Luglio 16, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

LIV Golf vuole parlare di questo sport. Donald Trump incombe ancora in grande.

LIV Golf vuole parlare di questo sport.  Donald Trump incombe ancora in grande.

Proprio domenica sera, LIV Golf, il campionato maschile inondato di miliardi di dollari dal fondo sovrano dell’Arabia Saudita, ha ottenuto la sua più grande vittoria sportiva mai vista quando uno dei suoi giocatori di punta, Brooks Koepka, ha vinto con enfasi il campionato PGA.

Giovedì mattina, tuttavia, il road show di LIV si era ricombinato con l’inclinazione politica che ha sommerso il circuito del secondo anno mentre interrompeva il golf professionistico: la presenza loquace e accattivante dell’ex presidente Donald J. Trump, che ne ospita uno. Uno dei campionati questo fine settimana nel torneo Northwest Washington.

Se e se il LIV possa superare l’ombra di Trump può fare molto per modellare il modo in cui il campionato viene percepito negli anni a venire, in particolare negli Stati Uniti, dove ha lottato per ottenere un punto d’appoggio significativo contro il PGA Tour. .

Ma per ora, con i principali vincitori di tornei come Koepka e Phil Mickelson che si uniscono al circuito, forse non c’è figura non golfista più pubblicamente associata alla LIV di Trump, che ha ripetutamente incoraggiato con entusiasmo l’ingresso clamoroso ed euforico dell’Arabia Saudita in questo sport . Ai suoi eventi, spesso si presenta come un presentatore entusiasta il cui ruolo è allo stesso tempo ovvio e molto vago – né la Trump Organization né LIV hanno rivelato quanti soldi guadagna la società dell’ex presidente per gli eventi – poiché la lega cerca di farsi strada in uno sport nascosto

“Vogliono usare la mia proprietà perché è il miglior immobile”, ha detto Trump giovedì, quando ha trascorso cinque ore a partecipare a un evento professionale con i giocatori di LIV Graeme McDowell e Patrick Reed (e orchestrando quella che equivaleva a una conferenza stampa sulla politica) e un annuncio informativo sulla sua proprietà Altre 18 buche lungo il fiume Potomac.

Il portafoglio di Trump contiene già alcuni campi eccezionali, tra cui la sede dell’area di Washington, un tempo sede di un importante campionato PGA, e i dirigenti di LIV hanno affermato in passato di essere stati attratti da loro perché lo sono state così tante proprietà di alta qualità negli Stati Uniti. Non disposto a ospitare un’arena che mira a rivaleggiare con il PGA Tour. Ma la continua e crescente posizione di Trump nell’orbita LIV mette anche in costante discussione le motivazioni e le intenzioni di Douri, che alcuni critici vedono come un modo brillante per l’Arabia Saudita di riabilitare la propria immagine.

READ  Tracker della free agency NFL 2024: voci di venerdì, le notizie più grandi

L’ex presidente non è turbato dallo sponsor della lega, il fondo sovrano dell’Arabia Saudita, e dalla statura emergente del regno nel golf professionistico, nonostante il suo track record di violazioni dei diritti umani. E ignora ancora le obiezioni dei familiari delle vittime dell’11 settembre, alcuni dei quali ritengono che l’Arabia Saudita abbia avuto un ruolo negli attacchi del 2001, perché, come ha detto giovedì, i tornei LIV sono “un importante sviluppo economico”. Ammira apertamente i milioni e milioni di dollari che i sauditi fanno piovere sui giocatori e, ovviamente, su beni come i suoi, anche se giovedì ha sottolineato che ospitare tornei equivaleva a “noccioline per me”. Quest’anno, LIV si recherà in tre delle sue proprietà, rispetto alle due della stagione inaugurale.

È rimasto fermo nella sua lealtà anche se un consigliere speciale del Dipartimento di Giustizia, Jack Smith, ha citato in giudizio la Trump Organization per ottenere documenti relativi a LIV.

In un’intervista mentre camminava tra i buchi giovedì, Trump ha definito l’approccio aggressivo di Smith “ritorsione” perché l’amministrazione Biden vuole “fare qualcosa per evidenziare cosa sta succedendo”. Ha detto che non sapeva perché il suo rapporto con LIV avesse attirato l’attenzione del Consigliere Speciale.

