Novembre 29, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Iran ammette le spedizioni di droni in Russia prima della guerra in Ucraina

L'Iran ammette le spedizioni di droni in Russia prima della guerra in Ucraina

(Reuters) – L’Iran ha ammesso per la prima volta sabato di aver fornito a Mosca droni, ma ha detto che sono stati inviati prima della guerra in Ucraina, dove la Russia ha usato droni per prendere di mira centrali elettriche e infrastrutture civili.

Il ministro degli Esteri iraniano, Hossein Amirabadollahian, ha affermato che un “piccolo numero” di droni è stato fornito alla Russia pochi mesi prima che le forze russe invadessero l’Ucraina il 24 febbraio.

Nella risposta più dettagliata dell’Iran ai droni, Amirollahian ha negato la continua fornitura di droni a Mosca da parte di Teheran.

“Questa commozione fatta da alcuni paesi occidentali secondo cui l’Iran ha fornito missili e droni alla Russia per aiutare nella guerra in Ucraina – la parte missilistica è completamente sbagliata”, ha affermato l’agenzia di stampa ufficiale IRNA.

“La parte del drone è corretta e la Russia ci ha fornito un piccolo numero di droni mesi prima della guerra in Ucraina”, ha affermato.

Nelle ultime settimane, l’Ucraina ha segnalato un aumento degli attacchi di droni alle infrastrutture civili, in particolare contro centrali elettriche e dighe, utilizzando velivoli Shahed-136 di fabbricazione iraniana. La Russia nega che le sue forze abbiano usato droni iraniani per attaccare l’Ucraina.

Il mese scorso, due funzionari iraniani e due diplomatici iraniani hanno detto a Reuters che l’Iran aveva promesso di fornire alla Russia missili terra-superficie, oltre a più droni.

L’agenzia di stampa ufficiale IRNA ha citato Amir Rabadalahian dicendo che Teheran e Kiev avevano concordato di discutere le accuse dell’uso di droni iraniani in Ucraina due settimane fa, ma gli ucraini non hanno partecipato alla riunione concordata.

READ  La guerra tra Russia e Ucraina: aggiornamenti in tempo reale - The New York Times

“Abbiamo concordato con il ministro degli Esteri ucraino di fornirci i documenti in loro possesso secondo cui la Russia ha utilizzato droni iraniani in Ucraina”, ha affermato Amirabadollahian, ma la delegazione ucraina si è ritirata dall’incontro previsto all’ultimo minuto.

In una risposta su Facebook, il portavoce del ministero degli Esteri ucraino Oleg Nikolenko ha affermato che Amirbad Lahyan stava diffondendo “allusioni a un presunto rifiuto da parte ucraina” e ha aggiunto che “l’Ucraina sta considerando di fidarsi solo dei fatti”.

Il ministro degli Esteri iraniano ha ribadito che Teheran “non rimarrà indifferente” se sarà dimostrato che la Russia ha utilizzato droni iraniani nella guerra contro l’Ucraina.

Il mese scorso, l’Unione Europea ha approvato nuove sanzioni all’Iran per la consegna di droni alla Russia e la Gran Bretagna ha imposto sanzioni a tre figure militari iraniane e una compagnia di difesa per aver fornito alla Russia droni per attaccare obiettivi civili e relativi alle infrastrutture in Ucraina.

Reportage della Sala Stampa del Golfo. Segnalazione aggiuntiva di Dan Belichuk. Montaggio di John Boyle

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.