Craig di Quilter ha osservato che il governo e la banca centrale osserveranno da vicino il mercato del lavoro, e non solo per indicazioni di ulteriori scioperi dovuti al ritardo negli aumenti salariali rispetto all’inflazione.

“Con l’inflazione a quello che è, qualsiasi segno di occupazione debole sarebbe un enorme segnale di avvertimento per l’economia”, ha affermato.