Ottobre 3, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Riunione del consiglio di amministrazione della CFP, con ‘Momentum’ verso l’allargamento dell’allegato

Riunione del consiglio di amministrazione della CFP, con 'Momentum' verso l'allargamento dell'allegato

Il consiglio di amministrazione del College Football Playoff venerdì terrà una riunione virtuale che potrebbe accelerare l’espansione dei giochi all’inizio del 2024 se gli 11 presidenti e consulenti che rappresentano il gruppo più potente dello sport voteranno e approveranno all’unanimità un formato, hanno confermato fonti a ESPN mercoledì.

“C’è slancio”, ha detto a ESPN una fonte che ha familiarità con i colloqui. “C’è sicuramente slancio.”

La fonte ha indicato che l’affluenza alle urne è stata di 50-50. Sports Illustrated ha riportato per la prima volta l’incontro.

Il CEO di CFP Bill Hancock ha rifiutato di confermare o smentire il rapporto. Il comitato di gestione del CFP, composto da 10 commissari FBS e dal direttore sportivo di Notre Dame Jack Swarbrick, dovrebbe incontrarsi la prossima settimana per continuare le discussioni sull’espansione, ma i membri sono in attesa di sapere cosa decideranno i capi, se del caso, venerdì.

Se c’è una mossa verso un playoff ampliato entro il decennio in corso, questo incontro darà ai commissari la possibilità di approfondire i dettagli della struttura che i capi hanno messo in atto.

Mentre le fonti hanno indicato che c’è una certa fiducia a livello di commissario che una sorta di espansione passerà, il futuro della PCP rimane nei capricci inaspettati di un gruppo di presidenti di college.

Il CFP sta entrando negli ultimi quattro anni di un contratto di 12 anni con ESPN che scade dopo la stagione 2025. Per espandersi prima della scadenza del contratto, ci deve essere una decisione unanime da parte dei presidenti e dei consulenti.

READ  Cosa hanno detto i piloti al Talladega Superspeedway

In genere, i commissari hanno il compito di scoprire il modello e, se possono concordarlo all’unanimità, lo presenteranno al consiglio di amministrazione per l’approvazione, con i presidenti e i consiglieri che hanno l’autorità ultima sugli spareggi.

Dopo 10 mesi di discussioni e incontri spesso tesi e pieni di sfiducia che circolavano pubblicamente, i commissari hanno chiuso i dibattiti con 8-3 voti a febbraio. The Big Ten, ACC e Pac-12 hanno tutti votato contro la proposta originale a 12 squadre che includeva i sei campioni con il punteggio più alto della conferenza, così come le successive sei squadre con il punteggio più alto.

Scegliendo di rimanere su quattro bande per altri quattro anni, le 10 conferenze FBS e Notre Dame hanno perso quasi $ 450 milioni di entrate potenziali. Da allora, ACC, Big Ten e Pac-12 hanno espresso il sostegno pubblico all’espansione.

A luglio, ai Pac-12 Media Days, il commissario Pac-12 George Klyavkov ha detto a ESPN che credeva che sarebbe stato possibile cambiare il formato prima della scadenza del contratto.

“Siamo più vicini di quanto non lo siamo mai stati ad accettare una formula”, ha detto. “La mancanza di accordo sulla forma ci ha impedito di farlo rapidamente, piuttosto che lavorare lentamente.

“L’hai detto di nuovo quando ci siamo incontrati inizialmente su questo. Una volta che hai concordato un formato, puoi inserirlo nel contratto esistente. Se sembriamo essere d’accordo oltre il contratto attuale, perché non provare a farlo più velocemente?”

Sebbene si abbia la sensazione che il processo si stia muovendo troppo rapidamente, le fonti hanno indicato che vi sono anche preoccupazioni sul fatto che ora possa essere accelerato, con molte domande che rimangono senza risposta. Se i presidenti dovessero votare in qualche forma, c’è ancora dibattito tra i delegati sul fatto che i campioni della conferenza debbano qualificarsi automaticamente per un posto, come verranno distribuite le entrate e come sarebbe il sistema delle bocce, in particolare il Rose Bowl.

READ  2022 NCAA Baseball Arch: risultati del campionato mondiale maschile di college, programma

Il commissario della US Athletic Conference Mike Aresco ha affermato che la sua conferenza è aperta a 12 o 16 squadre e che dare a tutti i 10 campioni della FBS Conference offerte automatiche “sarebbe l’ideale”.

“Questo darebbe energia e aiuterebbe davvero il football universitario a diventare più sano”, ha detto Aresco. “Sarebbe una grande partita di campionato questo fine settimana. Pensiamo che un playoff a 16 squadre sia qualcosa a cui dovremmo assolutamente pensare, e se includesse 10 partite di auto e sei grandi squadre, sarebbe fantastico per il football universitario”.

Anche la riorganizzazione della conferenza rimane un fattore, con fonti che suggeriscono che l’espansione dei Big Ten oltre le aggiunte in sospeso di USC e UCLA è possibile.

I capi si sono anche incontrati più o meno allo stesso modo all’inizio di questo mese e hanno discusso brevemente della possibilità di ristrutturare il modo in cui viene gestito il football universitario, con un’idea che mette FBS sotto la gestione della CFP.

“Penso che sia molto vivo e le discussioni stiano continuando, come con il CFP, andando avanti”, ha detto una fonte.