Maggio 21, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Alcuni dei presunti requisiti di sistema per Microsoft Next Valley (Windows 12) sono qui

Alcuni dei presunti requisiti di sistema per Microsoft Next Valley (Windows 12) sono qui

Mentre abbiamo ancora almeno due aggiornamenti di Windows 11 Moment rimasti nello store (Moment 3 e Moment 4), Microsoft sta già facendo progressi costanti verso la prossima generazione di Windows 12, e non è ancora il nome ufficiale come sembra essere indicato come Next Valley. Panos Panay, amministratore delegato, ha spiegato che la prossima generazione di Windows 11 e Windows 12 sarà una combinazione di esperienze basate sul cloud e basate sull’intelligenza artificiale e Microsoft sta lentamente facendo progressi in tal senso. Anche negli aspetti di sicurezza, l’azienda sta eliminando componenti legacy come MSDT e VBScript, che sono stati sfruttati in passato.

Si ritiene che Microsoft sia tornata nel suo ciclo di rilascio di tre anni, il che significa che Next Valley o Windows 12, qualunque cosa tu voglia fare riferimento, sarà probabilmente rilasciato al pubblico nella seconda metà (2H) del 2024.

A parte la data di rilascio stessa, un’altra area che genererà sicuramente molto interesse sono i requisiti di sistema per Windows 12. I requisiti di Windows 11 sono spesso considerati piuttosto rigidi in quanto Microsoft considera le CPU, che hanno solo pochi anni, come incompatibili. Voci recenti hanno suggerito che i processori desktop Intel Meteor Lake-S di 14a generazione debutteranno con il supporto per Windows 12 pronto all’uso. Tuttavia, sulla base delle prove che abbiamo finora, è molto improbabile che ciò accada poiché le date di rilascio previste per Meteor Lake e Next Valley non sembrano corrispondere. Inoltre, al momento non c’è quasi traccia di Meteor Lake-S, il che indica che i requisiti del processore potrebbero non essere stati ancora finalizzati.

Per quanto riguarda alcuni altri requisiti come Trusted Platform Module (TPM), il port tedesco di Deskmodder afferma che i requisiti di rilascio per il Security Cryptographic Processor saranno gli stessi di Windows 11, ovvero TPM 2.0. È interessante notare che Microsoft ha appena rilasciato il supporto SHA-3 nell’ultima Insider Build.

READ  Queste offerte per il Cyber ​​Monday di PlayStation sono ancora disponibili

Il rapporto rileva inoltre che il coprocessore Pluton, che ha debuttato con le CPU mobili Ryzen 6000, potrebbe non essere una cosa comune. Nel frattempo, il requisito minimo di RAM può aumentare fino a 8 GB.

Lui lei Lui dice (traduzione di Google in inglese):

Alcuni si chiederanno sicuramente se i requisiti hardware continueranno ad aumentare. Secondo le nostre informazioni, dovrebbe essere ancora con TPM 2.0. È ancora molto presto per plutone

I requisiti di RAM possono aumentare fino a 8 GB.

Per riassumere, questi sono i requisiti di sistema per Next Valley (Windows 12):

Sebbene non possano fare nulla per lo spazio su disco minimo richiesto, che è 64 GB su Windows 11, Microsoft potrebbe darti la possibilità di installare ReFS. In effetti, sembra che l’azienda stia facendo progressi decenti poiché ha recentemente aggiornato la versione di ReFS. Una volta una voce ha suggerito che Microsoft potrebbe aggiornare i requisiti di sistema per Windows 11 e rendere obbligatori gli SSD per l’avvio. Anche se ciò non accade, il gigante di Redmond potrebbe iniziare a farlo con Windows 12 (il che sarebbe davvero una buona cosa per vedere come i prezzi degli SSD continuano a scendere).