Gennaio 28, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Un’ondata di caldo nel nord-ovest dell’America potrebbe essere la giornata più calda di martedì

PORTLAND, Oregon (AP) — Le temperature a Portland, nell’Oregon, potrebbero superare i 100 gradi Fahrenheit (37,8 Celsius) martedì, il giorno più caldo di un’ondata di caldo di una settimana nel Pacifico nord-occidentale che raramente si è esaurita. Tempo atmosferico.

I meteorologi hanno emesso avvisi di caldo estremo per parti dell’Oregon e dello stato di Washington. Le temperature potrebbero raggiungere i 90°C (32°C) a Seattle e i 110°F (43,3°C) in alcune parti dell’Oregon orientale e di Washington.

Mentre le aree interne degli stati spesso sperimentano temperature elevate, luoghi come Portland e Seattle non hanno esplosioni così calde come spesso.

“Cinque giorni o una settimana di oltre 90 gradi sono molto rari nel Pacifico nord-occidentale”, ha affermato Vivek Shantas, professore di adattamento climatico alla Portland State University.

Quando gli Stati Uniti nordoccidentali si sono riscaldati, il caldo sembrava aver raggiunto la costa orientale, con alcune aree a est del fiume Mississippi sotto avviso di calore.

Filadelfia ha raggiunto i 99 gradi (37 gradi Celsius) domenica prima di tenere conto dell’umidità. Newark, nel New Jersey, ha avuto il suo quinto giorno consecutivo di 100 gradi o superiore, la serie più lunga di questo tipo dall’inizio dei record nel 1931. Anche Boston raggiunse i 100 gradi, superando il precedente massimo giornaliero di 98 gradi (36,6 Celsius) fissato nel 1933.

I massimi previsti per martedì a Filadelfia, New York e Boston erano tutti intorno alla metà degli anni ’80 (intorno ai 29 gradi).

Residenti e funzionari nel nord-ovest stanno cercando di adattarsi alla realtà delle ondate di calore estreme in seguito al mortale evento meteorologico della “cupola di calore” della scorsa estate, che ha provocato temperature record e morti.

READ  Ucraina: Biden e Putin sono pronti a chiamare in un momento cruciale nell'escalation delle tensioni

In risposta, il Portland Housing Bureau, che sovrintende alla politica abitativa della città, richiederà in futuro la nuova costruzione di alloggi sovvenzionati con aria condizionata.

Una nuova legge dell’Oregon richiede che tutte le nuove case costruite dopo l’aprile 2024 abbiano l’aria condizionata installata in almeno una stanza. Nella maggior parte dei casi, la legge vieta già ai proprietari di limitare agli inquilini l’installazione di apparecchiature di condizionamento dell’aria nelle loro unità in affitto.

Le misure sono state adottate in risposta a un’ondata di caldo tra la fine di giugno e l’inizio di luglio 2021 che ha ucciso circa 800 persone in Oregon, Washington e British Columbia. Le temperature sono salite a 116 gradi F (46,7 C) a Portland e hanno battuto record di calore nelle città e nei paesi della regione. Molti dei morti erano anziani e vivevano da soli.

Sebbene le temperature non dovrebbero essere così elevate questa settimana, il numero previsto di giorni caldi ha sollevato preoccupazioni tra i funzionari.

Portland, nell’Oregon, potrebbe raggiungere i 100 gradi F (37,8 C) martedì e si prevede che le temperature rimarranno al di sopra delle medie storiche per tutta la settimana in gran parte dell’Oregon occidentale e di Washington.

“La magnitudo non è nulla che non abbiamo visto prima, ma la tempistica dell’evento è molto insolita”, ha affermato John Bumgardner, meteorologo presso l’ufficio del National Weather Service di Portland.

Il Bureau of Emergency Management di Portland sta aprendo centri di raffreddamento negli edifici pubblici e installando stazioni di nebulizzazione nei parchi. A Seattle, i centri sociali e le biblioteche fungono da stazioni di raffreddamento.

La contea di Multnomah, che comprende Portland, aprirà quattro rifugi di refrigerazione di emergenza durante la notte a partire da martedì dove le persone potranno trascorrere la notte.

READ  Lotta francese: Macron vs Ben combatte per la presidenza

I funzionari sperano che gli sforzi di sensibilizzazione aiuteranno le persone che affrontano i maggiori rischi di calore, compresi gli anziani, coloro che vivono da soli, le persone con disabilità, i familiari a basso reddito senza aria condizionata e quelli senza casa.

Jenny Carver, responsabile delle emergenze della contea di Multnomah per il Dipartimento dei servizi umani della contea, ha affermato che il suo lavoro è incentrato sull'”assicurarsi che questi siti siano il minimo di disturbo possibile”.

“Tutti ci chiedono di darci un nome e non controlliamo alcuna identificazione”, ha detto Carver. “Stiamo fornendo quante più risorse possibile”.

Le temperature notturne nel nord-ovest del Pacifico potrebbero non scendere al di sotto degli anni ’70, ha affermato Drina Jensen, meteorologa di Portland Warning Coordination per il National Weather Service.

“Nelle aree urbane abbiamo l’effetto isola di calore urbano, che mantiene le temperature più calde per un po’ più a lungo e ha un maggiore impatto sul riscaldamento”, ha affermato.

___

Claire Rush è un membro del corpo dell’Associated Press/Report for America Statehouse News Initiative. Report for America è un programma di servizio nazionale senza scopo di lucro che colloca i giornalisti nelle redazioni locali per riferire su questioni nascoste. Segui lei Twitter.