Febbraio 3, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Risultato Celtics vs. Warriors, takeaway: Jaylan Brown, Al Harford Boston Gara 1 vs. Ha portato alla vittoria del Golden State.

I Golden State Warriors sono entrati nella notte imbattuti nel loro terreno di casa durante i playoff NBA del 2022 e sembrava che i quarti di finale sarebbero continuati in Gara 1 della loro serie di finali NBA contro i Boston Celtics. Tuttavia, quando gli spettatori sono entrati nel Chase Center e hanno battuto i Warriors 40-16 nel quarto quarto portandolo sul 120-108, le cose sono cambiate drasticamente durante gli ultimi 12 minuti di azione.

Stephen Curry ha preso il comando con 34 punti quando entrambe le squadre sono entrate in gioco, e Andrew Wiggins, insieme a Clay Thompson e Jordan Poole, ha aggiunto 44 punti, nove rimbalzi e sette assist. Alla fine, non è stato sufficiente superare le prestazioni di Jason Todd, Jaylan Brown, Al Harford e Derrick White, che sono stati in grado di rubare il vantaggio sul campo di casa in Road Team Game 1.

Il gioco 2 si svolge domenica sera a San Francisco.

Ecco quattro suggerimenti chiave del gioco:

1. I Celtics lo rubano nell’incredibile quarto quarto

I Celtics sono entrati nel quarto quarto con 12 punti sotto i Warriors di casa per 9-0 nei playoff nei primi tre turni. Quando Jason Tatum ha iniziato l’inquadratura mancando due sguardi facili per continuare la sua brutale esibizione di tiro, non sembrava che fosse di nuovo in gioco.

Fu allora che Jaylan Brown prese il controllo. Quando Tatum ha lottato, i Celtics gli hanno messo la palla in mano e ha iniziato a giocare dopo la partita. Ha segnato o assistito su 20 dei primi 23 punti dei Celtics del quarto quarto quando sono tornati e alla fine Brown ha assistito Derrick White per pareggiare la partita a 5:40 con 3 punti rimasti. Sarebbe difficile dire abbastanza quanto sia importante l’estensione di Brown. Quella era la situazione perfetta per lui per andare avanti, e lo ha fatto nella più grande partita della sua carriera.

Sembrava che fossimo impazziti, invece i Celtics hanno continuato a girare bene. Hanno battuto i Warriors 17-5 nella finale 5:40 per ottenere una vittoria a doppia cifra e prendere un vantaggio di 1-0 nella serie. La finale è stata 40-16 a favore dei Celtics nel quarto quarto. Quella differenza di 24 punti è stata la più grande nella storia della finale del quarto quarto.

Mentre i Celtics hanno giocato bene in tutti gli aspetti della partita nel frame finale, il fattore chiave è stato il loro tiro da 3 punti. Hanno fatto i primi sette tentativi del quarto dal centro e sono finiti 9 su 11 dal quarto posto. La cosa ancora più interessante è che durante quell’estensione cinque diversi giocatori hanno creato 3 punti.

READ  Guerra Russia-Ucraina: Ultime Notizie - The New York Times

“Continua a giocare”, ha detto Al Harford dopo la vittoria. “Questo è il nostro messaggio per tutta la partita. Sono un’ottima squadra. Per noi, lo sai, continua a giocare qualunque cosa accada. I nostri ragazzi, l’abbiamo fatto. Non è nostro.

2. Il bianco lo fa di nuovo

Quando i Celtics hanno scambiato Josh Richardson per la scelta del primo round del 2021 e il grande scambio del primo round del 2028 per ottenere Derrick White dai San Antonio Spurs, alcuni erano preoccupati che ci saremmo arresi troppo per un ragazzo che non voleva nemmeno. Saranno nella loro formazione di partenza. A quanto pare, potrebbero non essersi arresi abbastanza.

Era in forma per il bianco quando è arrivata la scadenza ed è migliorato di nuovo durante i playoff, soprattutto quando Marcus Smart si è infortunato. Giovedì sera, White lo ha fatto di nuovo con la sua migliore prestazione. Ha concluso con 21 punti e tre assist, lasciando cadere il massimo della stagione di cinque punti 3 e ha giocato a difesa delle stelle per tutta la notte. Il più-meno di una partita singola potrebbe non essere sempre l’indicatore migliore, ma non sorprende che in questo gioco il bianco sia il più-25 del team-high.

La capacità di girovagare per gli schermi e stare con artisti del calibro di Steff Curry, Clay Thompson e Jordan Poole, è la chiave in questa serie mentre corrono sul pavimento. Qualsiasi offesa che i Celtics ottengono da lui è un bonus e hanno vinto il jackpot nel gioco 1. Questa è la seconda volta che ha segnato più di 20 punti nei playoff e ha segnato due grandi 3 durante il quarto quarto.

