Luglio 15, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Unione Europea afferma che Microsoft ha violato le norme antitrust integrando Teams con i software per ufficio

L’Unione Europea afferma che Microsoft ha violato le norme antitrust integrando Teams con i software per ufficio

LONDRA (AP) – Il blocco ha affermato che Microsoft ha violato le norme antitrust dell’Unione Europea con pratiche “potenzialmente abusive” collegando la sua app di messaggistica e videoconferenza Teams al suo software aziendale ampiamente utilizzato.

Lunedì la Commissione europea ha dichiarato di aver informato Microsoft della sua opinione preliminare secondo cui il colosso tecnologico statunitense “limita la concorrenza” attraverso… Squadre di assemblaggio Con app essenziali per la produttività in ufficio come Office 365 e Microsoft 365.

La Commissione, la principale autorità antitrust nel blocco di 27 nazioni, ha affermato di sospettare che Microsoft possa aver concesso a Teams un “vantaggio distributivo” non dando ai clienti la possibilità di scegliere se volevano Teams al momento dell’acquisto del software. Ha aggiunto che la funzionalità potrebbe essere stata ampliata a causa delle restrizioni imposte sulla capacità delle applicazioni di messaggistica concorrenti di funzionare con il software Microsoft.

“Siamo preoccupati che Microsoft possa dare ai suoi team di prodotti di comunicazione un vantaggio indebito rispetto ai concorrenti collegandoli alle sue popolari suite di produttività aziendale”, ha detto in una nota Margrethe Vestager, vicepresidente esecutivo per la politica di concorrenza presso la Commissione.

“Mantenere la concorrenza per gli strumenti di comunicazione e collaborazione remota è essenziale perché favorisce anche l’innovazione in questi mercati”.

Il comitato ha preso di mira Microsoft il giorno successivo Accusando Apple Per violare il nuovo blocco Regolamento della competizione digitalein un’ondata di misure normative che confermano il ruolo guida di Bruxelles come regolatore per le principali aziende tecnologiche.

Microsoft ha apportato alcune modifiche lo scorso anno nel tentativo di evitare una sanzione, inclusa l’introduzione del software Pacchetti senza alcuna differenza Per i clienti europei. Ma martedì la commissione ha affermato che i cambiamenti non sono sufficienti per rispondere alle sue preoccupazioni e che è necessario fare di più per “ripristinare la concorrenza”.

READ  Crypto pompa dopo l'aumento del tasso della Fed, Zuck Pins spera che il Metaverse guadagni centinaia di miliardi, Tesla registra un guadagno di 64 milioni di BTC: Hodler's Digest, 24-30 luglio

“Dopo aver smantellato Teams e intrapreso i primi passi per l’interoperabilità, apprezziamo la maggiore chiarezza fornita oggi e lavoreremo per trovare soluzioni per affrontare le rimanenti preoccupazioni del comitato.” Lo ha detto il presidente di Microsoft Brad Smith in una dichiarazione preparata.

Ad aprile, l’azienda ha inoltre offerto ai clienti di tutto il mondo la possibilità di ottenere Microsoft 365 e Office 365 senza Teams. Entrambe le suite software includono programmi come Word, Excel e Outlook.

Microsoft ora ha la possibilità di rispondere alle accuse, formalmente nota come comunicazione degli addebiti, prima che il comitato prenda la sua decisione finale. L’azienda potrebbe dover affrontare una multa fino al 10% del suo fatturato globale annuo, o potrebbe dover implementare “rimedi” per soddisfare le preoccupazioni sulla concorrenza.

Un comitato Ha aperto le sue indagini Nel luglio 2023, dopo che la rivale Slack Technologies, che produce popolare software di messaggistica sul posto di lavoro, ha presentato un reclamo a Bruxelles. Anche Alfaview, che produce software per videoconferenze, ha presentato un reclamo separato.

Slack, di proprietà del produttore di software aziendale Salesforce, ha affermato che Microsoft ha abusato della sua posizione dominante sul mercato per eliminare la concorrenza, in violazione delle leggi dell’Unione Europea.

“La comunicazione delle obiezioni di oggi da parte della Commissione Europea è una vittoria per la scelta del cliente e la conferma che le pratiche di Microsoft con Teams hanno danneggiato la concorrenza”, ha affermato Sebastian Niles, capo di Salesforce. “Apprezziamo l’indagine approfondita della Commissione sulla denuncia Slack e esortiamo la Commissione a muoversi verso un rimedio rapido, vincolante ed efficace che ripristini una scelta libera ed equa e promuova la concorrenza, l’interoperabilità e l’innovazione nell’ecosistema digitale”.

READ  È sufficiente un rialzo del 20% di Cardano? No, se Litecoin dice la sua e...