La passione di Trump per LIV può essere fatta risalire, almeno in parte, ad anni di attriti con la fondazione del golf.

Nel 2016, il PGA Tour ha concluso una relazione di lunga data con la pista di Trump a Doral, in Florida, vicino a Miami, per quello che il suo allora commissario ha descritto come “essenzialmente un problema di sponsorizzazione”. E nel 2021, dopo che i sostenitori di Trump hanno preso d’assalto il Campidoglio, il PGA of America – che è separato dal PGA Tour – ha abbandonato il suo piano per ospitare il torneo maschile di punta nella tenuta di Trump nel New Jersey nel 2022.

READ  Partite, punteggi e punteggi di March Madness: segui dal vivo l'azione del torneo NCAA di domenica

Trump non è andato molto meglio all’estero. R&A, che organizza il British Open, ha dichiarato di non avere intenzione di restituire il torneo a Turnberry controllato da Trump, dove il commissario LIV Greg Norman ha vinto uno dei suoi due Open.

Con ciò, LIV ha abbracciato Trump, e in cambio ha ottenuto un lasciapassare da un ex presidente, insieme a una serie di servizi giornalistici su eventi che altrimenti sarebbero passati inosservati. Porta prestigio e potere, come può essere mitigato dalla scissione che porta.

“Hanno denaro illimitato e lo adorano, ed è stata una grande propaganda per l’Arabia Saudita”, ha detto giovedì.

Ma ogni giorno che Trump appare a un evento LIV è un giorno che LIV potrebbe anche omettere come un giorno in cui non se la caverà con le domande puntuali che ha passato un anno cercando di superare, o almeno dire che vuole andare oltre.

È stato abbastanza difficile per il campionato, anche in un giorno in cui Trump non sta giocando un round, per i suoi giocatori non affrontare domande sull’etica di accettare milioni in contanti sauditi.

“Abbiamo stipulato un contratto per giocare a golf”, ha detto mercoledì Bryson DeChambeau, il vincitore degli US Open 2020 che è arrivato quarto al PGA Championship lo scorso fine settimana. “Penso che la parte più importante sia fornire un ottimo intrattenimento, ove possibile, su qualsiasi piattaforma, qualunque sia la piattaforma che fornisci. Quando puoi parlare di moralità, questa è la percezione delle persone. Non sono completamente d’accordo, ma ognuno ha diritto alla propria opinione, e io dire, ne è valsa la pena? Assolutamente.

READ  Lo stato dell'Ohio cade nella riclassificazione 1-133 del football universitario NCAA

Ma DeChambeau difficilmente ha lo stesso megafono o presenza di un precedente occupante dello Studio Ovale. Quando Trump appare a un evento LIV, i vincitori del Masters Tournament o degli US Open vengono trasformati nel cast di supporto.

I dirigenti di LIV hanno generalmente respinto le domande sul fatto che l’ex presidente fosse buono per gli affari, o semplicemente necessario, visti i loro problemi a entrare in quartieri di qualità. Sembrano convinti che, a un certo punto, lo sport avrà la meglio sulla politica, il che potrebbe essere un pio desiderio poiché Trump ha suggerito giovedì che nulla, nemmeno un ritorno alla Casa Bianca, lo dissuaderebbe facilmente dal fare affari con la lega.

Ma la strategia di LIV prevede ancora una scommessa che avere una delle figure più polarizzanti del paese non spaventerà ancora più contratti di sponsorizzazione e diritti televisivi che si sono già dimostrati difficili da ottenere per il processo. E Trump può allontanare i potenziali fan con la stessa facilità con cui può attirarli.

Lo stesso Trump insiste sul fatto che LIV lo desidera ardentemente ai suoi eventi e che non distrae dall’obiettivo dichiarato della lega di far crescere lo sport e dargli le necessarie dosi di energia.

“Volevano che fossi qui, e ho detto sicuro”, ha detto Trump, che ha affermato che i contratti di LIV con la sua proprietà non gli richiedevano di apparire a eventi come il professionista.

Forse tutto questo è vero, ma finché lo sarà, LIV rimarrà nella giungla politica, non importa quanto bene Koepka giochi sui più grandi palcoscenici del gioco.