Ottobre 1, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Plex è stato violato, esponendo nomi utente, e-mail e password

Plex è stato violato, esponendo nomi utente, e-mail e password

La piattaforma di streaming multimediale Plex ha inviato un’e-mail ai suoi clienti oggi informandoli di una violazione della sicurezza che potrebbe aver compromesso le informazioni sull’account, inclusi nomi utente, indirizzi e-mail e password. Sebbene non vi siano indicazioni che le password crittografate verranno rivelate, Plex consiglia a tutti gli utenti di modificare immediatamente le proprie password.

Plex è una delle più grandi applicazioni per server multimediali disponibili ed è utilizzata da circa 20 milioni di persone per lo streaming di video, audio e foto che caricano da soli, oltre a una crescente varietà di contenuti che il servizio mette a disposizione degli abbonati a pagamento.

L’e-mail afferma: “Ieri abbiamo rilevato attività sospette in uno dei nostri database. Abbiamo immediatamente avviato un’indagine e sembra che una terza parte sia stata in grado di accedere a un sottoinsieme limitato di dati che include e-mail, nomi utente crittografati e password”. Non vi è alcuna conferma che altre informazioni personali sull’account siano state compromesse e nessuna menzione di librerie multimediali private (che possono includere o meno contenuti piratati, nudi privati ​​e altri contenuti sensibili) a cui si è avuto accesso durante la violazione.

Plex rassicura i clienti che “tutte le password degli account accessibili sono state sottoposte a hash e protette in conformità con le migliori pratiche”. Anche le informazioni finanziarie sembrano essere al sicuro nonostante la violazione, con l’e-mail che afferma che “la carta di credito e altri dati di pagamento non sono stati affatto memorizzati sui nostri server e non erano a rischio in questo incidente”.

READ  Apple presenta iPhone 14 con messaggistica satellitare di emergenza, Ultra Watch

La causa della violazione è stata trovata e Plex è intervenuta per impedire ad altri di sfruttare la stessa falla di sicurezza. “Abbiamo già affrontato il metodo utilizzato da questa terza parte per accedere al sistema e stiamo conducendo ulteriori revisioni per assicurarci di rafforzare la sicurezza di tutti i nostri sistemi per prevenire future incursioni”.

Se hai un account Plex, dovresti prendere provvedimenti per proteggerlo subito dopo Queste istruzioni fornite dalla società. Dovresti anche tu Abilita l’autenticazione a due fattori Se non l’hai già fatto. Plex inserisce l’opzione di autenticazione a due fattori nella pagina del tuo account.

Inoltre, è necessario utilizzare Un gestore di password gratuito o a pagamento Gestisci facilmente password uniche e difficili da indovinare e codici 2fa su tutte le tue app, servizi e siti. I browser Web come Google Chrome, Microsoft Edge e Safari hanno opzioni integrate decenti in questi giorni, sebbene siano disponibili anche servizi dedicati come Bitwarden, 1Password e Lastpass. Alcuni gestori di password ti avviseranno di password hackerate online e inseriranno le password automaticamente quando le applicazioni e i siti sul desktop e sul telefono le richiedono.