Il mistero del welfare aziendale: i consigli per rendere più produttiva la tua azienda

Al giorno d’oggi, in base agli ultimi dati rilevati, solo il 17,9% dei lavoratori comprende il significato di welfare aziendale. Un mistero diffuso: il 23,6% degli italiani non sa di cosa si tratti, mentre il restante 58,5% ne ha solamente sentito parlare. L’arcano è presto svelato: il welfare aziendale altro non è se non un piano progettato per andare incontro ai bisogni e alle esigenze dei propri dipendenti, in modo tale da poterli mettere nelle condizioni di lavorare al meglio.

Questa situazione ideale creerebbe non pochi vantaggi all’azienda stessa, in quanto andrebbe a potenziare le performance dei dipendenti e dunque la qualità del loro lavoro. Chiaramente, un piano di welfare va oltre il “materiale”: serve capire quali siano i reali bisogni dei dipendenti, che non sempre si limitano ad un semplice aumento di stipendio. Come fare? Ecco cinque consigli per rendere più produttivo il lavoro nella tua azienda.

Non essere troppo fiscale con le pause

La pausa, per un dipendente, rappresenta un momento quasi sacro: viene atteso e pregustato, diventa necessario per staccare la spina e per ricaricare un po’ le batterie. Da parte dell’azienda emerge la necessità di comprendere tutto questo, dimostrandosi di conseguenza elastica in merito al numero e alla lunghezza delle pause da concedere ai dipendenti. In sintesi, meglio 5/10 minuti di pausa in più rispetto a un lavoratore stanco e stressato.

Migliorare la connessione fra le persone

Una delle regole più importanti del welfare aziendale vede in primo piano la creazione di connessione fra i vari dipendenti. È una strategia utile per creare condivisione e armonia, spingendoli ad andare oltre il mero rapporto di colleghi. Per fare tutto ciò, si consiglia di dedicarsi al team building e di organizzare eventi e incontri non-lavorativi, finalizzati alla creazione di una “connessione personale” fra di loro.

Migliorare anche la connessione Internet

Dalle persone al web: una connessione lenta, sul posto di lavoro, rappresenta un grosso problema. Le aziende sono tenute a stare al passo coi tempi, rimpiazzando l’ADSL con una connessione moderna come la fibra ottica. Se si vuole ottimizzare ancor di più questo aspetto, risparmiando anche sui costi, conviene sempre consultare le varie offerte online per la fibra business. In questo modo tutto il lavoro ne trarrà beneficio.

Analizzare i dati per individuare i difetti

È bene fare un check periodico di tutto quello che funziona e di quello che non funziona: un sistema utile per imitare i modelli di successo, e per poterli applicare anche a quelli che si rivelano deficitari. In tal senso, è importante basarsi molto sui feedback dei dipendenti, i quali vivono sempre in prima persona sia gli uni che gli altri.

Scegliere con cura le priorità

Se un progetto è più importante di un altro, è sempre meglio affrontarlo subito e con maggiore attenzione, dandogli dunque la priorità. Se ci si concentra al meglio su di esso, sarà possibile ottenere dei risultati migliori e sfruttare le energie più importanti del proprio team. Per poi passare al prossimo.