Febbraio 1, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Notizie della guerra tra Russia e Ucraina: aggiornamenti in tempo reale

credito…Brendan Hoffman per il New York Times
credito…Brendan Hoffman per il New York Times
credito…Brendan Hoffman per il New York Times

KIEV, Ucraina — Avvolta nel profondo blu e giallo della bandiera ucraina, Natalia Valevska ha cantato canzoni patriottiche e ha cantato una folla di bambini piccoli rannicchiati nell’auditorium di un ospedale di Kiev, la capitale ucraina.

I bambini sono stati invitati nella parte anteriore della stanza per unirsi al cantante, uno dei numerosi atti destinati a portare sorrisi sui loro volti.

Per i ragazzi, grazie alle esibizioni, la guerra sembrava a poche ore di distanza.

L’Ohmatdyt Hospital, il principale ospedale pediatrico del paese, tiene concerti ogni settimana per i pazienti, i loro genitori e il personale. Alcuni giovani tra il pubblico erano in cura proprio quel giorno per le ferite riportate durante la guerra. Ma la stragrande maggioranza dei bambini soffriva di varie malattie o veniva curata per altre malattie.

Nonostante la guerra, il personale dell’ospedale si dedica a fornire la migliore assistenza possibile ai bambini. Altrettanto importante, dicono molti membri del personale qui, è garantire che i bambini abbiano uno spazio per essere solo bambini.

“Stiamo organizzando concerti in modo che questi bambini possano avere un’infanzia normale”, ha detto Anastasia Magiramova, addetta alle comunicazioni dell’ospedale. Dallo scorso 8 marzo, giorni dopo l’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina, l’ospedale ospita concerti.

Katerina Yurho, una giovane ragazza tra il pubblico, 13 anni, ha sorriso mentre ascoltava la performance e chiacchierava con la ragazza accanto a lei. Usava una sedia a rotelle e aveva la gamba sinistra sollevata dopo una recente operazione.

READ  L'impasse della petroliera turca ruggisce sulle sanzioni petrolifere della Russia

Lei e sua sorella erano fuori da una stazione ferroviaria nella città orientale di Kramatorsk ad aprile con la madre e la zia, in attesa di essere evacuate dalla città. Quando un missile ha colpito la folla.

Sua madre è stata uccisa. Nei mesi che seguirono, entrò e uscì dall’ospedale Ahmetdet per seguire gli interventi chirurgici e la riabilitazione.

Ma a questi concerti, può lasciarsi alle spalle gli orrori della guerra per qualche minuto, e ha detto che le mancano le esibizioni quando non è in ospedale.

È solo una delle iniziative dell’ospedale per risollevare il morale dei bambini. Porta clown volontari per intrattenere i bambini, fornisce arteterapia e ha una scuola in loco per coloro che sono in cura a lungo termine.

Scene colorate di castelli che galleggiano su nuvole rosa e cotonose sono sparse sui muri. Su un piano, una cascata di montagna precipita dietro il banco della reception. In un’unità di trapianto di midollo osseo, un murale di una balena che nuota in mari color arcobaleno si estende su un’estremità di un corridoio.

“Vogliamo creare un mondo meraviglioso per i nostri bambini”, ha aggiunto la signora Magiramova.

Sono le creazioni di Angela Dmitrenko, un’artista che dipinge scene ospedaliere da prima della guerra. Ma ora, ha detto, il suo lavoro ha assunto un nuovo significato.

“Vogliamo creare uno spazio non solo per consentire ai bambini di guarire fisicamente ma anche mentalmente”, ha detto la signora Dmytrenko, 38 anni.