“[White was doing a] Un po’ di tutto”, ha detto l’allenatore Ime Utoka dei Celtics. Ovviamente da tre a otto a cinque. Ma gioco, tiro e difesa. Stai parlando di non avere una grande caduta quando Marcus esce ed entra. La sua taglia e versatilità nella parte difensiva, la sua capacità di coinvolgere i compagni e agire in modo aggressivo nel crimine è enorme stasera. “

3. La finale di Harford è stata un enorme successo

Al Harford è in campionato dal 2007 e ha raggiunto i playoff in 13 delle sue 15 stagioni. Ma fino a questa corsa, non è arrivato alle finali NBA. In effetti, le sue 141 presenze ai playoff senza un’apparizione in finale erano un record NBA. Quella siccità è finalmente finita giovedì, quando ha messo piede a terra per Gara 1.

3 punti dal feed di Jason Totem – quando ha girato il primo colpo della notte, sembrava a casa. Dato che Harford ha ottenuto più sei e tre in una carriera sulla strada per 26 punti, sei rimbalzi e tre assist, quel tiro prefigurava ciò che sarebbe successo. I sei 3 di Harford hanno stabilito un record nella storia della NBA nella loro prima finale.

“Sono grato per questa opportunità”, ha detto Harford nel post. “Alla fine della giornata uscirà e giocherà a basket. Questo è tutto. Sono grato di essere in questa posizione. Dio mi ha messo in questa posizione. L’ho abbracciato e sono entusiasta di condividere questa piattaforma con questo folla. Voi ragazzi avete davvero creduto in quello che stiamo cercando di fare. È divertente vederli riunirsi tutti insieme. “

Come molti, Harford stava meglio quando i Celtics sono tornati nel quarto quarto. È andato esattamente 4 su 11 con 11 punti dal campo e ha segnato una tripla con 5:10 rimanenti. Come Derrick White, i Celtics hanno davvero bisogno di protezione da Harford. Come ha mostrato Gara 1, quando segna in questo modo, può essere molto difficile batterli.

4. Il curry fa la storia, poi si raffredda

Steff Curry ha creato la tripla per il primo canestro della partita, che ha iniziato uno storico primo quarto in cui ha realizzato sei 3 e segnato 21 punti. Sei 3 è il record delle finali NBA stabilito da un giocatore in un quarto e 21 punti che un giocatore ha segnato in un ultimo quarto da quando Michael Jordan nel 1993.

Mentre Curry doveva ancora tirare i tiri, le numerose carenze difensive dei Celtics furono una parte importante del suo primo successo. Ci sono stati diversi possedimenti in cui i Celtics hanno pronunciato male e hanno aperto le marcature per un tiro a livello di allenamento e gli altri si sono seduti molto indietro nella copertura di caduta.

Con il progredire del gioco, i Celtics si stabilirono sulla difensiva e fecero un lavoro migliore nel difendere il curry. La sua ultima linea va bene – 34 punti, cinque rimbalzi e cinque assist – ma non ha fatto nulla dopo il primo quarto. Infatti nel secondo quarto ha preso più tiri (16) che punti (13). Questo è un segnale incoraggiante per i Celtics.

5. Tatum diventa un regista

Jason ha iniziato Totem Game 1, rompendo i ponticelli sui primi due possedimenti dei Celtics, e la sua notte di tiro non è andata bene da lì. Ha concluso con 12 punti su 17 in campo per la sua scarsa prestazione nei playoff e ha anche ottenuto la seconda prestazione più bassa dell’intera stagione.

Tuttavia, ha comunque avuto un enorme impatto nel gioco e i Celtics Plus-16 erano a terra con lui. In parte era la sua protezione. Come tutti gli altri difensori d’élite di questa squadra, Totem a volte viene trascurato, ma la sua lunghezza e versatilità lo rendono molto difficile per gli avversari.

Tuttavia, la cosa principale per il Tottenham giovedì sera è stata la sua giocata. Totam non lascerà che i Warriors li battano giocando a vicenda. Tatum ha risposto ripetendo il gioco corretto. Non è rimasto deluso quando il suo tiro è caduto, non ha cercato di forzare l’azione, è rimasto bloccato nella marmellata e ha guardato la palla. Di conseguenza, ha completato 13 assist nella sua carriera, la prima partita della finale di un giocatore nella storia della NBA.

“Sì, penso che sia così [Udoka’s] Un messaggio del primo giorno, lascia che ti sfidi a essere un giocatore migliore e a migliorare il resto del mio gioco”, ha detto Tatum. Sai, ovviamente giocare è una cosa. Attira più attenzione. Aiuta la squadra il più possibile. Quindi ha fatto un ottimo lavoro sfidando la squadra solo sotto questo aspetto”.