Maggio 28, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

UConn Women vince una partita fisica con l’UCF per prendere un posto nel record di Sweet 16 straight

UConn Women vince una partita fisica con l'UCF per prendere un posto nel record di Sweet 16 straight

STORRS, Conn. – L’allenatore di basket femminile UConn Geno Auriemma ha detto che pensa di aver visto tutto in questa stagione, poiché la sua squadra ha lottato con gli infortuni per la maggior parte della campagna e ha perso il maggior numero di partite prima del campionato NCAA che il programma ha visto dal 2004-05.

Ma la lotta di lunedì contro un ex avversario dell’UCF nella conferenza davanti a uno dei più chiassosi Gamble Pavilion della memoria recente, con un posto negli Sweet 16 in palio?

“Questa è stata una nuova esperienza per me”, ha detto Orima.

Nonostante abbiano sparato al 29,2% del campo, gli Husky hanno ottenuto una vittoria per 52-47 dove erano in ritardo con otto anni di anticipo, quindi sono risaliti a 12 a metà del quarto e poi hanno lasciato che la cavalleria si ritirasse entro tre. Manca meno di un minuto.

In una stagione in cui sono state ridotte diverse serie storiche di UConn (partite consecutive senza imbattersi in un avversario non classificato, anni dopo la caduta della partita di conference), uno dei round più impressionanti del programma rimane lo stesso: gli Huskies ora hanno è passato agli Sweet 16 in cui registra 28 tornei NCAA consecutivi. Suoneranno a Indiana, il primo incontro nella storia della programmazione, sabato alle 14:00 ET a Bridgeport, nel Connecticut, per un posto all’Elite Eight.

“Non solo le partite difficili, ma penso che anche le avversità che abbiamo affrontato in campo ci abbiano aiutato a prepararci [to battle Monday]La guardia ha detto uno studente corpulento Azzi Fdche ha tirato 4 3 e ha concluso con un punteggio di squadra di 16 punti.

READ  Carson Wentz: Jim Irsay commenta "Fuori campo sinistro", pensavo fossimo a posto

Nel frattempo, l’UCF (26-4) ha concluso una stagione storica in cui ha vinto la sua prima stagione regolare e titoli di campionato AAC e ha vinto la sua prima partita di campionato NCAA, contro la Florida al primo turno.

L’Husky ha lasciato un gran numero di punti sul tabellone durante la gara e ha effettuato solo 2 tentativi di lancio su 12.

Ma l’UCF si è anche lasciato sfuggire un tiro libero scadente (10 contro 20). Ciò includeva una serie di falli della serie di beneficenza con 2:21 rimanenti che avrebbero potuto ridurre la differenza a tre e un altro set a 22 secondi dalla fine solo tre volte (con il secondo tiro fallo annullato a causa di una violazione della corsia).

Il punteggio di 52 di UConn è stato il più basso mai registrato in un torneo NCAA nella storia del programma.

Gli Husky hanno familiarità con lo stile di gioco fisico dell’UCF sin dai tempi dell’American Athletic Conference dal 2013 al 2020, quando le squadre di Auriemma hanno trionfato 13-0 nella serie. Ma la tensione è aumentata lunedì quando la folla chiassosa di Gamble era piena di studenti che erano tornati di recente dalle vacanze di primavera e fan altrettanto entusiasti di guardare quello che sembrava più un incontro di boxe che una partita di basket.

I Knights sono saliti per primi a 17-9, prima che UConn fosse alle prese con parte della propria sporgenza. In una partita all’inizio del primo quarto, il giocatore nazionale in carica dell’anno Grandi panettieri E il Ty Sanders Ha continuato a discutere sulla palla saltata anche dopo che gli arbitri hanno fischiato, prima che i Bakers si girassero verso la folla e alzassero le braccia per amplificare la folla.

READ  Risultati di UFC 274, highlights: Charles Oliveira sottomette Justin Gethje a diventare il contendente numero 1 dei pesi leggeri

Tre giocatori mancano (Olivia Nelson Odda E il Alto Edwards Anche da UConn Alisha Lewis di UCF) prima della fine della notte, con molte altre persone che ne commettono quattro ciascuna.

“Ci aspettavamo di essere fisici, ma non credo che si aspettassero che fossimo fisici”, ha detto la guardia dell’UCF. Battaglie di diamantiLa squadra ha chiuso con 12 punti. “Siamo usciti e abbiamo fatto quello che sappiamo fare meglio. Solidità, questo è quello che siamo. L’UCF è una squadra forte e coraggiosa e lo saremo sempre. Fin dall’inizio, sapevamo come dovevamo giocare e noi’ sono stato così per 40 minuti”.

Auriemma lo presentò.

“Ci sono momenti in cui sei solo in una lotta rock e devi trovare un modo per superarla”, ha detto. “E ci sono altre volte in cui ti senti come se fossi a un balletto e nessuno tocca nessuno.”

L’esibizione di lunedì non è stata sicuramente un balletto.

I Knights, che sono entrati in gioco vantando la difesa con il punteggio più alto della nazione, non hanno ribaltato eccessivamente UConn, ma la loro pressione e difesa aggressiva lo hanno rallentato e interrotto il suo flusso offensivo. E quando l’Husky ha ottenuto una buona occhiata, cosa che hanno fatto sempre di più man mano che la partita andava avanti, hanno perso i colpi che avrebbero normalmente fatto. Sono stati anche completamente neutralizzati nella vernice, segnando solo 10 punti.

Per una squadra che tende a vincere per abilità, UConn non ha avuto altra scelta che superare in astuzia i corridori se voleva avanzare a Bridgeport. L’Husky si è sistemato sulla difensiva e ha trovato un po’ più di groove in attacco, lentamente ma inesorabilmente strisciando in avanti in doppia cifra all’inizio del quarto inning.

READ  L'inaugurazione è fissata per il 7 aprile

“Abbiamo appena combattuto”, ha detto UConn Senior Kristen WilliamsChi ha chiuso con 12 punti. “Quella era l’unica cosa che potevamo davvero fare era uscire da soli e rispondere. Ed è esattamente quello che è successo: abbiamo continuato a prendere a pugni, e alla fine si sono tirati indietro”.

L’UCF ha avuto un’altra esplosione, però, usando nove punti mancati per renderlo una partita di possesso unico con un minuto da giocare, ma tra i tiri liberi sbagliati e un UConn 4v4 che termina la serie viziata grazie a Williams Fodd, l’Husky vivrà per giocare Un altro gioco.

“La forza fa tutti quei tiri liberi alla fine”, ha detto Orima. “La forza ottiene un grande rimbalzo in un grande momento. La durata è ciò che rende Kristen così 3 [early in the fourth to put UConn up by 11] quando doveva farlo. E penso che l’abbiamo dimostrato. Immagino che tutte le altre cose fossero solo sciocchezze”.

La strada non sarà più facile per i cani Husky d’ora in poi; L’Indiana sta aspettando, e poi deve andare avanti, il vincitore dell’ACC State NC Championship contro Notre Dame con una trasferta a Minneapolis in mano.

I cani husky dovranno giocare vicino alla versione migliore di se stessi per sopravvivere a questa sfida, anche se per la squadra essere in grado di resistere a un altro periodo di avversità offre comunque una lezione.

“C’è qualcosa da dire sul fatto che puoi vincere una partita che forse guarderai indietro e dirai che non sono sicuro di come abbiamo vinto quella partita, ma l’abbiamo fatto”, ha detto Orima.