Gennaio 28, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Preparati: “Il mercato immobiliare statunitense è nelle prime fasi della più significativa contrazione dell’attività dal 2006”

Preparati: "Il mercato immobiliare statunitense è nelle prime fasi della più significativa contrazione dell'attività dal 2006"

Non credo che le vendite di case si fermeranno mai. Rallentano solo. Le persone saranno ancora in grado di vendere case, ma potrebbe volerci un po’ più tempo del solito.


– Lynn Kiefer, vice capo economista presso Freddie Mac

Un economista afferma che il settore immobiliare statunitense sta attraversando la sua più grande flessione in più di un decennio. Ma non aspettarti che i prezzi scendano a quello che sono ora.

“Il mercato immobiliare statunitense è nelle prime fasi della più significativa contrazione dell’attività dal 2006”, ha affermato Lynne Kiefer, vice capo economista di Freddie Mac FMCC,
-1,82%E il
cinguettare.

“Non è ancora apparso in molte serie di dati, ma le richieste di mutuo indicano un calo significativo durante l’estate”, ha spiegato. Ha affermato che gli ordini di acquisto di mutui sono in calo del 40% rispetto al picco più recente nel 2021.

Gli acquisti e il rifinanziamento tornano effettivamente a Il livello più basso degli ultimi 22 anni.

In un’intervista con MarketWatch, Keifer ha affermato che le domande di mutuo come punto di dati “ti danno un’idea di dove potrebbe essere diretto il mercato, perché queste sono le prime fasi in cui le persone cercano di acquistare una casa. E se il volume di calano le richieste, il che suggerisce che tra un mese, un mese e mezzo, diminuiranno anche le strutture ipotecarie per chiudere le case”.

Kiefer prevede che le vendite di case rallenteranno “un po’ durante l’estate” d’ora in poi.

mentre, I dati di Freddy Mac sono stati diffusi giovedì mattina Ha rivelato l’aumento dei tassi ipotecari sulla scia dell’aumento dei tassi di interesse e dell’inflazione.

READ  Jim Cramer spiega perché il numero CPI di dicembre è un "grosso problema"

Per essere chiari, “Non credo che le vendite di case si fermeranno completamente”, ha sottolineato Keefer. “Rallentano. Le persone saranno ancora in grado di vendere case, ma potrebbe volerci un po’ più di tempo rispetto al passato”.

I prezzi stanno scendendo a causa della “deflazione”?

Mentre alcuni potrebbero saltare alla conclusione che i dati più deboli rappresentino un potenziale calo dei prezzi delle case, Gli esperti avvertono diversamente.

“Questo significa che i prezzi delle case crolleranno? Ha detto Kiefer.

La ricerca di Freddie Mac mostra che quando i tassi di interesse salgono, mentre le vendite di case e le attività ipotecarie salgono, i prezzi delle case non diminuiscono necessariamente. o vai su. “Tendono ad essere più appiccicosi”, ha detto Kiefer.

“E sebbene il tasso di crescita tenda a rallentare, non tende a diminuire”, ha aggiunto.

Scrivi a: aarthi@marketwatch.com