Maggio 28, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Notizie recenti sulla guerra Russia-Ucraina: annunci in diretta

L’amministrazione Biden sta esortando le banche internazionali a non aiutare la Russia a evitare le sanzioni, avvertendo che le aziende potrebbero perdere l’accesso ai mercati negli Stati Uniti e in Europa se supportano le imprese russe o l’oligarchia che affronta restrizioni finanziarie a causa della guerra in Ucraina.

Il consiglio di un alto funzionario del Tesoro evidenzia gli sforzi degli Stati Uniti per esercitare pressioni sull’economia russa attraverso il potere finanziario degli Stati Uniti e sottolinea la visione più ampia secondo cui l’amministrazione Biden sta sfruttando la sua capacità di imporre sanzioni, come isolare la Russia dall’economia mondiale.

In un incontro privato con i rappresentanti delle banche internazionali a New York venerdì, il vice segretario al Tesoro Adewale Adiemo ha spiegato le conseguenze dell’aiutare i russi a superare le sanzioni. Ha sottolineato l'”accordo di supporto materiale” che impone che anche se un istituto finanziario si trova in un paese che non impone sanzioni alla Russia, potrebbe comunque subire conseguenze per aver violato le normative statunitensi o europee, incluso l’essere tagliato fuori da quel fondo. Impostazioni.

“Se fornisci supporto materiale a un individuo autorizzato o a un’organizzazione autorizzata, possiamo estendere le nostre barriere a te e utilizzare i nostri strumenti per seguirti”, ha affermato. Adiemo ha detto in un’intervista venerdì. “Voglio chiarire molto a queste aziende e ad altri paesi che non stanno prendendo sanzioni: gli Stati Uniti e i nostri alleati e alleati sono pronti ad agire se fanno qualcosa che viola le nostre sanzioni”.

La direzione di Biden ha imposto severe restrizioni alle istituzioni finanziarie russe, agli oligarchi e alla sua banca centrale. ha collaborato con alleati in Europa e in Asia per contrastare l’evasione delle sanzioni; L’avvertimento diretto alle banche estere fa parte di questo sforzo.

READ  Le interruzioni legate a Omigron potrebbero portare alla cancellazione di 3.800 voli nel 2022

All’incontro, ospitato da International Bankers, hanno partecipato istituzioni finanziarie provenienti da Cina, Brasile, Irlanda, Giappone e Canada.

Ha affermato che le banche statunitensi sono state attente a evitare di violare le sanzioni statunitensi, ma che gli individui e le imprese russe vorrebbero creare trust e utilizzare proxy come soluzioni. disse Addio. Ha anche indicato le società che potrebbero sostenere i gruppi oligarchiati soggetti a sanzioni e cercare di spostare le loro barche in porti diversi per evitare di essere catturati.

La maggior parte delle giurisdizioni rispetta le sanzioni, ma alcune, come gli Emirati Arabi Uniti, continuano a concedere asilo alle proprietà russe. Il Barche di molti oligarchi russi Parcheggiato a Dubai.

“Hai visto molte barche russe uscire dai porti, paesi che sono stati estesi a paesi senza restrizioni”, ha detto il sig. disse Adeimo. “Se sei un istituto finanziario e hai un’azienda cliente che fornisce supporto materiale per una di queste barche, vorremmo chiarire al pubblico che tu, quell’azienda, potresti essere soggetta al nostro supporto materiale”.

Riferendosi al messaggio che ha inviato alle banche estere, ha aggiunto: “Devi assicurarti non solo di cercare di entrare nelle tue istituzioni finanziarie, ma di aiutare le imprese che sostieni. Inoltre, non vuoi che diano supporto materiale all’oligarchia russa o alle imprese russe.

Banche e istituzioni finanziarie di tutto il mondo stanno lottando per capire come adattarsi alla nuova ondata di sanzioni contro la Russia.

Citigroup, la più grande banca statunitense della Russia con circa 3.000 dipendenti, è in un “dialogo attivo” per svendere le sue attività di consumer e business banking russe, secondo il suo CEO Jane Fraser. disse Bloomberg Questo mese.

READ  Jian ha combattuto con Kovit-19 nella peggiore esplosione che abbia colpito una città cinese quest'anno

Citigroup ha ridotto la propria esposizione in Russia a 7,9 miliardi di dollari a marzo, in calo rispetto ai 9,8 miliardi di dollari della fine dello scorso anno. Secondo un deposito. “Questo disarmo dei servizi finanziari è un grosso problema” disse la signora Fraser In una conferenza questo mese. Ha detto che si aspetta che gli afflussi di capitali globali si dividano man mano che i paesi creano nuove istituzioni finanziarie per evitare un’eccessiva dipendenza dalle società occidentali.

Le banche estere con operazioni negli Stati Uniti possono essere intrappolate tra richieste contrastanti. In alcuni casi, le sanzioni statunitensi hanno tagliato i clienti a lungo termine. Gli oppositori sapevano quanto potessero essere serie le autorità nel trovare i trasgressori e imporre grandi multe.

Nel 2019, ad esempio, la British Bank Standard Chartered ha pagato 1,1 miliardi di dollari Per risolvere i casi promossi dalla Magistratura, dal Tesoro, dal Controllore della Banca di Stato di New York e dal Procuratore Generale in relazione a transazioni effettuate a Cuba, Siria, Iran e Sudan in violazione delle sanzioni statunitensi. Due anni fa, la Deutsche Bank ha pagato 630 milioni di dollari dopo la cattura Aiuta gli investitori russi a intrufolarsi in $ 10 miliardi Nei centri finanziari occidentali. Anche i giganti internazionali HSBC e BNP Paribas hanno pagato miliardi per risolvere casi di sanzioni negli ultimi 10 anni.

Regina di Lanon Rapporto contribuito.