Febbraio 2, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Tutti vogliono costruire fabbriche di batterie americane ora

Tutti vogliono costruire fabbriche di batterie americane ora

Immagine del logo BMW su un edificio nella Carolina del Sud.

immagine: Luc Charette/Bloomberg (Immagini Getty)

Hyundai e BMW si sono unite a un’ondata di case automobilistiche straniere che cercano di aumentare la produzione di batterie qui negli Stati Uniti, la casa automobilistica cinese sta facendo scalpore in Russia mentre altre società si ritirano e Mercedes apre la sua prima concessionaria di auto esclusivamente elettriche. Tutto questo e altro dentro turno del mattino Per giovedì 8 dicembre 2022.

Prima marcia: Hyundai e BMW stanno progettando nuovi impianti di batterie negli Stati Uniti

Quando è stato approvato dai legislatori statunitensi all’inizio di quest’anno, l’Inflation Reduction Act è stato elogiato per aver portato agevolazioni fiscali a migliaia di acquirenti di veicoli elettrici in tutto il paese. Ma, Requisito di assemblaggio dell’auto Negli Usa c’è chi si indigna, così come la notizia che le auto del futuro dovranno utilizzare componenti assemblati in terra libera.

Tutto questo significa all’estero Le case automobilistiche si sono affrettate ad aumentare la loro produzione manifatturiera negli Stati Uniti. E ancora Honda ha annunciato i suoi piani Per aumentare la produzione di batterie qui in America, Hyundai e BMW sono le ultime case automobilistiche a seguire l’esempio. Lo riferisce Reuters:

Hyundai Motor Group e SK On hanno dichiarato giovedì che costruiranno un nuovo impianto di produzione di batterie in Georgia per rifornire gli impianti di assemblaggio statunitensi per la casa automobilistica coreana.

Hyundai Motor Group e SK On, la sussidiaria per le batterie agli ioni di litio di SK Innovation, hanno recentemente firmato un Memorandum of Understanding (MOU) per un nuovo impianto di produzione di batterie per veicoli elettrici con i dettagli della partnership ancora in fase di sviluppo, hanno affermato le due società.

BMW on the other hand has partnered with Japan-based manufacturer Envision AESC on its new U.S. plant. Notizie automobilistiche rapporti Envision ha annunciato che investirà 810 milioni di dollari in un nuovo stabilimento nella Carolina del Sud che fornirà celle per le fabbriche di veicoli elettrici di BMW. Notizie automobilistiche Aggiungere:

La società ha dichiarato martedì che l’impianto di 1,5 milioni di piedi quadrati a Firenze creerà inizialmente 1.170 posti di lavoro e avrà una capacità annua di 30 gigawattora. Queste dimensioni possono fornire batterie sufficienti per 300.000 veicoli elettrici all’anno.

La seconda marcia: la legge della riduzione dell’inflazione a100 miliardi di dollari all’industria statunitense dei veicoli elettrici

Se tutte queste case automobilistiche che investono nella produzione americana non ti bastassero, ecco alcune buone notizie su di loro Legge sulla riduzione dell’inflazioneQuesto investimento potrebbe stimolare oltre 100 miliardi di dollari nella produzione e nello sviluppo di batterie negli Stati Uniti.

secondo Notizie automobilisticheL’attenzione per auto e componenti di fabbricazione americana sta costringendo sempre più case automobilistiche a investire nelle loro strutture qui in America. Ciò potrebbe mettere gli Stati Uniti alla pari con la Cina, che spende molto per lo sviluppo e la produzione di batterie per veicoli elettrici. secondo Notizie automobilistiche:

Il disegno di legge incoraggerebbe anche i produttori e i fornitori di batterie statunitensi a sviluppare batterie realizzate con altri materiali oltre al litio e alla sua fonte, con cui sono prodotte oggi la maggior parte delle batterie per veicoli elettrici.

Gli Stati Uniti producono solo l’1% del litio mondiale e molte batterie per veicoli elettrici sono prodotte con litio proveniente da Cina e Australia. Austin Devaney, chief commercial officer di Piedmont Lithium, con sede nella Carolina del Nord, ha affermato che il disegno di legge potrebbe finire per indirizzare 100 miliardi di dollari all’industria delle batterie per veicoli elettrici, avvicinandosi a quanto spende la Cina.

Investire nella produzione di batterie negli Stati Uniti crea posti di lavoro e può portare allo sviluppo di celle più efficienti, che un giorno potrebbero essere utilizzate per ridurre le emissioni di altre industrie negli Stati Uniti.

Terza marcia: la Cina rivendica il mercato automobilistico russo

Quando la Russia ha lanciato la sua invasione illegale dell’Ucraina all’inizio di quest’anno, le case automobilistiche internazionali si sono indignate e hanno rapidamente interrotto le operazioni in Russia. Ciò includeva la chiusura di fabbriche, la chiusura di concessionarie e Taglia i legami con lo Stato per Aziende come Toyota e Nissan.

