Settembre 26, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Un asteroide si è scontrato permanentemente con il telescopio spaziale James Webb della NASA: rapporto

Un asteroide si è scontrato permanentemente con il telescopio spaziale James Webb della NASA: rapporto

Anche con le prime immagini catturate dal telescopio spaziale James Webb della NASA, il più grande e potente del suo genere al mondo, gli scienziati affermano che lo strumento è stato permanentemente danneggiato da una serie di attacchi di asteroidi a maggio.

secondo nuovo documento pubblicato, Un gruppo di scienziati ha affermato che dopo aver determinato le prestazioni di James Webb durante la fase di messa in servizio, il telescopio ha segnalato problemi “irreversibili”. Hanno aggiunto che il telescopio ha anche subito “un piccolo impatto tutto il tempo, che non è ancora misurabile”.

“Attualmente, la più grande fonte di incertezza sono gli effetti a lungo termine degli impatti della micrometeorite che portano lentamente alla degradazione dello specchio primario”, hanno affermato gli scienziati nel rapporto.

Il 22 maggio, lo specchio principale del telescopio spaziale James Webb è stato colpito da sei micrometeoriti. Tra questi, il sesto colpo ha causato ingenti danni. All’inizio non era considerato molto grande, ma un nuovo articolo degli scienziati ora suggerisce che potrebbe essere più serio di quanto si pensasse.

Il rapporto affermava inoltre che l’impatto “ha superato le aspettative di danno pre-lancio di un singolo piccolo meteorite, portando a ulteriori indagini e modelli”.

Leggi anche | Spiegazione: come le immagini del James Webb Telescope cambiano la comprensione dell’universo

Sebbene il danno non abbia influito sulla risoluzione dello specchio primario del telescopio spaziale, gli ingegneri che hanno progettato Webb ritengono che gli specchi e lo schermo solare decadranno inevitabilmente lentamente a causa degli effetti delle micrometeoriti.

Una potenziale soluzione potrebbe essere quella di ridurre il tempo speso a guardare la direzione del movimento orbitale che statisticamente ha frequenze ed energie micrometriche più elevate, riporta il documento.

READ  La più grande galassia conosciuta nell'universo è stata scoperta con una lunghezza di circa 16,3 milioni di anni luce

A giugno, dopo l’attacco dell’asteroide, la NASA ha rilasciato una dichiarazione in cui si afferma che lo specchio Web è stato “progettato per resistere al bombardamento di micrometeoriti nella loro orbita attorno al Sole e alla Terra L2 per particelle delle dimensioni di polvere che volano a velocità estreme”.

“Durante la costruzione del telescopio, gli ingegneri hanno utilizzato una combinazione di simulazione ed effetti di test reali sui campioni di specchi per avere un’idea più chiara di come l’osservatorio fosse fortificato per operare in orbita. Quest’ultimo effetto era più grande di quanto progettato, e al di là di quanto il team avrebbe potuto testare sulla Terra”, ha detto la NASA.

La NASA ha costruito il James Webb Space Telescope in collaborazione con l’Agenzia spaziale europea (ESA) e l’Agenzia spaziale canadese (CSA) per un costo di 10 miliardi di dollari.

Il Webb è costituito dagli specchi più grandi di un telescopio spaziale, è stato lanciato il 25 dicembre 2021 e da febbraio orbita attorno al punto L2, a quasi un milione di miglia, o 1,6 milioni di chilometri, dalla Terra.