Dicembre 3, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Ultime notizie su Putin, Russia e Ucraina: aggiornamenti in tempo reale

Ultime notizie su Putin, Russia e Ucraina: aggiornamenti in tempo reale
a lui attribuito…Immagini d’arte / Immagini del patrimonio, tramite Getty Images

Kiev, Ucraina – Con le truppe russe che saccheggiano Kherson e Mosca che si precipitano in rinforzi prima di un’incombente battaglia per lo strategico porto meridionale, i governanti per procura nominati dal Cremlino della città hanno inviato una squadra in un’imponente cattedrale di pietra del XVIII secolo per una missione speciale.

Furono mandati a rubare le ossa del principe Grigory Alexandrovich Potemkin.

Il ricordo del comandante del diciottesimo secolo è vivido per coloro che al Cremlino sono decisi a restaurare l’impero russo. Fu Potemkin a convincere la sua amante, Caterina la Grande, ad annettere la Crimea nel 1783, il fondatore di Kherson e Odessa cercò di creare la “Nuova Russia”, un dominio che si estendeva attraverso quella che oggi è l’Ucraina meridionale fino al Mar Nero e quando il presidente Vladimir Putin ha invaso l’Ucraina a febbraio con l’obiettivo di reclamare parte di un impero perduto da tempo, ha evocato la visione di Potemkin.

Ora, con l’esercito di Putin che non riesce a marciare su Odessa e minaccia di essere espulso da Kherson, i grandi piani di Putin sono in pericolo, ma la fiducia tra i lealisti del Cremlino in quello che vedono come l’impero legittimo della Russia rimane profonda.

Così una squadra di lealisti del Cremlino è scesa in una cripta sotto un’unica lapide di marmo bianco all’interno della Cattedrale di Santa Caterina.

Per raggiungere i resti di Potemkin, avrebbero aperto una porta magica nel terreno e si sarebbero arrampicati su uno stretto passaggio, secondo le persone che hanno visitato la cripta. Lì avrebbero trovato una semplice bara di legno su una piattaforma rialzata, con una croce sopra.

READ  Aggiornamenti in tempo reale di Russia e Ucraina: le forze ucraine lanciano un grande contrattacco

Sotto il coperchio della bara c’era una piccola borsa nera con il teschio e le ossa di Potemkin, accuratamente numerata.

Il capo della regione di Kherson designato dalla Russia, Vladimir Saldo, ha detto che i resti di Potemkin sono stati spostati in un luogo sconosciuto a est del fiume Dnipro, dove le forze russe potrebbero prepararsi a ritirarsi mentre le forze ucraine si avvicinano alla città.

“Abbiamo portato sulla riva sinistra le reliquie del Santo Principe, che erano nella Cattedrale di Santa Caterina”, ha detto il signor Saldo in un’intervista trasmessa alla televisione russa. “Abbiamo portato Potemkin in persona.”

Gli attivisti ucraini locali hanno confermato che la chiesa è stata saccheggiata e che le ossa sono state rimosse insieme alle statue di venerati eroi russi.

Simon Sebag Montefiore, autore di Caterina la Grande e Potemkin, ha dichiarato in un’intervista che poco dopo la sua pubblicazione nel 2000, il Cremlino lo ha chiamato per dirgli quanto a Putin piacesse il suo lavoro. Ma Montefiore ha detto giovedì che la lettura della storia da parte di Putin era profondamente imperfetta e che la sua guerra era stata ridotta alle rovine di città ucraine come Mariupol e Mykolaiv che Potemkin e i primi imperialisti russi hanno contribuito a costruire. (Il termine “Villaggio Potemkin” è stato coniato per descrivere una splendida facciata costruita per mascherare una condizione indesiderabile, anche se il signor Montefiore afferma che il termine è stato erroneamente attribuito al principe, i cui risultati nell’attuale Ucraina erano reali.)

“Potemkin avrebbe disprezzato Putin e tutto ciò che rappresentava”, ha detto.

Montefiore ha aggiunto che l’importanza delle ossa per la Russia ha messo in evidenza “la forza della storia e la forza dei cadaveri”, in particolare per il Cremlino, che ha costruito le sue ragioni per la guerra su una versione distorta della storia.

READ  Il Dipartimento di Stato paga somme a sei cifre alle vittime della sindrome dell'Avana

I lealisti del Cremlino non hanno fatto alcuno sforzo per nascondere il furto. “Queste sono state le mie decisioni perché questi sono i miei poteri, i miei doveri e le mie responsabilità”, ha detto il signor Seldo.