Maggio 28, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Benvenuti nel caso “Hotel California”: il processo sui testi scritti a mano della classica canzone degli Eagles

Benvenuti nel caso “Hotel California”: il processo sui testi scritti a mano della classica canzone degli Eagles

NEW YORK – A metà degli anni '70, gli Eagles stavano lavorando a una nuova canzone misteriosa e inquietante.

Su una lavagna a righe gialle, Henley annotò, con il contributo di Glenn Frey, il co-fondatore della band, idee su una “autostrada del deserto oscuro” e un “bellissimo posto” con una superficie lussuosa e colori minacciosi. E qualcosa con ghiaccio, magari caviale o Taitinger – o champagne rosato?

“Hotel California” è diventata una delle canzoni più indelebili del rock. Quasi mezzo secolo dopo, quelle pagine scritte a mano di testi di canzoni in preparazione sono al centro di un insolito processo penale previsto per mercoledì.

Il commerciante di libri rari Glenn Hurwitz, l'ex fiduciario della Rock and Roll Hall of Fame Craig Inciardi e il venditore di cimeli Edward Kosinski furono accusati di aver cospirato per possedere e tentare di vendere manoscritti di “Hotel California” e altre canzoni degli Eagles senza il diritto di farlo.

Tutti e tre si sono dichiarati non colpevoli e i loro avvocati hanno affermato che gli uomini non hanno commesso alcun crimine in relazione ai documenti, che hanno ottenuto tramite un impiegato che lavorava per gli Eagles. Ma l'ufficio del procuratore distrettuale di Manhattan sostiene che gli imputati hanno cospirato per nascondere la proprietà dei documenti contestati, anche se sapevano che Henley aveva detto che le pagine erano state rubate.

Gli scontri per oggetti di valore sono comuni, ma i procedimenti penali come questo sono rari. Molti litigi vengono risolti privatamente, in cause legali o tramite accordi di restituzione degli articoli.

“Se si riesce a evitare il processo consegnando qualcosa, la maggior parte delle persone lo consegna”, ha detto Travis McDade, professore di diritto dell'Università dell'Illinois che studia le controversie su documenti rari.

Naturalmente, le condizioni dei manoscritti dell'Aquila sono particolari anche sotto altri aspetti.

Il testimone principale dell'accusa è in realtà questo: Henley dovrebbe testimoniare tra una tappa e l'altra del tour degli Eagles. Il processo senza giuria potrebbe offrire uno sguardo sul processo creativo della band e sulla sua vita sulla buona strada verso la celebrità negli anni '70.

READ  Marilyn Monroe ha affermato che avrebbe sposato questa presunta ex fiamma il giorno prima della sua morte

Ci sono oltre 80 pagine di bozze di testi dall'album di successo del 1976 Hotel California, inclusi i testi della canzone in cima alle classifiche e vincitrice del Grammy Award. Presenta uno dei riff più riconoscibili del rock classico, gli assoli più famosi e la frase più citabile – e probabilmente sopravvalutata -: “Puoi fare il check-out quando vuoi, ma non puoi mai andartene”.

Henley ha detto che la canzone parla della “parte oscura del sogno americano”.

Secondo la società di dati di intrattenimento Luminate, è stato trasmesso in streaming più di 220 milioni di volte e ha ricevuto 136.000 trasmissioni radiofoniche lo scorso anno solo negli Stati Uniti. L'album “Hotel California” ha venduto 26 milioni di copie a livello nazionale nel corso degli anni, superato solo dal CD dei più grandi successi degli Eagles e da “Thriller” di Michael Jackson.

Le pagine includono anche i testi di canzoni tra cui “Life in the Fast Lane” e “New Kid in Town”. Il manager degli Eagles Irving Azoff ha descritto i documenti come “pezzi insostituibili di storia della musica”.

Horwitz, Inciardi e Kosinki sono accusati di associazione a delinquere finalizzata al possesso di beni rubati e di vari altri reati.

Non sono accusati di aver effettivamente rubato i documenti. Nemmeno nessun altro, ma i pubblici ministeri devono ancora dimostrare che i documenti sono stati rubati. La difesa sostiene che ciò non è vero.

Molto ruota attorno alle interazioni degli Eagles con Ed Sanders, lo scrittore che ha anche co-fondato il gruppo rock controculturale degli anni '60 The Fugs. Ha lavorato tra la fine degli anni '70 e l'inizio degli anni '80 su una biografia autorizzata degli Eagles che non è mai stata pubblicata.

