Luglio 23, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Ucraina prolunga le interruzioni di corrente mentre continuano i bombardamenti russi

L’Ucraina prolunga le interruzioni di corrente mentre continuano i bombardamenti russi

Mercoledì gli ucraini dovranno affrontare interruzioni di corrente che dureranno fino a otto ore, poiché il loro paese deve affrontare gravi danni alle centrali elettriche a causa dei continui attacchi russi.

Il presidente Volodymyr Zelenskyj, intervenendo martedì a una conferenza sulla ricostruzione dell’Ucraina, ha affermato che la Russia ha distrutto metà della capacità di produzione di elettricità del suo paese da quando ha iniziato ad attaccare gli impianti energetici alla fine di marzo.

I residenti della capitale Kiev, con una popolazione di tre milioni di abitanti, si trovano ad affrontare alcune delle più significative carenze energetiche. Il ronzio dei generatori risuona per tutta la città, mentre di notte le strade sono spesso avvolte nell’oscurità.

Le famiglie con bambini piccoli che vivevano ai piani superiori dei condomini sono rimaste senza ascensori funzionanti, costringendole a salire dozzine di rampe di scale.

L’Ucraina acquista energia dall’Unione Europea per cercare di coprire la sua carenza. Il Ministero dell’Energia ha dichiarato mercoledì che prevede di importare la più grande quantità di energia finora. Tuttavia, questo non è sufficiente a colmare il deficit, il che significa che è stata pianificata un’interruzione di corrente a livello nazionale per un periodo di otto ore, dalle 15:00 alle 23:00, per proteggere le infrastrutture critiche come ospedali e strutture militari.

Si prevede che la situazione peggiori con l’aumento delle temperature in estate e la gente accende i condizionatori.

Se la Russia continua ad attaccare le centrali elettriche, lo scenario peggiore è che, in inverno, gli ucraini potrebbero trascorrere fino a 20 ore al giorno senza elettricità e riscaldamento, secondo la DTEK, la più grande compagnia energetica privata ucraina. Parte del problema è che riparare le centrali termiche e idroelettriche in Ucraina è difficile e costoso.

READ  Netanyahu denuncia possibili mandati di arresto emessi dalla Corte penale internazionale contro i leader israeliani come una “macchia indelebile” sulla giustizia

“Alcuni di essi richiederanno anni per essere riparati, mentre altri potrebbero non funzionare mai più”, ha affermato Maria Tsatorian di Ukrainergo, l’operatore energetico nazionale dell’Ucraina.

Nella notte, la Russia ha lanciato attacchi missilistici e droni in tutta l’Ucraina, inclusa la capitale Kiev, dove nelle prime ore del mattino si poteva sentire il rumore delle difese aeree.

Il comandante dell’esercito a Kiev, Serhiy Popko, ha affermato che i sistemi di difesa aerea della città non sono in grado di aggirare nulla. Tuttavia, un impianto energetico nella regione nord-orientale di Sumy è stato danneggiato dall’attacco.

Oleg Strelka, del Servizio di emergenza statale di Sumy, ha detto alla BBC che uno degli effetti della prolungata interruzione di corrente è stato che le persone collegavano tutti i loro apparecchi elettrici contemporaneamente non appena l’elettricità tornava, provocando incendi. “Nell’ultimo mese abbiamo salvato bambini e anziani da case piene di fumo”, ha detto.

Zelenskyj ha detto ai paesi occidentali che ha bisogno di sette sistemi di difesa aerea più avanzati, chiamati Patriot, per proteggere le città e le infrastrutture energetiche in Ucraina. Secondo i media americani, Washington ha accettato di inviare un altro sistema simile in Ucraina nei prossimi giorni.

Il governo ucraino si sta preparando a tenere un vertice globale di pace in Svizzera questo fine settimana, che mira a riunire quanti più paesi possibile per sostenere il piano di pace in 10 punti, incentrato sul ritiro della Russia da tutto il territorio ucraino. Ancora più importante, la Russia non è stata invitata e paesi influenti tra cui la Cina, e forse il Brasile e il Sud Africa, non parteciperanno.

READ  Gli Stati Uniti presentano una risoluzione che condanna la Russia sui cosiddetti referendum in Ucraina alla riunione del Consiglio di sicurezza dell'ONU

Consapevole dei limiti della conferenza, il capo dello staff del presidente Zelenskyj, Andriy Yermak, ha dichiarato ieri che l’Ucraina spera di costruire prima un’ampia piattaforma di sostegno, prima di esplorare la possibilità di tenere un secondo vertice, al quale sarà invitata la Russia.