Le case automobilistiche cinesi non hanno ricevuto quel promemoria speciale e hanno continuato a commerciare in Russia dall’invasione di marzo. Lo riferisce Reuters Che i marchi cinesi ora rappresentano “quasi un terzo” delle vendite di auto in Russia. Secondo il sito:

Le nuove vendite di autovetture e veicoli commerciali leggeri (LVC) sono diminuite di quasi il 61% su base annua poiché le sanzioni occidentali limitano l’accesso della Russia ad alcuni articoli e la domanda inferiore e i prezzi più elevati ostacolano il settore.

Ma le vendite di autovetture di marchi cinesi, tra cui Haval, Chery e Geely, sono aumentate, salendo a 16.138 unità a novembre, quasi il doppio delle 8.235 unità di gennaio, mentre la quota di mercato ha raggiunto il 31,3% dal 9,6%, come mostrano i dati. agenzia di analisi Autostat.

In Russia, le vendite di auto nuove dovrebbero raggiungere le 600.000 unità entro la fine del 2022. In tutto il mercato, i modelli domestici “soddisfano la domanda a prezzi bassi” di circa 1,5 milioni di rubli ($ 24.000). D’altra parte, la “nicchia occidentale” è stata presa dalle auto cinesi per modelli il cui prezzo supera i 2,5 milioni di rubli (39mila dollari).

Quarta marcia: il capo cinese di Tesla è pronto a dirigere l’enorme fabbrica del Texas

produttore di auto elettriche Tesla ha dovuto affrontare gli stessi problemi della catena di approvvigionamento E ritardi di produzione come la maggior parte delle case automobilistiche vede quest’anno, così come il proprio marchio di problemi e richiami di controllo qualità. Ora, per cercare di risolvere alcuni di questi problemi, il suo capo ha portato Elon Musk, capo delle operazioni cinesi della casa automobilistica, in Texas per guidare. Fabbrica.

secondo Notizie automobilistichecatcher ha assunto Tom Chu per gestire lo stabilimento della casa automobilistica del Texas. Notizie automobilistiche Rapporti:

Tom Zhu, che è entrato a far parte di Tesla nel 2014 per aiutare a costruire la sua rete Supercharger e di recente è stato a capo delle operazioni della casa automobilistica in Asia Pacifico, questa settimana è ad Austin e ha portato con sé alcuni membri del suo team di ingegneri dalla Cina per aiutare a supervisionare l’aumento. Da Giga Texas — hub americano per la Model Y e futura produzione del Cybertruck — hanno detto le persone, chiedendo di non essere identificate perché non autorizzate a parlare pubblicamente.

La gente diceva che non era chiaro per quanto tempo Chu avrebbe trascorso ad Austin o se avrebbe mantenuto le sue responsabilità in Asia.

Il trasferimento di Zhu in Texas arriva mentre Tesla cerca di aumentare la produzione qui America. Lo stabilimento texano del produttore di auto elettriche ha iniziato a funzionare all’inizio di quest’anno con Un’intera pila di showboat di Musk.

5a marcia: Mercedes ha appena aperto la sua prima auto elettrica Agenzia

Sebbene Tesla possa essere stata una delle prime case automobilistiche a portare le auto elettriche nel mainstream, deve affrontare una forte concorrenza da parte dei marchi legacy che sono passati all’alimentazione a batteria. Ora, per mostrare la sua fede in un futuro completamente elettrico, Mercedes ha aperto le porte alla sua prima auto esclusivamente elettrica Agenzia.

Notizie automobilistiche rapporti Mercedes ha aperto un sito esclusivo per veicoli elettrici in Giappone, dove venderà i suoi modelli a marchio Mercedes-EQ completamente elettrici a Yokohama, a sud di Tokyo. Secondo il sito:

Mercedes ha introdotto cinque modelli elettrici dal 2019 e “sta assistendo a un’ulteriore crescita nel mercato dei veicoli elettrici in Giappone”.

Le auto elettriche hanno tardato a prendere piede in Giappone, dove i produttori nazionali dominano il mercato. Ma i marchi stranieri hanno venduto un record di 2.357 veicoli elettrici a novembre, superando per la prima volta un decimo di tutte le vendite di auto importate, secondo la Japan Automobile Importers Association (JAIA).

La scorsa settimana, Mercedes ha aggiunto l’adorabile concept di camper alla sua flotta di veicoli elettrici. Concetto EQT Marco Polo1 Un giorno potrebbe entrare a far parte della gamma Mercedes, che comprende i modelli EQS, EQB ed EQE.

Indietro: Alla luna e ritorno

Neutrale: acquisto USA

Gli acquisti americani sono importanti per te? Pensi che la produzione di batterie e l’assemblaggio di auto elettriche negli Stati Uniti sarà sufficiente per convincere gli americani più orgogliosi a passare a un veicolo elettrico?

Alla radio: Arctic Monkeys – “Perfect Sense”

Arctic Monkeys – Perfect Sense (audio ufficiale)

READ  Nome delizioso ma niente Big Mac: la Russia apre ristoranti rinominati McDonald's