Sanders non è stato accusato in questo caso. Gli ha lasciato un messaggio telefonico in cerca di commenti.

READ  "Sasquatch Sunset" è così schifoso che la gente se ne va dalle proiezioni. La star Jesse Eisenberg dice che il film è stato un "lavoro d'amore".

Ha venduto le pagine a Horowitz, che poi le ha vendute a Inciardi e Kosinski.

Horowitz ha gestito enormi affari per libri e archivi rari, ed è stato coinvolto in alcune dispute sulla proprietà in precedenza. Uno di questi includeva documenti associati all'autore di Via col vento, Margaret Mitchell. È stato deciso.

Inciardi ha lavorato a mostre importanti per la Rock Hall of Fame di Cleveland. Kosinski è stato il regista principale di Gotta Have It! Gli oggetti da collezione, noti per aver messo all'asta i beni personali delle celebrità, sono così personali che Madonna ha fatto causa senza successo per cercare di fermare una vendita che includeva i suoi slip in lattice.

Henley ha detto al gran giurì di non aver mai fornito i testi al biografo, secondo i documenti depositati in tribunale dall'avvocato di Kosinski. Ma gli avvocati della difesa hanno indicato che in quel momento avevano intenzione di indagare sulla memoria di Henley.

“Crediamo che il signor Henley abbia fornito volontariamente i testi al signor Sanders”, ha detto l'avvocato Scott Edelman in tribunale la scorsa settimana.

Sanders disse a Horowitz nel 2005 che mentre stava lavorando al libro degli Eagles, gli furono inviati i documenti che voleva dalla casa di Henley a Malibu, in California, secondo l'accusa.

Poi la società di Kosinski ha messo all'asta alcune pagine nel 2012. Gli avvocati di Henley sono venuti a bussare. L'accusa afferma che Horwitz, Inciardi e Sanders, in vari gruppi, iniziarono a cercare versioni alternative della provenienza dei manoscritti.

In una storia, Sanders ha trovato le pagine scartate in un camerino nel backstage. In altri casi, li ha ottenuti da un assistente teatrale o mentre raccoglieva “molto materiale relativo agli avvoltoi da persone diverse”. In un altro caso, l'ha preso da Fry: un romanzo che “farebbe sparire tutto questo una volta per tutte”. ”, suggerì Horowitz nel 2017. Fry era morto l’anno precedente.

“Ha solo bisogno di essere trattato bene e rassicurato sul fatto che non finirà nel barattolo”, Horovitz ha inviato un'e-mail a Inciardi durante uno scambio del 2012 sulla trasformazione della “spiegazione di Sanders in una comunicazione” ai banditori, dice l'accusa.

READ  Shia LaBeouf farà il suo debutto cinematografico in "Henry Johnson" di David Mamet — Deadline

Sanders ha fornito o approvato una serie di spiegazioni, secondo l'accusa, e non è chiaro cosa possa aver trasmesso verbalmente. Ma è chiaro che almeno ha respinto la storia dello spogliatoio.

Kosinki ha inviato una spiegazione, con la quale Sanders era d'accordo, all'avvocato di Henley. Kosinski ha anche assicurato a Sotheby's che il musicista “non aveva alcun diritto” sui documenti e ha chiesto che i potenziali offerenti fossero tenuti all'oscuro delle denunce di Henley, si legge nell'accusa.

Sotheby's ha incluso il testo di “Hotel California” in un'asta del 2016, ma lo ha ritirato dopo aver appreso che la sua proprietà era in questione. Sotheby's non è stata accusata del caso e ha rifiutato di commentare.

Henley ha acquistato privatamente alcune bozze di testi da Gotta Have It! per $ 8.500 nel 2012, quando ha anche iniziato a presentare denuncia alla polizia, secondo i documenti del tribunale.

Gli avvocati della difesa sostengono che Henley abbia trovato procuratori di talento che si occupassero del suo caso piuttosto che perseguire lui stesso una causa civile.

L'ufficio del procuratore distrettuale ha lavorato a stretto contatto con il team legale di Henley, e un investigatore era addirittura ansioso di ottenere i pass per il backstage di uno spettacolo degli Eagles, finché il procuratore distrettuale non ha affermato che l'idea era “del tutto inappropriata”, hanno affermato gli avvocati di Kosinki nei documenti del tribunale.

I pubblici ministeri hanno respinto le domande sulle loro motivazioni come una “teoria del complotto, non una difesa legale”.

L’anno scorso hanno scritto nelle carte del tribunale: “Sono gli imputati, non i pubblici ministeri, ad essere perseguiti”.