Settembre 29, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Un satellite iraniano lanciato dalla Russia potrebbe essere utilizzato per monitorare l’Ucraina | Russia

La Russia ha lanciato un satellite iraniano da Kazakistan Tra le preoccupazioni, potrebbe essere utilizzato per la sorveglianza sul campo di battaglia nell’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca.

L’Iran ha negato che il satellite Khiam, che è stato portato in orbita su un razzo Soyuz lanciato dal cosmodromo di Baikonur, sia sotto il controllo russo.

ma il Lo aveva riferito in precedenza il Washington Post Mosca ha informato Teheran che “prevede di utilizzare il satellite per diversi mesi, o più, per migliorare il monitoraggio degli obiettivi militari” in Ucraina, secondo i funzionari statunitensi.

Il quotidiano ha riferito che il satellite, intitolato al poeta e matematico persiano Omar Khayyam, è stato realizzato dalla Russia e includerà una telecamera ad alta risoluzione che darà a Teheran nuove capacità per monitorare le installazioni sensibili in Israele e nel Golfo.

L’agenzia spaziale iraniana ha affermato che controllerà il satellite “dal primo giorno” e che “nessun Paese terzo è in grado di accedere alle sue informazioni”.

Il lancio del satellite da parte della Russia arriva in un momento cruciale per l’agenzia spaziale Roscosmos, che ha minacciato di interrompere la cooperazione con i paesi occidentali e portare cambiamenti ad alto livello, con il licenziamento del presidente di lunga data Dmitry Rogozin. Il presidente russo Vladimir Putin.

Anche se le relazioni tra Russia e Stati Uniti si sono raffreddate, Roscosmos e la NASA hanno mantenuto livelli di cooperazione di base, incluso il trasporto di astronauti alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS). La Russia ce l’ha Minacciato di lasciare la Stazione Spaziale Internazionale Nel 2025 se le sanzioni non vengono revocate.

A causa dell’isolamento dell’Occidente, la Russia si è sempre più rivolta all’Africa, al Medio Oriente e all’Asia come fonti di supporto commerciale e diplomatico. Ha pubblicizzato la sua capacità di lanciare satelliti a bordo dei suoi pesanti razzi Soyuz come uno dei vantaggi della cooperazione.

“A causa del peso del satellite Khiam di oltre mezza tonnellata e dell’altissimo tasso di successo della piattaforma Soyuz, la Russia è stata incaricata di lanciare il satellite Khiam”, si legge in una dichiarazione sul sito web dell’Agenzia spaziale iraniana.

“Come prima, oggi la Russia è aperta alla cooperazione nell’esplorazione spaziale con tutti i paesi e partner interessati”, ha affermato il capo di Roscosmos, Yuri Borisov, descrivendo questo come “un’importante pietra miliare per la cooperazione bilaterale russo-iraniana”.

Iscriviti alla prima edizione, la nostra newsletter giornaliera gratuita – ogni mattina nei giorni feriali alle 7:00 GMT

La Russia considerava l’Iran una fonte di esperienza nell’adattamento alle nuove sanzioni imposte dagli Stati Uniti e da altri paesi occidentali. Si ritiene che la Russia sia interessata a imparare dall’esperienza dell’Iran su argomenti che vanno dall’elusione delle sanzioni bancarie alla manutenzione degli aerei senza parti occidentali prontamente disponibili.

Putin ha incontrato la guida suprema iraniana, Ayatollah Ali Khamenei, durante una rara visita in Iran a luglio. Mentre i media russi hanno descritto il viaggio come un’indicazione che il Cremlino rimane un potente mediatore in Medio Oriente, un portavoce del Pentagono ha affermato che la visita ha mostrato “il crescente grado di isolamento di Putin e della Russia”.

READ  Il britannico Boris Johnson è al limite per le dimissioni dei ministri